Gianni Cerasuolo
Fa male lo sport

Dancelli dei miracoli

Domani si corre la Milano-Sanremo, una specie di piccola Eneide del ciclismo sempre più dimenticata sotto al (celebre) Poggio. Non come nel 1970, quando Michele Dancelli ruppe un vecchio incantesimo

Quando c’erano ancora le mezze stagioni, i muri dentro e fuori di noi non erano crollati e la festa di San Giuseppe non era diventata la festa del papà, il 19 di marzo andava in onda in tv una saga: la Milano-Sanremo. Biciclette e zeppole; De Zan e gentili signori e signore, buongiorno; la coperta […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Un libro di sport e avventure

Il desiderio va in bici

L'amore, il sesso il ciclismo: tre mondi in costante conflitto. Ma che hanno prodotto meravigliose leggende. Come quella Coppi e Giulia Occhini o quella di Louis Gérardin e Edit Piaf. Un libro scritto da Walter Bernardi ne ripercorre a dozzine. Da non perdere...

«Vorrei coccolarti, essere ai tuoi piedi e fare l’amore sin quasi a morirne, annientata da te, fare l’amore ancora meglio, non avere più alcun pudore, abbandonarmi totalmente al desiderio, non essere più su questa terra, essere stanca al punto di non avere più la forza di dire “ti amo”». Scriveva così Edith Piaf al suo […]

continua »
Nello Mascia
Falli da dietro

Epica dello stoicismo

Tempo di primavera, tempo di Milano-Sanremo! Sul tempio del ciclismo più effimero (quello che dura solo lo spazio di un giorno), i campioni si giocano il tutto per tutto!

In Europa ci ridono dietro.  Una sola squadra fra Champions e Euroleague. Come la Svizzera e peggio del Portogallo. Il calcio non abita più qui. Bisogno di altrove. È tempo di “classiche”. È primavera. E se è primavera, allora c’è la Sanremo. Impossibile perderla. Anche nel ciclismo siamo proprio messi male. Non abbiamo un uomo da classiche. […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Fa male lo sport

Un Giro di parole

Nella storia, il Giro d'Italia, al di là delle due ruote, è sempre stato il Circo Italia (come lo chiamava Pratolini). Oggi si rinnova un mito antico. Che gli scrittori, da Buzzati a Brera, da Vergani alla Ortese, hanno sempre raccontato con passione

Il Giro d’Italia è stato un grande romanzo popolare. La storia (e le storie) della bici e di questo Paese. Da quel lontano, pleistocenico 1909, anno dell’edizione numero 1, a quella numero 97 che pedala in questi giorni da Belfast a Trieste. Raccontata a lungo da scrittori e giornalisti. Quasi a creare una sorta di […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Fa male lo sport

Poulidor, lo sconfitto

Sono i giorni del Tour de France, si fatica, si vince e si perde. Ma la memoria corre a un perdente di genio, un campione che arrivò sempre secondo (e non indossò mai la maglia gialla): Raymond Poulidor

Sono i giorni del Tour. Sono i giorni di Felice Gimondi. Cinquant’anni fa, nel 1965, il campione bergamasco, debuttante nella corsa, si prese la Grande Boucle al Parco dei Principi, il 14 luglio, la data  simbolo della Francia. Ma non è di Gimondi che si vuole qui parlare. Quanto piuttosto dell’uomo che l’italiano batté contro […]

continua »
Gianni Cerasuolo
Fa male lo sport

La truffa di Lance

Sprezzante, potente, minaccioso e soprattutto pieno di Epo fino alla punta dei capelli. La farsa tragica di Lance Armstrong, che i potenti del ciclismo hanno accarezzato per anni, arriva in libreria e al cinema con David Walsh e Stephen Frears

La storia di Lance Armstrong è stata innanzitutto uno storia di potere. Il potere di comandare, di corrompere, di contare su una rete di complici e sull’omertà di tutto un ambiente. Il potere e l’arroganza di avere per amici personaggi importanti e influenti compresi Bush jr., Clinton e Obama, di attaccare con cattiveria e calcolo […]

continua »