Tina Pane
A metà strada tra Roma e Napoli

Elogio del Gaetano

...nel senso del cittadino di Gaeta: un enclave che mescola storia illustre a speculazione (non solo edilizia) Anni Settanta. Davvero un prototipo dell'identità italiana

La Marina di Serapo, a Gaeta, in questa stagione ancora così tranquilla, si presenta come una compatta teoria di edifici a due e tre piani, frutto dell’esplosione edilizia degli anni ’60 e ’70. Alcuni di questi edifici cercano di sfuggire all’anonimato presentando una facciata ruotata di quasi 90 gradi rispetto all’asse stradale, balconate aggettanti o […]

continua »
Tina Pane
Arte «totale» a Napoli

Sui tetti di Nitsch

Il museo dedicato a Hermann Nitsch, artista totale sospeso fra teatro e provocazione, compie sette anni e presenta una nuova collezione. Mettendo in relazione l'avangiardia e la città

Con Arena. Opere dall’opera, il Museo Hermann Nitsch di Napoli ha festeggiato i suoi primi 7 anni, presentando a un foltissimo pubblico la nuova collezione. Si tratta di un’ampia raccolta di “relitti”, tutti provenienti dalle azioni teatrali che l’artista viennese ha messo in atto, in vari luoghi, dagli anni ’60 ad oggi. Hermann Nitsch (Vienna […]

continua »
Tina Pane
Un incontro allo “Scugnizzo Liberato”

I sogni di Igort

Ospite di un collettivo sociale, il celebre autore di comix, Igort, a Napoli ha spiegato come certe utopie possono (e devono) essere vitali. Grazie a un disegno

Tre appuntamenti affollati di pubblico in soli due giorni e una mostra che durerà fino all’inizio di marzo. È questo il risultato ottenuto dalla Scuola Italiana di Comix che con la collaborazione del Comicon, della galleria Hde e del collettivo NaDir ha portato a Napoli nei giorni scorsi Igor Tuveri, uno dei più importanti e […]

continua »
Tina Pane
A Napoli, a Palazzo Zevallos Stigliano

Consenso di guerra

Una mostra molto documentata ricostruisce la parabola della propaganda del governo italiano durante la Prima guerra mondiale. Al grido di «Date denaro per la Vittoria: la Vittoria è la Pace»

In che modo, durante la prima guerra mondiale, le autorità italiane si rivolsero alla popolazione civile? Come cercarono di instillare nelle persone, angosciate per i congiunti o gli amici che avevano al fronte, un sentimento di partecipazione per le vicende belliche? E soprattutto, come convinsero la gente a fornire supporto economico per il bene della […]

continua »
Tina Pane
Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Il sogno di Pompei

Una grande mostra di dipinti e foto ripercorre la suggestione che la scoperta delle rovine di Pompei ha prodotto sull'arte mondiale. Da Goethe fino a Picasso

Anche per i Napoletani, anche per chi lo già visitato, è sempre un’emozione varcare l’ingresso del Museo Archeologico Nazionale, lasciandosi miracolosamente alle spalle la confusione e il traffico di una zona a frenetica viabilità. Il luogo è maestoso e austero, e sa d’antico, di nobile; lo sguardo è immediatamente catturato dallo scalone monumentale protetto dai […]

continua »
Tina Pane
Tra locomotive e littorine

Cattedrale di ferro

Visita guidata al Museo Ferroviario di Pietrarsa, un luogo unico e fascinoso situato nella zona orientale di Napoli che racconta l'illusione delle macchine che avevano un'anima

Narra la leggenda – perché della leggenda ha il fascino, pur essendo un fatto storico – che il 3 ottobre del 1839 venne inaugurato il primo tratto ferroviario d’Italia, lungo quasi 7 chilometri e mezzo, sul percorso Napoli-Portici. A bordo del treno, composto di due convogli, re Ferdinando II di Borbone, la famiglia reale e […]

continua »
Tina Pane
Un convegno di studi a Napoli

Eredità Pino Daniele

Oggi all'Università Suor Orsola Benincasa si parlerà del grande cantautore scomparso e della sua funzione di «bene culturale». Così la sua città lo elegge a mito che va oltre la musica

Già lo scorso 19 marzo, giorno in cui l’artista napoletano avrebbe compiuto 60 anni, il ricordo di Pino Daniele si è di nuovo fatto onda ed è tornato sui giornali, sui post nei social, nelle chiacchiere al bar e per la strada. In quella giornata i tanti fans napoletani del cantautore hanno potuto testimoniare il […]

continua »
Tina Pane
Viaggio in Italia/2

I pomodori di Venosa

Da Ferrandina a Venosa, passando per Craco e (naturalmente) Melfi: un piccolo catalogo di segreti che forse dovremmo tutti conoscere meglio. Per riscoprire la nostra identità

Dopo Matera, il percorso lungo e faticoso tra Ferrandina, Craco, Stigliano e Aliano mi ha portato nel cuore dei Calanchi, una zona centrale e sostanzialmente arida del territorio lucano, dove la temperatura ha sfiorato i 40 gradi per quasi tutta la giornata e il vento che entrava dai finestrini dell’auto mi faceva l’effetto di un […]

continua »
Tina Pane
La cultura come bene comune

La libreria partecipata

A Napoli, al Vomero, i cittadini un anno fa hanno dato vita a uno strano esperimento: hanno creato dal nulla “Iocisto“, una libreria indipendente. Una scommessa vinta, come ci racconta Alberto Della Sala, il direttore

La socia numero mille, che pochi giorni fa ha versato la sua quota di cinquanta euro, è una studentessa di 14 anni, ma c’è stata una rappresentante di classe che ha iscritto una prima elementare. Il socio più anziano è il filosofo ultranovantenne Aldo Masullo e tra gli associati spiccano i nomi di Maurizio De […]

continua »
Tina Pane
Cartolina dall'isola

Misteri a Procida

Fin dal Seicento, ogni anno per il Venerdì Santo tutta la comunità di Procida, vecchi e bambini compresi, organizza una processione rituale di grande fascino e valore simbolico

Per Procida, la più piccola e la meno turistica delle tre isole del golfo di Napoli, il venerdì Santo è un giorno speciale. Da quasi quattro secoli infatti, nel giorno della passione e della morte di Cristo, l’isola – ma proprio tutta l’isola – si unisce intorno al rito dei Misteri, una processione che inizia […]

continua »