5
ottobre
2022

arti

Giuliana Bonanni
Finestra sul mondo

Vendesi MoMa

Negli Usa, il Covid ha rotto un tabù: per ripianare i debiti dovuti all'emergenza finanziaria, i musei potranno mettere all'asta le opere delle loro collezioni. Fino a ora, potevano farlo solo per comprare altre opere...

Il coronavirus ha lasciato le casse di molti musei americani in profondo rosso. Il bilancio è allarmante: il Metropolitan, ad esempio, prevede una perdita di 150 milioni di dollari mentre le istituzioni culturali più fragili rischiano addirittura di chiudere i battenti. Per fare fronte a questa situazione drammatica è scattato il semaforo verde per la […]

continua »
Pino Milani
Visita guidata

L’arte dello sguardo

Al Musée D’Orsay, uno curioso gruppo marmoreo di Aimé Morot ritrae - rendendogli omaggio - lo scultore Jean Leon Gérôme. Un gioco di volumi e di sguardi che chiama in causa i rapporti tra arte e rappresentazione

Nel Musée D’Orsay uno strano gruppo fuso nel bronzo attira l’attenzione del visitatore ormai sazio di Impressionisti. Uno scultore sta lavorando nel suo atelier ad un grande gruppo, indossa il grembiule da lavoro e impugna gli strumenti della sua arte, sgorbie e stecche. Ma è come improvvisamente interrotto nella sua attività, si volge di scatto […]

continua »
Beppe Navello
Visita guidata

Teatro San Clemente

A Roma, a San Clemente, tra il Colosseo e le pendici del Celio, c'è un affresco dell’XI° secolo che proprio oggi assume un valore speciale. Come nei fumetti moderni, l'autore ha dipinto i personaggi e le loro battute. Insomma: è teatro allo stato puro!

Ho sentito il desiderio in queste ultime settimane di regalarmi una nuova “visita guidata”: forse perché non vedo l’ora di tornare a teatro, a vederlo o a farlo; pensando a come sarà fragorosa la prima volta che qualcuno di noi salirà di nuovo su un tavolo per intrattenere qualcun altro che avrà voglia di ascoltarlo. […]

continua »
Lidia Lombardi
L'iniziativa "La cultura non si ferma"

Caracalla Tour

In occasione del Natale di Roma, la Soprintendenza capitolina ha approntato una visita virtuale delle Termpe di Caracalla. Un'occasione preziosa per immergersi nelle meraviglie della Città antica

Oggi è il Natale di Roma, il numero 2.773. Un anniversario nella Capitale festeggiato da decenni con abbondanza di manifestazioni. Oggi quella che era una volta “caput mondi” resterà invece silenziosa e immobile, a specchiarsi da sola nelle sue rovine, nelle cupole barocche, negli angeli di pietra ai crocevia dei vicoli, nei rioni vuoti. Vuole […]

continua »
Lidia Lombardi
Musei visti dal divano/2

Arte con il mouse

Concludiamo il nostro viaggio nell'arte virtuale con una piccola guida alle meraviglie on line dei musei del mondo. Con molte sorprese, sia nella possibilità di visione sia nella scelta dei materiali critici. Da Seoul a Bilbao, da Atene a New York

Le frontiere sono chiuse, spesso gli aerei dall’Italia non atterrano, perfino la perfettina Ursula von der Leyen ci ammonisce a non programmare vacanze per l’estate, rendendo ancora più sgomento chi lavora nel settore del turismo e contribuendo a far vacillare in Borsa i titoli correlati. Macché ponte del Primo Maggio, qui si salta direttamente all’autunno, […]

continua »
Luca Fortis
Un nuovo modo di comunicare

L’arte alla radio

Incontro con Nicolas Ballario, conduttore che si occupa d'arte per Radiouno e Sky: «Racconto la vita di grandi artisti e ospito le personalità più importanti del panorama, ma la cosa più importante è essere capaci sempre di prenderci in giro»

L’arte contemporanea è spesso considerata difficile da comprendere, ma non è così. Per fortuna la radio negli ultimi anni ha cominciato a raccontarla al grande pubblico. Il merito di questo va anche a Nicolas Ballario. Classe 1984, vede i suoi natali professionali nella factory di Oliviero Toscani e oggi si occupa di arte contemporanea applicata […]

continua »
Lidia Lombardi
Musei visti dal divano/1

Grand tour virtuale

Da Raffaello in mostra alle Scuderie del Quirinale alle meraviglie dei Musei Vaticani, degli Uffizi, della Pinacoteca di Brera. Guida (ragionata) all'arte che si può ammirare restando immobili a casa davanti al computer. Con qualche sorpresa...

Il 6 aprile doveva essere il Raffaello Day, una fantasmagoria di celebrazioni per rammentare i 500 anni dalla prematura morte del “divin pittore”. Invece la “festa” si è svolta tutta on line, a partire dalla visita alla sontuosa mostra allestita alle Scuderie del Quirinale, inaugurata il 5 marzo e chiusa il 12 per disposizione del […]

continua »
Raoul Precht
Periscopio (globale)

Istanbul a Roma

Si può parlare di una mostra chiusa per coronavirus? Sì, se per raccontare la Istanbul di Ara Güler ci si può appellare al libro di Orhan Pamuk che alle immagini del grande fotografo fece quasi da controcanto

Di passaggio per Roma, nelle scorse settimane sono riuscito davvero per un caso fortunato a vedere, al Museo di Roma in Trastevere, le suggestive fotografie di Istanbul scattate da Ara Güler durante la sua lunga carriera di fotografo. In altri tempi, voler condividere l’esperienza con il lettore sarebbe stato un riflesso normale. Ma, abbrancati dalle […]

continua »
Francesco Arturo Saponaro
I 100 anni di Casa Bixio

Se parla Mariù

Una mostra a Roma, al Museo delle Civiltà, Arti e Tradizioni Popolari dell’Eur, celebra il centenario dell’editrice musicale fondata da Cesare Andrea Bixio, autore di famose canzoni e colonne sonore, che scoprì il talento di chansonnier di Vittorio De Sica

Parlami d’amore Mariù, la più bella canzone d’amore che sia mai stata composta. E poi Tango delle capinere, Violino tzigano, Mamma, La strada nel bosco. Chi non le conosce, chi non le ha mai ascoltate o canticchiate? Al loro autore, Cesare Andrea Bixio (1896-1978), e al centenario dell’editrice Casa Bixio, è dedicata la mostra C. […]

continua »
Danilo Maestosi
Piccola rivoluzione nell'istituzione romana

La Macro élite

Chiusa rapidamente l'esperienza di Giorgio De Finis, il Macro si affida a un curatore trendy e in carriera: Luca Lo Pinto. Riapertura ad aprile, nel segno di una vecchia avanguardia: quella dell'immaginazione preventiva

Archiviato, con molti ipocriti complimenti ma probabilmente nessun rimpianto, l’esperimento di Giorgio De Finis, il Macro di Roma, passato sotto la direzione di Luca Lo Pinto, presenta ufficialmente quello che dovrebbe essere il proprio futuro per i prossimi tre anni. La prima novità, di sostanza, è l’aumento del budget a disposizione: dai 400 mila euro […]

continua »