27
gennaio
2023

notizie

Fausto Pellecchia
Tra pensiero e politica

La filosofia di Petro

Da Deleuze a Derrida: il nuovo presidente della Colombia, Gustavo Petro, rappresenta una novità assoluta nel panorama del potere in America Latina. Ma, forse, un'eccezione in assoluto, grazie alla sua formazione filosofica

Gustavo Petro è il primo presidente di sinistra della Colombia: la sua elezione, avvenuta nel mese di giugno di quest’anno, rappresenta l’etichetta politicache segnala una svolta storica nei paesi dell’America latina.Anche se, con tutta evidenza, è ancora troppo presto per presumere le realizzazioni future del programma di Petro, una cosa, tuttavia, è sicura: da Deleuze […]

continua »
Ella Baffoni
Una città da ritrovare

Roma per Della Seta

Un convegno di studi ricorda Piero Della Seta, esperto di urbanistica e uomo delle istituzioni sempre vicino agli ultimi. Insieme ad altri studiosi e amministratori (Calzolari, Cederna, Insolera) contribuì a ridisegnare la Capitale. Per renderla moderna

Roma matrigna. Difficile non pensarlo quando si ragiona di alcuni civil servant, razza quasi sparita, che alla città hanno dedicato passione e conoscenza, e che non vengono ricordati nemmeno dall’intitolazione di una strada. Aldo Natoli, che ha dedicato a Roma venti indimenticabili anni, ponendo all’avanguardia il Pci che ha puntato il dito contro la speculazione […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/5

Sicurezza a Pozzuoli

Italo Giulivo, il direttore generale dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile della Regione Campania, risponde alle critiche espresse da Giuseppe De Natale su Succedeoggi: «La situazione bradisismo è sotto controllo. E tutti i piani sono pronti in caso di emergenza»

Il dottor Italo Giulivo, 62 anni, è il direttore generale dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile della Regione Campania. Dottor Giulivo, la crisi sismica dei Campi Flegrei vi mette in allarme? Questa crisi per noi è una fase dello stato del vulcano che va avanti dal 2012. I Campi Flegrei sono stati messi in […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/4

Obiettivo prevenzione

Giuseppe De Natale, uno dei più noti vulcanologi italiani, parla di come affrontare il rischio-bradisismo: «L'evacuazione di 600000-700000 persone da un'area considerata a rischio imminente di eruzione non potrà che durare anni, forse decenni, forse per sempre»

Un altro studioso ed esperto dei Campi Flegrei è il professor Giuseppe De Natale, 62 anni, uno dei più noti vulcanologi italiani, direttore negli anni passati dell’Osservatorio Vesuviano, referente italiano di IAVCEI, l’associazione internazionale di vulcanologia. Nel 2018 De Natale è stato insignito della medaglia “Sergey Soloviev” dall’ European Geosciences Union per le sue ricerche […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/3

Magma o gas?

Francesca Bianco dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia risponde ai dubbi espressi su Succedeoggi dall'esperto di bradisismo Giuseppe Luongo: «I nostri dati ci dicono che sotto Pozzuoli si muove solo il gas. E questo ci rassicura...»

Francesca Bianco, 61 anni, dirige dal settembre 2016 il prestigioso Osservatorio Vesuviano, istituto dell’INGV che sorveglia il Vesuvio, l’area Flegrea, l’isola di Ischia. Un organismo che venne fondato dai Borboni, nel 1841 da Ferdinando II, il penultimo re delle Due Sicilie. La Bianco è una fisica – e di questa sua laurea ne va orgogliosa […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/2

Il magma di Pozzuoli

Giuseppe Luongo, uno dei massimi esperti del bradisismo di Pozzuoli, contesta i dati di analisi e i piani di prevenzione della situazione: «Non si tiene conto del fatto che sotto al terreno si sta muovendo il magma»

Il professor Giuseppe Luongo, 84 anni, è uno che i Campi Flegrei li conosce bene. La sua tesi di laurea in scienze geologiche nei primi anni Sessanta, ruotava attorno alla «radioattività naturale dei Campi Flegrei». Nel settembre 1983 fu nominato direttore dell’Osservatorio Vesuviano. Ha fatto parte anche, della Commissione Grandi Rischi. E nel 1992 fu […]

continua »
Carlangelo Mauro
Il senso di una crisi

Trasversali a Mosca

Fa riflettere, nei commenti trasversali di destra e di una certa sinistra all'invasione russa dell'Ucraina, la convergenza in difesa dell'imperialismo di Mosca. Un atteggiamento che, negando la realtà, è motivato solo dall'ostilità nei confronti dell'imperialismo americano

Ve li ricordate i bombardamenti indiscriminati nella seconda guerra in Cecenia di Putin? E la propaganda del Cremlino – quella denunciata da Anna Politkovskaja che anche per questo poi fu uccisa – secondo cui i Ceceni, l’intera popolazione, non singoli gruppi, erano tutti terroristi? (https://www.internazionale.it/notizie/anna-politkovskaja/2004/09/10/russia-putin-cecenia) La guerra fu battezzata da Mosca come “Operazione antiterrorista nel […]

continua »
Lidia Lombardi
Il 7 maggio nel borgo friulano di Percoto

Nonino al futuro

Dopo due anni, torna il prestigioso premio voluto e sostenuto dalla celebre distilleria. Quest'anno i riconoscimenti guardano al domani. Vincono il romanziere per ragazzi David Almond, la teorica del femminismo Nancy Fraser e il filosofo Mauro Ceruti

Ricomincia guardando al futuro il Premio Nonino, dopo lo stop di due anni, causa pandemia. Non si poteva festeggiare in streaming i vincitori, intellettuali di tutto il mondo individuati dalla giuria e ben in sei occasioni omaggiati con l’alloro della grappa anni prima di ottenere il Nobel (Rigoberta Menchu, V. S. Naipaul, Tomas Transtromer, Mo […]

continua »
Laura Pinato
Una novità editoriale

Classici a fumetti

La casa editrice Fanucci ha presentato in anteprima al Romics i primi quattro volumi di una nuova collana dedicata alla graphic novel. Creata in collaborazione con la Scuola Romana dei Fumetti, è incentrata sul retelling illustrato di grandi classici della letteratura

Sergio Fanucci festeggia i cinquant’anni della sua casa editrice e lo fa presentando in anteprima al Romics – la celebre festa romana del mondo dei comics, la cui XXVIII edizione si è tenuta dal 7 al 10 aprile 2022 – il nuovo impegno editoriale della Fanucci: entrare nel mercato del fumetto. Lo strumento di questa nuova missione […]

continua »
Michela Leonardi
Una festa per la scienza

Il Darwin ritrovato

I taccuini B e C, quelli sui quali Darwin iniziò a raccontare l'evoluzione - un tempo conservati all'università di Cambridge - era andati perduti nel 2000. Qualche giorno fa, qualcuno li ha "riconsegnati": un regalo per gli appassionati del grande naturalista

“I think”, Io penso… Queste parole, scritte in modo quasi sommesso, accompagnano la prima rappresentazione grafica dell’evoluzione così come la conosciamo oggi. Era il 1837 quando il naturalista Charles Darwin, da poco tornato dal suo viaggio intorno al mondo, disegnava in un taccuino le relazioni fra diverse specie, in un’immagine ora nota come “albero della vita”. […]

continua »