24
maggio
2024

notizie

Paola Pediconi
Da oggi a Isernia

La Poesia è viva

Fino al 28 maggio, la prima edizione del Festival “FATTI_VIVA” con i poeti più illustri del panorama italiano contemporaneo. La città molisana accoglie una Festa della Parola, con tanti appuntamenti, incontri con studenti, presentazioni e “contaminazioni”

A Isernia il Festival di poesia contemporanea FATTI_VIVA, alla sua prima edizione (da oggi 26 maggio al 28), è una vera festa della Parola, tre giorni intensi di incontri e presentazioni con poeti tra i più illustri nel panorama della poesia contemporanea italiana. Saranno infatti ospiti del Festival Silvia Bre, appena nominata tra i finalisti […]

continua »
Aperte le partecipazioni per l’edizione 2023

Il Flaiano e la Poesia

Dopo 21 anni, nel 50° anniversario del celebre premio destinato a cinema, teatro, televisione e narrativa, rinasce la sezione riservata ai poeti. Si riafferma così una tradizione prestigiosa che vanta illustri premiati. Mussapi presidente della giuria

Il Premio Internazionale “Flaiano Poesia” a Pescara ha premiato nel tempo Attilio Bertolucci, Carlo Betocchi, Maria Luisa Spaziani, Piero Bigongiari, Seamus Heaney (il quale ha ricevuto il Flaiano prima di vincere il Nobel), Yves Bonnefoy, Lawrence Ferlinghetti, Derek Walcott, Adonis, Mario Luzi. L’illustre premio si tenne a scadenza annuale dall’82 al 2002, poi una lunga […]

continua »
Roberto Cavallini
Alla galleria Panetteria Atomica di Roma

Foto per uscire

La mostra “Everydayshoes”, a cura di Guido Gazzilli e Ludovica Rosi, racconta il punto di vista dei detenuti sul mondo (più fuori che dentro il carcere). Una galleria di immagini e parole per mettere in relazione universi solo apparentemente distinti

Dove non ci sono viali su cui andare, ma solo corridoi, dove l’orizzonte è ridotto ad un pezzo di cielo oltre le sbarre e dove il camminare si riduce a pochi metri, su e giù, le scarpe assumono un valore simbolico. «Chi è privato della libertà e si trova in questi luoghi ha le scarpe […]

continua »
Fausto Pellecchia
Tra pensiero e politica

La filosofia di Petro

Da Deleuze a Derrida: il nuovo presidente della Colombia, Gustavo Petro, rappresenta una novità assoluta nel panorama del potere in America Latina. Ma, forse, un'eccezione in assoluto, grazie alla sua formazione filosofica

Gustavo Petro è il primo presidente di sinistra della Colombia: la sua elezione, avvenuta nel mese di giugno di quest’anno, rappresenta l’etichetta politicache segnala una svolta storica nei paesi dell’America latina.Anche se, con tutta evidenza, è ancora troppo presto per presumere le realizzazioni future del programma di Petro, una cosa, tuttavia, è sicura: da Deleuze […]

continua »
Ella Baffoni
Una città da ritrovare

Roma per Della Seta

Un convegno di studi ricorda Piero Della Seta, esperto di urbanistica e uomo delle istituzioni sempre vicino agli ultimi. Insieme ad altri studiosi e amministratori (Calzolari, Cederna, Insolera) contribuì a ridisegnare la Capitale. Per renderla moderna

Roma matrigna. Difficile non pensarlo quando si ragiona di alcuni civil servant, razza quasi sparita, che alla città hanno dedicato passione e conoscenza, e che non vengono ricordati nemmeno dall’intitolazione di una strada. Aldo Natoli, che ha dedicato a Roma venti indimenticabili anni, ponendo all’avanguardia il Pci che ha puntato il dito contro la speculazione […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/5

Sicurezza a Pozzuoli

Italo Giulivo, il direttore generale dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile della Regione Campania, risponde alle critiche espresse da Giuseppe De Natale su Succedeoggi: «La situazione bradisismo è sotto controllo. E tutti i piani sono pronti in caso di emergenza»

Il dottor Italo Giulivo, 62 anni, è il direttore generale dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile della Regione Campania. Dottor Giulivo, la crisi sismica dei Campi Flegrei vi mette in allarme? Questa crisi per noi è una fase dello stato del vulcano che va avanti dal 2012. I Campi Flegrei sono stati messi in […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/4

Obiettivo prevenzione

Giuseppe De Natale, uno dei più noti vulcanologi italiani, parla di come affrontare il rischio-bradisismo: «L'evacuazione di 600000-700000 persone da un'area considerata a rischio imminente di eruzione non potrà che durare anni, forse decenni, forse per sempre»

Un altro studioso ed esperto dei Campi Flegrei è il professor Giuseppe De Natale, 62 anni, uno dei più noti vulcanologi italiani, direttore negli anni passati dell’Osservatorio Vesuviano, referente italiano di IAVCEI, l’associazione internazionale di vulcanologia. Nel 2018 De Natale è stato insignito della medaglia “Sergey Soloviev” dall’ European Geosciences Union per le sue ricerche […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/3

Magma o gas?

Francesca Bianco dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia risponde ai dubbi espressi su Succedeoggi dall'esperto di bradisismo Giuseppe Luongo: «I nostri dati ci dicono che sotto Pozzuoli si muove solo il gas. E questo ci rassicura...»

Francesca Bianco, 61 anni, dirige dal settembre 2016 il prestigioso Osservatorio Vesuviano, istituto dell’INGV che sorveglia il Vesuvio, l’area Flegrea, l’isola di Ischia. Un organismo che venne fondato dai Borboni, nel 1841 da Ferdinando II, il penultimo re delle Due Sicilie. La Bianco è una fisica – e di questa sua laurea ne va orgogliosa […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Viaggio a Pozzuoli/2

Il magma di Pozzuoli

Giuseppe Luongo, uno dei massimi esperti del bradisismo di Pozzuoli, contesta i dati di analisi e i piani di prevenzione della situazione: «Non si tiene conto del fatto che sotto al terreno si sta muovendo il magma»

Il professor Giuseppe Luongo, 84 anni, è uno che i Campi Flegrei li conosce bene. La sua tesi di laurea in scienze geologiche nei primi anni Sessanta, ruotava attorno alla «radioattività naturale dei Campi Flegrei». Nel settembre 1983 fu nominato direttore dell’Osservatorio Vesuviano. Ha fatto parte anche, della Commissione Grandi Rischi. E nel 1992 fu […]

continua »
Carlangelo Mauro
Il senso di una crisi

Trasversali a Mosca

Fa riflettere, nei commenti trasversali di destra e di una certa sinistra all'invasione russa dell'Ucraina, la convergenza in difesa dell'imperialismo di Mosca. Un atteggiamento che, negando la realtà, è motivato solo dall'ostilità nei confronti dell'imperialismo americano

Ve li ricordate i bombardamenti indiscriminati nella seconda guerra in Cecenia di Putin? E la propaganda del Cremlino – quella denunciata da Anna Politkovskaja che anche per questo poi fu uccisa – secondo cui i Ceceni, l’intera popolazione, non singoli gruppi, erano tutti terroristi? (https://www.internazionale.it/notizie/anna-politkovskaja/2004/09/10/russia-putin-cecenia) La guerra fu battezzata da Mosca come “Operazione antiterrorista nel […]

continua »