17
agosto
2022

arti

Maria Luisa Paolillo
Teresa Maresca e il Giappone

Il Kimono rivisitato

Prende spunto da una vicenda d’amore la personale dell’artista milanese che si confronta con un’antica passione, l’arte giapponese, coniugandola con la propria arte e con l’utilizzo di nuovi materiali, e dando vita così a opere nuove. Fino all’11 giugno Galleria Asian Art di Milano

Si dice che la realtà superi la fantasia. Ma è anche vero che la fantasia, nella forma della poesia, del racconto, dell’arte, è in grado di addolcire il dolore e di arrotondare e illuminare gli angoli oscuri della realtà. «È questo, infatti – afferma l’artista Teresa Maresca – uno dei pregi dell’arte, quello di potere […]

continua »
Laura Pinato
Una mostra e un libro

Il corpo è un sogno

Incontro con la fotografa Alessandra Pace: «Mi piace dare una visione del corpo femminile variegata e reale per contrastare gli standard di bellezza attuali da cui veniamo bombardati quotidianamente dalla tv, dai giornali, dalla pubblicità»

Entrare nel mondo visivo di Alessandra Pace significa innanzitutto abbandonarsi a una sensazione, più che a una visione, del corpo, soprattutto di quello femminile, che domina con la sua presenza la maggior parte dello spazio espositivo. Un corpo umido, fatto di umori, che buca sempre la carta lucida della stampa fotografica grazie a una sensazione […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Mucciaccia di Roma

Pizzi Cannella sul tappeto

Piero Pizzi Cannella mette in mostra una serie di opere realizzate dai tessitori di tappeti del Nepal: un esperimento che mescola materia e colori ma che rende omaggio allo stile personalissimo del pittore di San Lorenzo

Tappeti o arazzi? È la prima domanda che mi è venuta in mente, varcando le tre sale sotterranee della Galleria Mucciaccia in piazza Fontanella Borghese dove fino al 29 maggio è esposta l’ultima anomala sfida creativa di Piero Pizzi Cannella, 68 anni, pittore nato ai Castelli e trapiantato a San Lorenzo nell’ex pastificio Cerere insieme […]

continua »
Danilo Maestosi
Diario veneziano /3

Risonanze mancate

Delude l’installazione di Gian Maria Tosatti, unico artista “star” del Padiglione Italia alla Biennale. La sua descrizione, teatrale e minimalista, del tramonto del mondo industriale, dal boom alla post-pandemia, non fa scattare nello spettatore fantasie, associazioni, risonanze personali

L’ultima pagina del mio diario veneziano è dedicata al Padiglione Italia della Biennale. Un’operazione preceduta e seguita da molte polemiche, che andrebbero svincolate dai giudizi che riguardano la rassegna cardine di questa cinquantanovesima edizione, perché da sempre questo segmento fa caso a sé. Riguarda gli artisti di casa e misura il peso e la presa […]

continua »
Danilo Maestosi
Diario veneziano/2

L’Arte è donna

Cecilia Alemani, la curatrice della Biennale, ha puntato tutto sullo sguardo femminile. Dal mito alla maternità, il profilo dell'Esposizione ai Giardini e all'Arsenale recupera il passato (specie quello surrealista) dando qualche indicazione (imprecisa) sul futuro

Il latte dei sogni. Non perdetevi questo libretto, da poco ripubblicato da Adelphi, che dà il titolo alla cinquantanovesima edizione della Biennale di Venezia. Composto e illustrato da Leonora Carrington (1917-2011), nobildonna inglese che si è fatta largo come scrittrice e pittrice nelle file del movimento surrealista, è stata per tre anni la compagna di Max […]

continua »
Danilo Maestosi
Diario veneziano/1

Una Biennale comoda

Dopo un anno di stop torna la Biennale d'Arte. Ma evita conflitti e cattive memorie (dalla guerra al Covid) per trasformare tutto in un grande party. Per fortuna, ci pensano Anselm Kiefer e Anish Kapoor a dialogare con il nostro difficile presente

A mente fredda, le immagini che restano a registrare con più aderenza i cinque giorni di vernissage di questa Biennale d’Arte, che riapre i battenti dopo due anni e un terzo di sosta forzata, sono quelle sfarfallanti, sfocate di una festa contagiosa e straripante. Venezia intasata di folla come ai tempi delle vacche grasse, più […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Palaexo e alla Galleria comunale di Roma

Frontiera Videoarte

Una grande mostra mostra racconta cinquant'anni di storia della videoarte in Italia. Dai primi esperimenti di Marinella Pinelli, Fabio Mauri e Franco Vaccari, fino alla scoperta del computer e della nuova frontiera tra arte e tv. Con i Giovanotti mondani meccanici  Studio Azzurro

Dopo tante mostre destinate a scivolar via perché tengono a bada la curiosità rivangando l’usato sicuro del già noto o delle grandi firme eccone finalmente una confezionata per lasciar traccia. È quella dedicata alla videoarte made in Italy, appena inaugurata a Roma al Palaexpo di via Nazionale e alla galleria comunale di via Crispi, dove […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Nazionale di Roma

Per Vasco Bendini

Piccolo ma significativo omaggio a Vasco Bendini, un maestro isolato e schivo del nostro Novecento. Dalla scuola di Giorgio Morandi alla pittura dell'infinto passando per l'Arte Povera. Storia di un artista atipico che non strizzava l'occhio al mercato

Le retrospettive alla memoria mi riportano su quasi sempre un sapore amaro di tristezza. Lo stesso che mi assale visitando il siparietto omaggio che, per i cento anni della nascita, la Galleria nazionale di Valle Giulia riserva per una ventina di giorni a Vasco Bendini (1922-2015), artista bolognese cresciuto alla scuola di Morandi per poi […]

continua »
Danilo Maestosi
A Roma, a Palazzo Bonaparte

Bill Viola allo specchio

Una grande mostra antologica torna a concentrare l'attenzione su Bill Viola: un maestro del contemporaneo che con la videoarte crea spazi emotivi che, spesso, dialogano anche con la tradizione e la classicità. Ecco qualche consiglio per entrare nel suo mondo

Per una volta, più che attraverso il copione consueto di una recensione la visita alla mostra romana di Bill Viola, con cui Palazzo Bonaparte riapre i battenti dopo un lungo letargo imposto dal Covid, prende la forma di un manualetto di istruzioni per l’uso. È nella confezione e negli intenti una rivisitazione antologica destinata anche […]

continua »
Danilo Maestosi
Si apre la stagione degli eventi

Arte della ripetizione

Gian Maria Tosatti, artista molto in voga da qualche tempo, si divide tra la Biennale di Venezia (al Padiglione Italia) e la Quadriennale di Roma (per cui ha varato un programma di tre anni). Ma in realtà le istituzioni dell'arte qui da noi hanno il fiato corto

Che cos’è l’arte contemporanea e dove sta andando il sistema che ne governa la circolazione e l’assegnazione dei valori? Difficile trovare risposta in un universo globale che corre sempre più velocemente, precipitato dal relativismo del pensiero debole al dominio del pensiero unico del capitalismo finanziario. Tanto più nel territorio delle arti visive che, almeno in […]

continua »