17
agosto
2022

arti

Lidia Lombardi
Alla Galleria di Palazzo Barberini di Roma

La mano di Giuditta

Una bella mostra mette insieme la celebre tela "Giuditta e Oloferne" di Caravaggio e una serie di ritratti della donna "giustiziera" realizzati da Artemisia Gentileschi. Uno squarcio importante sulla pittura del tempo e sui diritti negati

Com’è il volto di chi si rende conto che gli stanno tagliando la testa? E quello di chi compie l’omicidio ai danni di un infame oppressore, atto di estrema giustizia? Li restituisce, con intensità mai fino ad allora toccata, il Caravaggio. Lo fa in una grande tela del 1599, tra i capolavori dell’incipiente XVII secolo. […]

continua »
Danilo Maestosi
A Palazzo Braschi di Roma

L’oro di Klimt

Torna in mostra Gustav Klimt ed è subito grande successo di pubblico. Perché la sua arte così datata suscita ancora passioni e attenzioni? Forse perché rappresenta un'icona assoluta di bellezza. Liberata di qualunque altro condizionamento

Esco da questa mostra romana su Klimt, in corso fino al 27 marzo a palazzo Braschi, trascinandomi appresso una doppia sensazione di piacere e disagio, che mi consente di svincolarmi nel racconto dalla neutralità della cronaca. Il disagio nasce dal distacco con cui mi scopro a guardare molte delle opere alle pareti. Un po’ come […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Maxxi di Roma

L’etica di Hirshhorn

L'artista svizzero Thomas Hirschhorn espone i suoi collage che dietro ai pixel raccontano il mondo e le sue terribili contraddizioni. Una galleria di orrori, assassini e scene di terrore "sfuocato” che impongono allo spettatore una domanda: si può fare arte col dolore?

Un mausoleo dell’orrore e della rimozione collettiva che ne allontana o ne camuffa, a presenza. È l’enorme labirinto di squillanti tramezzi monocromi che accoglie e inghiotte il visitatore della mostra La lunga linea viola inaugurata al Maxxi dove terrà cartellone fino al 6 marzo. Porte, nicchie, gradinate corridoi e viottoli in discesa e in salita: un […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Corsini di Roma

Il segreto di Plautilla

Dopo il successo del romanzo che le ha dedicato Melania Mazzucco, una bella mostra ripercorre la strana figura di Plautilla Bricci, artista e protagonista molto particolare del Seicento romano. La sua vocazione di “architettrice” apre uno squarcio significativo su un'arte ritenuta ingiustamente minore

È come una coreografia di fantasmi che tentano di riprendere corpo la mostra, in cartellone fino al 19 aprile, con cui la Galleria Corsini di via della Lungara riapre dopo vari mesi di pausa per i lavori di restauro e riallestimento. Un fantasma recuperato tra le pieghe e dietro i sipari d’ipocrisia della cronaca, sempre […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Nazionale di Roma

Il colore Spalletti

Omaggio a Ettore Spalletti, maestro defilato del Novecento. Un grande del pensiero lento che si è trovato a muoversi in uno scenario globale che gira e cambia a velocità astronomiche. Ecco perché la sua arte è quella di un genio appartato

Ci sono artisti che, come i divi del cinema, bucano lo schermo. Ti afferrano per la pancia e ti trascinano dentro il loro mondo per emulazione. Con immediatezza. Ettore Spalletti, scomparso due anni prima di varcare la soglia degli ottant’anni, è sempre appartenuto ad un’altra specie di seduttori visivi che non ti stordiscono di provocazioni, […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

A teatro con Bernini

Opera d’arte totale d’architettura e scultura, la Cappella che a Santa Maria della Vittoria a Roma accoglie l’Estasi di Santa Teresa d’Avila, si svela in tutta la sua bellezza dopo il restauro. Ed è una studiata “rappresentazione” di abilità anche politica

Un’enciclopedia del Barocco, sfolgorante di capolavori firmati Reni, Guercino, Domenichino. Eppure la chiesa Santa Maria della Vittoria, dei Carmelitani Scalzi, è meno visitata di quanto meriti. Colpa della posizione, all’estremo di via XX Settembre, proprio davanti a un semaforo che regola il quadrivio con largo di Santa Susanna. Le auto sgommano al via del verde, […]

continua »
Danilo Maestosi
Alle Scuderie del Quirinale di Roma

Immaginario infernale

Non è banale né scolastica la grande mostra d'ispirazione dantesca allestita da Jean Clair. Dalle "prigioni" morali cinquecentesche alle banalizzazioni romantiche, dalle invenzioni surrealiste alle derive pop, l'Inferno si dimostra una questione molto più complessa dell'universo religioso nel quale spesso è stato relegato

Inferno. Il timore, varcando la soglia delle Scuderie del Quirinale dove la mostra battezzata da questo titolo resterà in scena fino a gennaio, è di dover assistere ad un rito scontato. Uno dei tanti omaggi a Dante per addetti ai lavori che riempiono il calendario di celebrazioni per il settecentenario della sua morte. E riportano […]

continua »
Marco Ferrari
A Palazzo Ducale di Genova

I mari di Pratt

Una grande mostra rende omaggio a Hugo Pratt, il disegnatore e romanziere italo-argentino che, nelle pieghe del fumetto, ha disseminato le tracce di un mondo che ha perso la dimensione dell'avventura. E per celebrarlo arriva anche un inedito dal Sudamerica

Hugo Pratt tra Italia e Sudamerica, tra mari tropicali e avventure coloniali. Palazzo Ducale di Genova dedica al fumettista una grande mostra. Proprio nel capoluogo ligure ha mosso i primi passi il più iconico tra i suoi personaggi, Corto Maltese, grazie all’editore genovese Florenzo Ivaldi. Sul primo numero della sua rivista di fumetti Sgt. Kirk, […]

continua »
Roberto Cavallini
Al Parco della Musica di Roma

Le donne del Panjshir

Laura Salvinelli espone le sue fotografie realizzate nel Centro di Maternità di Emergency nel Panjshir, in Afghanistan. Sono immagini in cui, senza altro “filtro” che non sia l'occhio dell'artista, la gioia delle vita si mescola al dolore della nascita

La fotografia racconta sia ciò che è davanti agli occhi sia ciò che è nell’animo del fotografo. La fotografia è grande fotografia quando quello che racconta ha un valore universale, ma soprattutto quando l’animo dell’autore è mosso dalla volontà di capire. Fotografia è un termine tanto onnicomprensivo, quanto generico. C’è sempre una ambiguità nell’usare questo […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Palazzo delle esposizioni di Roma

Scienza dell’assenza

Tre mostre per un solo percorso: quello che vorrebbe portare alla nascita di un "museo della scienza" a Roma. Ma le tre iniziative, salvo quella "storica" che introduce il tema con una serie di curiosi reperti, paiono fondamentalmente casuali

Tre mostre cucite insieme da uno stesso filo. La scienza che ripercorre a ritroso il percorso della sua storia a Roma. La scienza che cerca di documentare i paradossi, i fallimenti e le vie d’uscita del regno d’incertezza in cui è precipitata una delle sue discipline di punta, la fisica quantistica. E infine la scienza […]

continua »