Danilo Maestosi
A Palazzo Braschi di Roma

L’oro di Klimt

Torna in mostra Gustav Klimt ed è subito grande successo di pubblico. Perché la sua arte così datata suscita ancora passioni e attenzioni? Forse perché rappresenta un'icona assoluta di bellezza. Liberata di qualunque altro condizionamento

Esco da questa mostra romana su Klimt, in corso fino al 27 marzo a palazzo Braschi, trascinandomi appresso una doppia sensazione di piacere e disagio, che mi consente di svincolarmi nel racconto dalla neutralità della cronaca. Il disagio nasce dal distacco con cui mi scopro a guardare molte delle opere alle pareti. Un po’ come […]

continua »
Danilo Maestosi
A Roma, a Palazzo Braschi

Un’altra Roma

Una grande, bella mostra ripercorre la nascita della Capitale e della sua vocazione metropolitana. Dai dipinti di Michele Cammarano che inventano il mito di Porta Pia alle splendide foto di Giovanni Primoli che raccontano il miscuglio unico di plebe e aristocrazia, fino alla rivoluzione urbanistica di Ernesto Nathan

Mi lascio alle spalle palazzo Braschi e la mostra Roma. Nascita di una capitale. 1870-1915 – costruita con rigore e grande impegno produttivo per la ricorrenza dei 150 anni – con la certezza di aver assistito a un evento davvero imperdibile, per chi abita questa città e si misura con il suo futuro. Qualunque sia […]

continua »
Paolo Petroni
A Palazzo Braschi di Roma

L’arte del costume

«I vestiti dei sogni» è una mostra su «La scuola dei costumisti italiani in un secolo di cinema» che mette in ordine la moda e l'immaginario nel punto in cui coincidono

C’è un costume, quello bianco ideato da Piero Tosi e realizzato dalla sartoria Tirelli per il gran ballo di Claudia cardinale/Angelica, nato per uno dei capolavori del nostro cinema, Il gattopardo di Luchino Visconti, che ha girato mostre expo di tutto il mondo e ha aiutato sicuramente, nel suo piccolo, la fortuna della moda italiana […]

continua »