Tina Pane
Un libro pubblicato da Exorma

Viaggiare lento

Con il pollice alzato si può girare il mondo. A patto di non avere fretta e di saper godere del presente. Ecco la filosofia di "Passaggi" un diario di viaggi in autostop di Paolo Pergola

Se chiedo a mio figlio di 16 anni che cosa rappresenta l’icona della manina stretta a pugno col pollice in su, lui mi guarda come fossi una deficiente e mi risponde “like, mamma, mi piace”. L’adolescente pensa subito a Facebook, io penso a quando adolescente in vacanza (coi soldi contati) a Lampedusa mi spostavo da […]

continua »
Nicola Bottiglieri
A proposito di "Numero zero"

Complotti (a parole)

Il nuovo romanzo di Umberto Eco è diviso in due parti: prima il gioco sui luoghi comuni, poi il ricamo sulle dietrologie italiane. Sono quasi due opere distinte. Forse, troppo

Non è azzardato dire che Numero zero (Bompiani, 218 pagine, 17 euro), il nuovo romanzo di Umberto Eco, sia una vera e propria celebrazione del luogo comune. Dove per luogo comune non bisogna intendere solo i luoghi geografici più frequentati di Milano (i ristoranti, i Navigli, le strade, ecc.) oppure i “luoghi” del linguaggio politico […]

continua »
Giuseppe Grattacaso
Un autore da rileggere

Maledetta Bellezza

Un Oscar Mondadori con tutte le poesie riporta alla luce Dario Bellezza, un poeta che ha esposto e raccontato se stesso come un simulacro di solitudine e dolore

Dopo la morte del poeta, avvenuta nel 1996, dell’opera di Dario Bellezza si è detto poco e si è scritto ancora meno. I versi dello scrittore romano, molto presente nei decenni Settanta e Ottanta nell’allora fervida vita letteraria della Capitale, sono stati come cancellati, offuscati dalla sua stessa leggenda, dalle vicende dolorose che condussero al […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Un bel libro di Neri Pozza

Malaparte mattatore

Da Mussolini a Togliatti. Osvaldo Guerrieri ricostruisce la vita istrionica, contraddittoria e piena di colpi di scena di Curzio Malaparte: un campione di italianità

Grande personalità, colto e arguto, rivolgeva la sua attenzione essenzialmente su se stesso. Ascoltava ed esaminava pochi altri, quelli che in un certo senso gli potevano servire per reggere il suo ruolo di maître à pensercon tratti da teatrante o per allargare il suo palcoscenico. Quando passeggiava sulle spiagge di Lipari (luogo di esilio), di […]

continua »
Ilaria Palomba
A proposito di «Supernova»

Cronache dal male

Tre adolescenti scendono le scale dell'inferno nel nuovo romanzo di Isabella Santacroce. Esattamente come predica una società che quotidianamente profana amore e desiderio

Supernova (Mondadori, 2015, pp. 161, 18 euro) è l’undicesimo romanzo di Isabella Santacroce, e richiama per temi, linguaggio e argomentazioni la sua prima trilogia, in particolare Luminal, dove una lingua lirica e postmoderna accompagnava in un viaggio notturno e psichedelico le due protagoniste, tanto spietate e immorali, quanto romantiche e sognatrici. In Supernova c’è la […]

continua »
Roberto Gramiccia
Un bel libro Einaudi

Salvate Venezia!

In un lucidissimo saggio, Salvatore Settis spiega come questa magnifica città sta morendo di turismo & neoliberismo. Ma dopo Venezia, anche le altre metropoli moriranno se non ritroveranno un'anima

Raramente tanta saggezza fu racchiusa in un testo di centocinquantaquattro pagine. Parlo di Se Venezia muore (Einaudi, € 11,00) di Salvatore Settis, che da poco più di un mese è disponibile in libreria. Tre sono le cose che mi hanno colpito di più in questa breve ma densissima opera. La prima è il piacere della […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La nuova raccolta di Fabrizio Dall’Aglio

Poesia in technicolor

Una poetica quella dell'autore reggiano che mette in evidenza l'elemento coloristico riferendosi a dinamiche pittoriche figurative ma anche astratte. E che nelle sue diverse modulazioni si interroga sulla radice della nostra identità

Poeta appartato e schivo, Fabrizio Dall’Aglio licenzia una nuova, elegante silloge intitolata Colori e altri colori (Passigli Editori, 96 pagine, 12,50 euro) che si configura come l’ideale approdo di un percorso iniziato nel 1984 con Quaderno per Caterina e proseguito con varie raccolte, tra cui quelle edite da Passigli: Hic et Nunc (1999) e L’altra […]

continua »
Elisa Campana
Lettera da Londra

Chi è Mr. W.H.?

A chi dedicò Shakespeare i suoi sonetti? A un amante? A un principe protettore? A un amico? No. Un saggio molto approfondito svela il mistero: sono un omaggio allo stampatore appena morto

«Mr W.H.» sono probabilmente le iniziali più celebri al mondo, a questo misterioso personaggio William Shakespeare, dedicò la raccolta Sonnets nel 1609 che racchiude versi unici e potenti per la loro eleganza e raffinatezza. A lui, accademici di mezzo mondo hanno consacrato infinite ore di studio, mentre eruditi dell’altro mezzo hanno detto la loro sulla […]

continua »
Nicola Fano
In memoria di Clara Sereni

Comunistitudine

A Perugia è morta Clara Sereni: con i suoi libri ha raccontato il nostro tempo; con affetto e lucidità critica. Per ricordarla, ripubblichiamo la recensione del suo "Via Ripetta 155", storia di giovani intellettuali impegnati, a Roma, negli anni Settanta

Oggi a Perugia è morta Clara Sereni, scrittrice schiva e “sociale” al tempo stesso: un’autrice che meglio di molti altri ha raccontato il suo tempo. Per ricordarla, ripubblichiamo la recensione del suo Via Ripetta 155, metà autobiografia e metà storia di una generazione, uscito nel 2015. —– Thomas Piketty, nel suo saggio sul Capitale nel […]

continua »
Alberto Fraccacreta
Le più belle conquiste scientifiche del '900

Il tempo? Non esiste (forse)

Con una prosa chiara ed elegante, Carlo Rovelli nelle sue “Sette brevi lezioni di fisica” ci mostra un universo simile a un contenitore a fisarmonica incantevole e poetico. E ci invita a riflettere su due gemme inestimabili che hanno cambiato il nostro modo di vivere: la relatività generale e la meccanica quantistica. Arte pura, in vero senso shakespeariano...

«Lo spazio non è piatto, è curvo. La trama stessa dell’universo, spruzzata di galassie, dobbiamo immaginarla mossa da onde simili alle onde del mare, talvolta così agitate da creare i varchi che sono i buchi neri». L’universo è un contenitore a fisarmonica incantevole e poetico. Supera il nostro potere intuitivo/immaginativo spazzando in maniera poderosa le […]

continua »