18
ottobre
2019

arti

Danilo Maestosi
Al Macro di Roma

Il tempo passa?

Una mostra cerca di cogliere il senso (artistico) del tempo: entità astratta che si fa concreta nel dare senso ai nostri sogni e ai nostri incubi. Dall'eternità alla morte

Strana creatura, strana bestia selvatica, il tempo. Ti vive accanto ma non si fa addomesticare. Cerchi di accarezzarlo e tocchi il vuoto. Più che un fantasma, è come l’uomo invisibile dei fumetti e dei film. Senti che esiste se ci sbatti contro. Perché il tempo non è mai dove dovrebbe essere. Ma c’è. È nelle […]

continua »
Mario Dal Co
Un dibattito su passato e nuovi media

Il 900 in Rete

La memoria del Secolo breve finirà nell'Atlante degli archivi fotografici e audiovisivi italiani digitalizzati. Come si fa a coniugare tecnologia e storia senza banalizzare i contenuti?

Al Ministero dei Beni Culturali (MIBACT), patrocinatore dell’iniziativa per decisione del ministro Dario Franceschini, nei giorni scorsi è stato presentato l’Atlante (edizioni Marsilio) degli archivi fotografici e audiovisivi italiani digitalizzati. Sarà in linea a settembre. Il segretario generale del MIBACT, Antonia Pasqua Recchia, ha ricordato l’intesa tra il Ministero e la Fondazione di Venezia per […]

continua »
Erminia Pellecchia
L'addio a una archistar

L’ostrica di Zaha

Inaugurata a Salerno la nuova stazione marittima, ultima opera di Zaha Hadid. Una palpebra aperta dalla grande architetto per ricollegare la città con il suo mare

«Entrando in uno spazio architettonico le persone dovrebbero provare una sensazione di armonia come se stessero in un paesaggio naturale». Si racchiude in questa frase di Zaha Hadid la sua liturgia estetico-formale, coerente e visionaria, la sua poetica di abitare il mondo, un organismo vivo, in movimento, intercettando, tra nostalgia del passato e ansia di […]

continua »
Erminia Pellecchia
Da oggi alla Mostra d'Oltremare

Salotto & Fumetti

La rassegna di fumetti Napoli Comicon diventa maggiorenne ma continua a mettere accanto eventi e discussioni. A cominciare dalla prestigiosa anteprima di «Game of Throne 6»

Fan del Trono di Spade mettetevi comodi. Ormai ci siamo, Game of Throne 6 è vicino, vicinissimo. La serie tv fantasy dell’Hbo, ispirata alla saga letteraria di George R. R.Martin, che dal 2011 è entrata nella cultura mondiale del nuovo millennio, facendo interrogare sulle ragioni del successo i sociologi di tutto il globo, partirà negli […]

continua »
Ella Baffoni
Una mostra nell'Asilo occupato dell'Aquila

Gli occhi dell’Aquila

La fotografa Claudia Pajewski ha raccontato la ricostruzione della città ferita dal terremoto. Mettendo insieme le memorie, le ferite, i cantieri e gli uomini che li popolano

Il passato dell’Aquila – città ferita e non solo dal terremoto ma anche dall’improvvido intervento del governo berlusconiano e dalle passerelle mediatiche sulle macerie – lo sappiamo bene. Dal 2014 qualcosa s’è mosso, però, e la zona rossa si è aperta a una selva di gru. Di cantiere in cantiere già si vede il risultato, […]

continua »
Lidia Lombardi
Memorie del Novecento

«Imparate l’arte»

Storie di conflitti (antichi) tra collezionisti privati e musei pubblici: colloquio con Fabrizio Russo, gallerista antiquario, nume tutelare della memoria futurista

Fabrizio Russo, gallerista antiquario, espone nelle vetrine e nelle sale – in via Alibert, cuore della Roma degli artisti – “gioielli” futuristi. Ma è attento anche ai contemporanei, come i sette giovani artisti che animano la rassegna Shakespeare in Rome appena inaugurata, che, con il patrocinio del British Council, celebra i quattrocento anni dalla morte […]

continua »
Danilo Maestosi
Quando l'arte diventa commercio

Mucha e Barbie

Due mostre parallele, il consumo liberty (Adolphe Mucha) e il giocattolo di consumo (Barbie), il Paradiso e l'Inferno illuminano il nuovo corso del Vittoriano di Roma

Adolphe Mucha e Barbie. Una grande firma del liberty e un’icona del giocattolo. Curiosa l’accoppiata di mostre che sigilla la nuova stagione dell’Ala Brasini del Vittoriano, passata dalla gestione ventennale di Alessandro Nicosia a quella della società Arthemisia, un’azienda che punta alla leadership del settore espositivo. Diversi i protagonisti chiamati in scena, diverse le organizzazioni […]

continua »
Danilo Maestosi
Due mostre a Palazzo Reale

Nuovo miracolo a Milano

Un omaggio a Studio Azzurro e un'opera del gruppo moscovita «AES+F» ripropongono (direttamente e indirettamente) l'impegno e il realismo magico del film di De Sica e Zavattini

Riemergo dalla sbornia di sensazioni di un week end in questa Milano di inizio aprile, straripante calderone e labirinto di eventi e mostre d’arte contemporanea, trascinandomi appresso come fili d’Arianna gli echi forti di due sogni. Bussole preziose i sogni, belli o brutti che siano, perché dei sogni e dell’universo cifrato in cui ci proiettano, […]

continua »
Erminia Pellecchia
Al padiglione 3 di Fieramilanocity

Rinascimento milanese

Grande successo per "Miart", la Fiera d'arte contemporanea che Vincenzo De Bellis ha letteralmente rianimato mescolando sperimentazioni e suggestioni. E rilanciando il mercato

Una sorpresa. Una piacevole sorpresa la ventunesima edizione di Miart che ha occupato con i suoi stand alveari – logo l’apicoltura ad indicare la laboriosità di artisti e galleristi – il padiglione 3 di Fieramilanocity. Risultato? Un miele di qualità, complice la sapiente miscela dei bouquet di questo felice giardino dell’arte fiorito all’ombra della Madonnina. […]

continua »
Ella Baffoni
Le polemiche sulla mostra di Bologna

Un urlo sui muri

Di qua l'esigenza di auto-rappresentazione di una comunità (incarnata dagli street artist) e di là la tentazione commerciale di vuol dare un prezzo alla street art: due mondi inconciliabili

Ora che, passati i fasti dell’inaugurazione, si è un po’ placata la polemica sulla mostra “Street Art-Bansky & Co. L’arte allo stato urbano” (di cui Erminia Pellecchia ha parlato a lungo qui su Succedeoggi: clicca qui per leggere l’articolo) può essere il momento giusto per tentare qualche riflessione. Vogliamo conservare, restaurare, tramandare quel che di […]

continua »