Roberto Mussapi
Every beat of my heart, la poesia

Magica soglia

Il mutamento eterno e quotidiano della realtà dalla luce al buio: la sera. Quel passaggio è cantato con la prodigiosa sapienza del poeta dal supremo Ugo Foscolo in un gioiello insuperabile. Eccolo…

Gli incanti del buio: dal rapimento notturno, da quella condizione di interruzione del tempo e di irruzione del sogno, ha origine una costola della letteratura universale. Il buio è come il mare, come il viaggio, come il sole, come il cielo: i grandi scenari che, pur pieni di bellezza e senso, e anzi forse proprio […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart, la poesia

Il volo di Foscolo

La poetica dei “Sepolcri” culmina nella cupola in cui le storie umane e la storia divina s’incontrano: dopo l’esplorazione stellare e la pittura orante, nella cupola la poesia si realizza come memoria che evoca e trasforma, come fondamento di vita

I sepolcri, uno dei capolavori della poesia di ogni tempo, ha inizio con immagini di buio e ombra, di chiusura: «All’ombra dei cipressi e dentro l’urne». Le stesse parole ombra e urna comunicano foneticamente un senso di chiusura, e pare vano, in quegli spazi stretti e ermetici, il conforto del pianto. E immediato, per contrasto, […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart, la poesia

L’intuizione di Gray

Grazie al poeta inglese vissuto nel XVII secolo, Foscolo compose “I sepolcri”. Perché l’elegia di Thomas Gray indica la presenza di una memoria collettiva fatta di infinite storie individuali e dove tutte le voci convivono

L’elegia del cimitero campestre di Thomas Gray, scritta nel diciassettesimo secolo, non è solo, come insegnano le storie, la pietra miliare della letteratura sepolcrale. E non è solo l’opera che ringraziamo per avere ispirato I sepolcri a Ugo Foscolo, il poema che porta vertiginosamente memoria e speranza a superare la storia da cui nascono, a […]

continua »