13
aprile
2024

arti

Danilo Maestosi
All'Università La Sapienza di Roma

Un futurista all’inferno

Una mostra a Roma riscopre un artista del primo Novecento singolare e quasi cancellato dall'ipocrisia fascista: Gino Galli. Ne viene fuori la storia affascinante e terribile di un divo del futurismo lentamente occultato per la sua omosessualità esibita

Anche il mondo dell’arte, spesso non meno crudele e dispotico di dittatori come Pinochet, deve liberare gli archivi della propria cattiva coscienza e fare i conti con l’onta dei suoi desaparecidos. Come Gino Galli (1893-1944), un pittore romano di applaudito talento e fragile tempra morale, che si è esibito sulla scena del Novecento italiano tra […]

continua »
Michela Leonardi
Cartolina dall'Inghilterra

Isole (che non ci sono)

Al museo Fitzwilliam di Cambridge una bella mostra racconta la preistoria di tre grandi isole del Mediterraneo: Cipro, Creta e la Sardegna. E alla fine del percorso si scopre che erano luoghi per niente isolati, ma strettamente legati tra loro

Al museo Fitzwilliam di Cambridge è in corso una bella mostra chiamata Islanders (Isolani). Il sottotitolo è “La creazione del Mediterraneo”, e racconta la (prei)storia di tre grandi isole mediterranee, Creta, Cipro e la Sardegna, dall’inizio dell’Età del Bronzo (circa 5000 anni fa) al periodo tardoromano (fino al 300 d.C.). Le sale sono chiare e […]

continua »
Sergio Buttiglieri
A Palazzo Strozzi di Firenze

L’arte delle stelle

Una grande mostra propone la collezione di arte contemporanea di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo: un caleidoscopio di "star" della creatività contemporanea fuori dagli schemi. Da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boakye

A Firenze è stata inaugurata recentemente una importante mostra a Palazzo Strozzi Reaching for the Stars da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boakye, dedicata alle stelle dell’arte contemporanea grazie all’importante prestito di 70 opere di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. La mostra rimarrà aperta fino al 18 giugno. Lei è sicuramente una delle figure italiane più autorevoli nel mondo […]

continua »
Lidia Lombardi
Al Maxxi di Roma

Fotografare l’arte

Grande, imperdibile omaggio a Claudio Abate, fotografo che dagli anni Sessanta in poi ha testimoniato la creatività underground romana. Da Carmelo Bene a Jannis Kounellis, da Mario Schifano a Anselm Kiefer.

«Benedette foto, mi hanno salvato!». Dalla galera, intendeva Carmelo Bene sessant’anni fa. Era successo che l’attore-regista aveva portato in scena Cristo ‘63 con tutta la carica di trasgressione che gli aveva gonfiato il petto. In un teatrino off di Trastevere, com’era regola nell’epoca in cui tutto doveva cambiare, in primis il rito borghese del teatro. […]

continua »
Raoul Precht
Periscopio (globale)

Dentro Cézanne

Alla Tate Modern di Londra è ancora aperta una grande mostra dedicata a Paul Cézanne che ne segue l'intera parabola creativa. L'occasione per riflettere su uno dei padri della creatività contemporanea (non solo per le sue variazioni sul colore)

Resta meno di un mese all’appassionato d’arte che voglia recarsi a Londra a visitare, alla Tate Modern, la bella mostra dedicata a Paul Cézanne, che dovrebbe chiudersi il 12 marzo. Bella quanto, purtroppo, affollatissima. Sempre più spesso ci troviamo di fronte a mostre che sono vittime del loro stesso successo. Quanto più un’esposizione d’arte sarà […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Nazionale

Nuovo barocco romano

Una ricca mostra curata di Antonello Tolve ripropone quattordici artisti che hanno raccontato la trasformazione italiana dagli anni Ottanta. Uno sguardo inedito su Roma, nel quale il riflesso barocco finisce per apparire il segno di una crisi

Peccato che la Galleria nazionale di valle Giulia continui ad arricchire il suo cartellone ospitando iniziative chiavi in mano come un bed and breakfast taccagno: scarsa promozione, cartella stampa e didascalie ridotte all’osso, nessun catalogo per chi voglia più informazioni su ciò che ha visto, figurarsi un manifesto all’ingresso per sapere che c’è in programma. […]

continua »
Teresa Maresca
La mostra di Gregory Crewdson a Torino

Scrivere con la luce

C’è «l’America che ha perso la sua anima» nelle immagini del fotografo americano che predilige il crepuscolo e cattura con i suoi scatti le lucciole creando costellazioni. In “Eveningside” narra la periferia urbana con «edifici e umanità a brandelli»

Due riflessioni sulla mostra del fotografo americano Gregory Crewdson che si è chiusa ieri alle Gallerie d’Italia di Torino, dal titolo Eveningside, che si potrebbe tradurre liberamente “di sera”. Già in precedenza le mostre di Crewdson avevano come titolo una parte del giorno, o meglio una luce della giornata, trattandosi di una forma d’arte la sua […]

continua »
Roberto Cavallini
Al Leica Store di Roma

Occhi su Roma

Quindici fotografi interpretano Roma e la raccontano, in una serie di esposizioni diverse. Un modo diverso, talvolta nuovo di esprimere lo spirito di una città che è tra le più "fotografate" del mondo

Roma ChilometroZero (un ciclo di mostre presso il Leica Store di Roma) è un progetto interessante, perché si propone di scoprire Roma attraverso “punti di vista differenti, spesso lontani dall’immaginario consueto e condiviso, dai percorsi più usuali”. Roma ChilometroZero è un progetto ambizioso, tant’è che è stato definito dai curatori “un metodo di indagine alternativa […]

continua »
Maria Luisa Paolillo
“Solo la Maglia”, nei Musei di Palazzo dei Pio

L’occhio di Scianna per i tessuti di Carpi

Dolce, Gabbana e il grande fotografo. Una campagna pubblicitaria del 1987, in mostra nel luogo d’eccellenza della tradizione tessile made in Italy. Lontana da ogni principio di genere, documenta la produzione di quel jersey di lana utilizzato dai due stilisti per quella collezione in bianco e nero

«Le persone che vi sono ritratte sono stati i nostri papà, le nostre mamme, i nostri zii. Era gente che aveva patito una miseria abissale. Gente che aveva patito la guerra da bambini e con essa la fame e il freddo. Gente che se pensava al futuro aveva davanti poco più di quello che avevano […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Maxxi di Roma

L’occhio di Bob Dylan

Una ricca e sorprendente mostra rivela il Bob Dylan pittore. Una galleria di disegni che raccontano l'America, i suoi miti e i suoi paesaggi. E le proiezioni, in immagini, dei temi che hanno ispirato le sue canzoni più celebri

Un Bob Dylan semisconosciuto. È la bella strenna di Natale che ci riserva il Maxxi di via Guido Reni, celebrando il passaggio di consegne dopo dieci anni di gestione di Giovanna Melandri, con una mostra che esplora l’intensa attività di disegnatore, pittore e scultore, rimasta a lungo dietro le quinte, che ha accompagnato la sua […]

continua »