Maria Luisa Paolillo
Le foto di Andrew Kent in mostra a Milano

Bowie, vita di un mito

In “The Passenger”, le immagini più emblematiche della poliedrica e tormentata rock star. Colte dal fotografo-amico con discrezione e maestria, ponendo «sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore»

I miti incutono rispetto, ammirazione, timore. Vivono in una dimensione parallela e irraggiungibile, onirica, patinata e leggendaria. I miti non sono umani. Chi, apprestandosi ad andare a visitare la mostra The Passenger, in esposizione presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano (https://www.teatroarcimboldi.it/fat-event/david-bowie-the-passenger/?sd=1648926000&ed=1656277200 ) e visitabile fino al 26 giugno 2022, si aspettasse l’apologia di un mito, resterà […]

continua »
Maria Luisa Paolillo
Teresa Maresca e il Giappone

Il Kimono rivisitato

Prende spunto da una vicenda d’amore la personale dell’artista milanese che si confronta con un’antica passione, l’arte giapponese, coniugandola con la propria arte e con l’utilizzo di nuovi materiali, e dando vita così a opere nuove. Fino all’11 giugno Galleria Asian Art di Milano

Si dice che la realtà superi la fantasia. Ma è anche vero che la fantasia, nella forma della poesia, del racconto, dell’arte, è in grado di addolcire il dolore e di arrotondare e illuminare gli angoli oscuri della realtà. «È questo, infatti – afferma l’artista Teresa Maresca – uno dei pregi dell’arte, quello di potere […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart

Per Luigi Spagnol

Dedicata all'amico scomparso nei mesi scorsi, una lettura pubblica di Roberto Mussapi delle poesie sul commiato del grande cinese Li Po che qui anticipiamo. Anche per celebrare una delle tante iniziative editoriali condivise tra cui proprio una raccolta di Li Po in corso di pubblicazione

Luigi Spagnol se ne è andato a giugno, giovane e, seppur malato, sfolgorante di idee e vita. Dedico una serata al mio amico e editore: leggerò poesie scritte per le sue pubblicazioni, racconterò come sono nati libri parlando con lui. Come ha agito sulla mia poesia e la mia opera. Leggerò miei versi da lui pubblicati, […]

continua »
Teresa Maresca
Visite guidate

Lo spazio di Michelangelo

Girare intorno alla “Pietà Rondanini”, farlo, con l’immaginazione, risalendo al tempo in cui era esposta in una sala angusta, in una nicchia. Un luogo del nostro oggi che il Maestro ci insegna ad apprezzare

Pensando alla città dove vorrei andare quando avremo ritrovato la mobilità, per rivedere quel museo e quell’opera, subito ho pensato al Bellini della Frick Collection di New York, poi al Lambda di Oslo, il nuovo museo da pochissimo aperto con tutte le opere di Munch, alcune mai esposte. Ma mi accorgo che questi giorni di […]

continua »
Raffaella Resch
Liu Bolin al Mudec Photo di Milano

Vestito per sparire

Senza interventi di photoshop o altra tecnologia, il fotografo cinese raggiunge un effetto camaleontico, mostrandosi mentre si cela nei soggetti delle sue opere. Alludendo, antropologicamente, a complessi e studiati snodi concettuali tra visuale e sociale

Il Mudec Photo di Milano ospita una mostra di Liu Bolin, fotografo cinese notissimo, le cui opere riescono a “spaccare” la bulimia massmediologica nei confronti delle immagini e si imprimono nel nostro immaginario, grazie a una precisa strategia che oramai contraddistingue il suo “brand”: individuare un contesto e mimetizzarsi in esso. L’effetto camaleontico non è […]

continua »
Teresa Maresca
Cronache dall’Italia sospesa

L’usignuolo di Quasimodo

Un piccolo giardino a Milano, nel quartiere che ricorda le gloriose Cinque Giornate e dove abitavano partigiani. Luoghi abituati alla resistenza: come quella di una quieta bimba dirimpettaia o di un uccellino che all’alba rassicura col suo canto puntuale

Immagini di Roberto Cavallini Ho vissuto a Roma negli anni più spensierati e belli, gli anni dell’università, delle lezioni all’accademia, delle visite domenicali ai musei – ogni domenica una sala, o un museo diverso – degli incontri con gli amici a piazza Barberini o a Campo de’ Fiori, dove abitava Mara. Poi sono venuta ad […]

continua »
Raffaella Resch
In mostra a Milano

L’arte inquieta di Franco Cardinali

L'esposizione a Palazzo dei Giureconsulti è un'occasione per riscoprire la figura e l'opera di un artista irregolare, prototipo dell'autonomia e dell'indipendenza artistica. Sostenuto da Prevért e da Cocteau, a contatto con i più grandi pittori del '900, il suo percorso è un inseguimento della forma per dare configurazione al caos

Un caso curioso nel panorama dell’arte contemporanea è quello di Franco Cardinali (Rapallo, 1926 – Saint Paul de Vence, 1985) a cui il Palazzo dei Giureconsulti di Milano dedica una mostra fino al 14 febbraio 2019 (Franco Cardinali. Inquietudine necessaria). Artista pressoché autoditta e spirito brillante, Cardinali, pur partecipando ai più importanti circoli artistici del […]

continua »
Raffaella Resch
Una retrospettiva a Milano e a Venezia

Opałka, storia di un’ossessione

Per l’artista franco polacco, l’atto del dipingere travalica le finalità artistiche e diventa una necessità esistenziale. E le sue opere presentate nel doppio progetto espositivo a lui dedicato lo dimostrano, emozionando

La natura della ricerca estetica dalla seconda metà del ‘900 ai giorni nostri ha profondamente modificato i parametri dell’opera d’arte e della sua fruizione, nel progressivo tentativo non solo di abolire stilemi e tradizioni appartenenti al passato, ma anche di reinventare un nuovo possibile statuto dell’operare artistico, in riferimento alla complessità delle nuove discipline umane […]

continua »
Raffaella Resch
I Preraffaeliti a Milano

Se la rivoluzione nasce dall’antico

Ancora pochi giorni per vedere a Palazzo Reale la mostra dei capolavori della celebre Confraternita di artisti conservati alla Tate Gallery di Londra. Dalla pittura alla poesia, un’estetica a tutto tondo la loro, alla ricerca di una nuova compiutezza che guarda a modelli lontani

Le opere della Confraternita dei Preraffaeiliti (fondata nel 1848 con l’acronimo esoterico PRB, cioè Pre Raphaellite Broterhood) sono tra le immagini più radicate nell’inconscio collettivo globale, forse quanto la Gioconda di Leonardo, eppure la loro collocazione storica risulta difficile per chi non conosca questo movimento. Visionari, libertari, tenacemente oppositori di ogni istituzione consolidata dell’Inghilterra vittoriana, […]

continua »
Raffaella Resch
Al Civico Museo Archeologico di Milano

La rivincita degli Etruschi

Riapprodano a Milano a riprendersi la scena… Una mostra indaga il legame fra la civiltà etrusca e il capoluogo lombardo che ha dato fin dall’Ottocento forte impulso all’etruscologia. In attesa dell’apertura del museo che raccoglierà la preziosa collezione della Fondazione Luigi Rovati

Il sorriso enigmatico degli sposi stretti in un abbraccio sul sarcofago conservato al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma, le vivide immagini dei raffinati svaghi ed esibizioni sportive di cui ci restano testimonianze negli affreschi delle tombe di Tarquinia, ma nello stesso tempo la scarsità di testimonianze scritte e il passaggio osmotico, lento […]

continua »