17
agosto
2022

memorie&archivi

Lidia Lombardi

Raffaello tour

Pellegrinaggio obbligatorio nelle Marche, che nel cinquecentenario della morte del figlio più famoso allestiscono mostre a lui dedicate in svariati, bellissimi luoghi. Si inizia da Urbino, città natale prodiga di iniziative, poi Loreto e Jesi

Le Marche s’inchinano al proprio più famoso figlio, Raffaello, in questo cinquecentenario della morte che il Covid 19 ha tentato di dimidiare. Lo sfregio più grande al pittore di Urbino è stata la chiusura, a pochi giorni dall’inaugurazione, della epocale mostra alle Scuderie del Quirinale. Esposizione riaperta alla fine del lockdown, con le prenotazioni che […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

La resistenza di Roma e dei suoi alberi

In mostra opere, realizzate anche durante il lockdown, di 22 artisti residenti (2019-2020) all’Accademia di Spagna, eccezionalmente aperta per l’occasione fino al 31 dicembre. Mirabilia del complesso del Gianicolo legato da secoli alla penisola iberica

Al tramonto, dalla terrazza-giardino dell’Accademia di Spagna protesa verso via Garibaldi, la vista è incomparabile, così come dalle vetrate dei suoi atelier: di fronte la cupola di San Giovanni dei Fiorentini, detta “il confetto succhiato” tanto è affusolata; a sinistra la mole di Castel Sant’Angelo; a destra le chiome verdi del Pincio, il candore di […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Bergamo o cara

La città martirizzata dal coronavirus è al terzo posto nella classifica dei Luoghi del cuore a cui il Fai dedica la sua attenzione. E di cose belle e gloriose ce ne sono molte nel luogo natale di Donizetti e di Bartolomeo Colleoni che di tanta arte si volle circondare

Ha già ottenuto 7222 voti ed è al terzo posto della sfida per i Luoghi del Cuore, la gara lanciata ogni anno dal Fai con la quale ciascuno di noi può sostenere il posto che più ama e che il Fondo Ambiente Italiano aiuterà finanziariamente per la sua conservazione. È Bergamo, la città martirizzata dal […]

continua »
Gloria Piccioni
A cent’anni dalla nascita

Sordi o della comicità

Aspirazioni, modelli, primi e ultimi successi, maestri e colleghi. Un’intervista del 1999 a tutto campo al grande attore che ricordando ci fa ricordare. E ci descrive un’Italia incredibilmente ancora attuale

Un’intervista a Alberto Sordi non ha bisogno di introduzioni e anche in questo caso, a distanza di ventun’anni da quando è stata fatta, mi sembra che non siano necessarie precisazioni o ricalibrature. Questo probabilmente perché Alberto Sordi, come tutti i grandi, rimane stabilmente nel tempo: passato, presente e futuro. Solo una doverosa citazione riguardo alle […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Grand Tour 2.0

Oggi in diretta streaming, un viaggio tra natura e cultura alla scoperta dell’Italia più nascosta e in cerca di rilancio. Primo focus i parchi letterari della Basilicata, abitati da personaggi come Carlo Levi, Francesco Lomonaco, Albino Pierro, Federico II

È tra le più piccole regioni italiane e la seconda meno densamente popolata. Eppure ha il record di Parchi Letterari. È la Basilicata, che dei comprensori tra natura e letteratura creati nel 1992 da Stanislao Nievo ne possiede sei. E dalla terra che ospitò Carlo Levi parte il Grand Tour che si svolgerà on line […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Nel sogno di Re Carlo

Ritorno alla Reggia di Caserta che il prossimo 2 giugno festeggerà l’Italia dopo il lockdown riaprendo il Parco Reale, mentre per gli Appartamenti bisognerà attendere il 17 giugno. 123 ettari di museo a cielo aperto, tra gli scorci del Vanvitelli e altre meraviglie

Durante lo stillicidio del lockdown Succedeoggi ha invitato i collaboratori a vagheggiare il primo dipinto che avrebbero voluto vedere alla fine dell’isolamento e a scriverne. Ecco, ora che sta per essere spezzato anche l’ultimo laccio alla libera circolazione nel Bel Paese, se mi chiedessero qual è il luogo dove vorrei recarmi subito mi sarebbe facile […]

continua »
Marta Morazzoni
Leone Piccioni a due anni dalla morte

La marcia in più

Un lettore rigoroso e partecipe, che usava gli strumenti della ragione e dell’emozione. Così lo ricorda Marta Morazzoni, notando come per il critico letterario l’aver amato e ascoltato musica abbia avuto un grande peso nel suo lavoro rendendolo unico

Due anni fa moriva Leone Piccioni. Collaboratore della prima ora di Succedeoggi, è stato un nostro nume tutelare. Lo vogliamo ricordare con la testimonianza di Marta Morazzoni tenuta al convegno “Leone Piccioni – Una vita per la letteratura” che si è svolto all’Archivio Centrale dello Stato a Roma nel maggio 2019. Gli atti del convegno […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari dal divano

Fatto a mano

Percorsi digitali daranno vita all’inconsueta edizione di “Buongiorno ceramica 2020”, festival dedicato alla tradizione dei maestri di ben 46 città italiane. Un tour imperdibile (il 16 e 17 maggio) nei segreti di un'arte antica che da sempre ci accompagna

Le rose violacee o i festoni di Ascoli Piceno; le riggiole di Vietri; i gruppi scultorei di Este; i vasi di Caltagirone. Sono alcuni dei fragili portenti in ceramica che ci verranno incontro in un viaggio virtuale, dandoci l’illusione di andarli a vedere di persona, innestati come sono in cornici di paesaggio e città d’arte […]

continua »
Loretto Rafanelli
Per il 25 Aprile

I 100 di Sabbiuno

La festa della Liberazione dal nazifascismo è occasione per fare memoria dei caduti in nome della libertà. Sul basso Appennino bolognese, sul limite di un aspro e ripido calanco, nomi incisi su pietre ricordano l’eccidio del ’44, a cui Loretto Rafanelli ha dedicato questi versi…

Sabbiuno è un piccolo accenno sulle colline bolognesi, riserva su un lato panorami di un verde lussureggiante e campi coltivati con precisa armonia, mentre nell’altro versante calanchi ripidissimi ne fanno un paesaggio duro, inquietante e impraticabile. Proprio qui nel dicembre del 1944 si concluse l’esistenza di tanti giovani resistenti al nazifascismo, rastrellati in varie località […]

continua »
Sergio Zoppi      
Riflessioni sulle politiche per il Mezzogiorno

Il fattore umano

La lezione di Giulio Pastore che considerava essenziale per lo sviluppo del Sud Italia agire sull’insieme sociale della popolazione meridionale. Un’utopia che non perde forza, oggi più che mai: cambiare il passato pensando a domani

All’inizio del mese di settembre 1959, Giulio Pastore, per la seconda volta come presidente del Comitato dei ministri per il Mezzogiorno, partecipa a Bari al tradizionale appuntamento meridionalistico della Fiera del Levante. Si è ormai impadronito della complessa intelaiatura dell’intervento speciale, straordinario. Ha la consapevolezza di cosa non può osare, anche se lo vorrebbe, e […]

continua »