Giuliano Compagno
La verità storica e la propaganda filorussa

Sulla resistenza ucraina

In Ucraina, nel corso di due secoli, intere generazioni sono state oppresse dalla Russia imperiale e dall’Unione Sovietica. Da più di trent’anni gli ucraini chiedono al mondo di poter scegliere la loro libertà, di parlare la loro lingua, di leggere le loro poesie. Perché fingiamo di non saperlo?

“Montanelli, che futuro prevede per l’Italia?”. La domanda l’aveva posta Alain Elkann. Il giornalista si concesse tre secondi di riflessione: “Per l’Italia, nessuno! Per gli italiani si, prevedo un futuro.” Avrebbe poi spiegato che quell’avvenire i nostri concittadini l’avrebbero conquistato grazie alla loro capacità di adattarsi oltre confine a qualsiasi condizione e a qualunque regola, […]

continua »
Giuliano Compagno
A un mese dalla scomparsa

Lo spirito di Grazia

Ricordo di Grazia Marchianò, rappresentante di punta, anche se appartata, della filosofia contemporanea. Sempre in cerca del senso della relazione profonda fra esperienza e spirito. Anche nel rapporto con il marito Elémire Zolla

È trascorso un mese dalla fine solitaria di una nobile Donna nella casa dove aveva trascorso anni bellissimi, di studi e di amore, sino al giorno in cui il suo uomo se ne era andato. La fine solitaria di Grazia Marchianò a Montepulciano è apparsa come una chiusura annunciata, eppure i commiati di chi si […]

continua »
Appuntamento il 28 gennaio

I libri di Succedeoggi

Domenica prossima, alla libreria Eli di Roma, in Viale Somalia 50A, Giuliano Compagno e Mario Fortunato, con Alessandra Vanzi, parleranno di Succedeoggi Libri. Siete tutti invitati

Domenica 28 gennaio, dalle 17 di pomeriggio, festeggeremo Succedeoggi Libri alla libreria Eli di Roma, in Viale Somalia 50°. A parlarne, con noi, ci saranno Giuliano Compagno e Mario Fortunato. Alessandra Vanzi leggerà alcune pagine dei nostri libri più recenti. Come i nostri lettori sanno bene, sono già tre anni che Succedeoggi ha fatto il […]

continua »
Giuliano Compagno
Nel centenario della nascita

Storia di un padre

Ritratto di Giovanni Compagno, avvocato che ha cambiato il rapporto tra legali e magistratura. La rettitudine sotto forma di esempio di vita. Raccontata da un figlio

Nel dare il giusto peso alla memoria di mio padre, sceglierei di partire dalla sua fine, che ebbe luogo a Roma il 14 ottobre 2003. In verità la sua presenza sociale e professionale si era attenuata quindici mesi prima per un ictus che lo aveva colpito nella sua abitazione della Costa Azzurra. Ero stato avvertito […]

continua »
Giuliano Compagno
In morte di un campione

Bandiera Totonno

Totonno Juliano è stato un campione-simbolo di un calcio che non c'è più. Quello che univa lo sport alla passione. Una vita intera con la maglia del Napoli a incarnare sogni e sofferenze

È da un po’ che disprezzo le miserie e gli sfarzi del calcio, è da tempo che mi tornano in mente episodi e personaggi di tutt’altre bandiere. Ho avuto la buona sorte di godermi il periodo in cui le squadre più importanti vantavano, ciascuna, la loro bandiera, ossia un calciatore che rappresentava il capitano e […]

continua »
Giuliano Compagno
In margine al femminicidio

Anatema contro i (nuovi) maschi

Riflessione sui maschi e sui loro stili di vita: se, per esprimerti, non ti rimane altro che la violenza, è peggio per te. Se non hai acquisito i mezzi idonei ad amare una donna, la colpa è solo tua. Su questo, il perdono va bandito per sempre

Ho la sensazione che le analisi e i commenti spesi sull’ennesimo omicidio di una donna in Italia la stiano facendo un po’ facile. Parto dalle minime esperienze come quella di osservare il comportamento di donne e uomini portati a esercitare il loro controllo sul partner. Negli ultimi vent’anni avevo anche percepito una trasformazione non da […]

continua »
Giuliano Compagno
La morte del grande scrittore/1

Immortale Kundera

La parabola ceca della letteratura di Milan Kundera resterà come una delle tappe fondamentali del Novecento. Lo stesso autore l'ha consegnata alla fissità del tempo, scegliendo di cambiare lingua e identità. Diventando francese, un altro da sé

Se ne va Milan Kundera dopo mezzo secolo di imprese letterarie e una presenza imponente nel vasto orizzonte del romanzo europeo novecentesco. Tutti sapevano, e da ore viene ripetuto come chissà quale vanto, che in Italia lo scrittore molto dovesse alla pubblicità regalatagli da Roberto D’Agostino durante le puntate di Quelli della notte. Grazie al […]

continua »
Giuliano Compagno
L'intellettuale scomparso

Lamento per Francesco

In memoria di Francesco Coniglio, editore, esperto di musica rock e di fumetti. Ritratto di un uomo speciale che seguiva le sue vocazioni e che ha fatto conoscere al nostro Paese l'importanza delle culture autenticamente "popolari"

Detto queste righe all’iPad. Ho appena saputo che Francesco Coniglio se n’è andato. Le detto perché non ho la forza di scriverle e sono straziato dal dolore che questa notizia provoca in me. Francesco è stato tra le poche persone fondamentali della mia vita di scrittore (che è anche una vita a sé) e questa […]

continua »
Giuliano Compagno
La morte di Berlusconi

Lutto continuo

Perché gli attuali governanti di questo tormentato Paese hanno seguito la strada sovietica e nordcoreana del lutto nazionale per la morte di un individuo che la storia d’Italia farà fatica a ricordare per qualche valore patriottico, identitario e condivisibile?

La decisione di proclamare lutto nazionale per la scomparsa di Silvio Berlusconi appare scioccante. Non è tale per ragioni politiche. Non ha alcuna importanza il fatto che Berlusconi abbia per molti anni guidato o abbia recentemente sostenuto il raggruppamento di centro destra, che da trent’anni precisi è sempre identico a sé: Forza Italia più Movimento […]

continua »
Giuliano Compagno
Il giorno dello scudetto

Elegia azzurra

Dagli anni lontanissimi di Omar Sivori e José Altafini fino allo scudetto operaio di oggi passando per Juliano e Maradona. Napoli e il Napoli: la città e la sua storia, la sua gente e la sua squadra. Raccontati da in napoletano per scelta

Sul treno che ti porta a Napoli c’è la via solitaria di un tifoso che non sarebbe capace di condividere la sua intima gioia con un accompagnatore. Questa esperienza ti riporta ai due pomeriggi per stagione in cui, da solo, ti recavi all’Olimpico ad assistere trepidante a quelli che venivano denominati derby del sole. Nei […]

continua »