Loretto Rafanelli
L’esordio di Elisabetta Pigliapoco

Puri moti dell’anima

Una raccolta pensata in anni di lavoro e di riflessione sulla scrittura e sul pensiero di moderni e contemporanei. “La luce di taglio” dell’autrice marchigiana, docente di letteratura italiana, ha ora preso forma, ed è una prova di sicuro valore che segna una nuova presenza nell’universo poetico

La poetessa Elisabetta Pigliapoco, quarantenne marchigiana di Monsano, dopo molti lavori critici e una collaborazione con Umberto Piersanti all’Università di Urbino, ha pubblicato infine il primo libro di poesia: La luce di taglio, con l’editore milanese Archinto. Ne diamo volentieri conto e rileviamo subito che è una prova di sicuro valore, una nuova preziosa presenza […]

continua »
Loretto Rafanelli
Montale degli “Ossi” in tedesco

Il perfetto traduttore

Diciannove poesie nella traduzione di Giancarlo Scorza, poeta, artista, intellettuale poliedrico scomparso nel 1987. Un lavoro con un surplus di valore, un’opera nell’opera, capace di «penetrare nel sacro recinto» di un’altra scrittura, con «familiarità e intuizione ricreatrice»

Ci pare oltremodo preziosa la riflessione che il noto critico Gualtiero De Santi compie riguardo il lavoro di traduzione di Giancarlo Scorza su diciannove poesie tratte da Ossi di seppia di Montale (nella foto vicino al titolo, immortalato da Ugo Mulas, ndr). Ciò non solo perché ne indaga le modalità e i criteri teorici con grande […]

continua »
Leone Piccioni
A proposito delle lettere dal fronte

Il nucleo di Ungaretti

Nella raccolta delle lettere scritte dal poeta nel 1917 all'amico editore Mario Puccini, spicca, emblematicamente, quella in cui è descritto il suo stato d'animo dopo «il giorno triste» di Caporetto: tutto sembra morto, senza senso, ma il sole torna a sciogliere la brina e «indiamanta l'erba»...

È uscito presso l’editore Archinto Ungaretti: lettere dal fronte scritte nella guerra del ’14-’18 e inviate a Mario Puccini che era uno scrittore-editore. Queste lettere sono scritte tra il marzo e il dicembre del 1917: «Anno cruciale per le vicende della guerra e culminate a fine ottobre con la ritirata di Caporetto, qui raccontata da […]

continua »