Nicola Fano
In scena al teatro Argot di Roma

Pirandello e i disoccupati

Matteo Tarasco ha preso “Enrico IV“ di Pirandello e si è concentrato sulla vita assurda dei quattro figuranti che devono sostenere la recita folle del re. Ne è venuta fuori una gustosa parodia

Spesso, scavando nei classici si trovano misteri e paradossi che rendono quei medesimi classici ancora più attuali e contemporanei di quanto non appaiano a prima vista. Scavando nei classici, per esempio, si possono trovare degli spin-off che portano altrove rispetto all’originale, ma arrivano inevitabilmente a mettere sotto una luce nuova il classico medesimo. Ne ho […]

continua »
Laura Novelli
In scena all'Argot di Roma

L’ultimo Ibsen

Come distribuire affetti e speranze familiari? «Dall’alto di una fredda torre» di Filippo Gili (autore) e Francesco Frangipane (regista) affronta un tema classico ma sempre bruciante

Il titolo ricorda un tormentato e complesso dramma di Hugo von Hoffmannsthal in cui si racconta la vicenda di un principe rinchiuso in una Torre perché gli astri hanno indicato in lui l’uomo che rovescerà l’Ordine (memorabile resta di quest’opera la messinscena firmata da Luca Ronconi al Fabbricone di Prato nel ’78). Dunque, tra i […]

continua »
Nicola Fano
Sulla scena di Roma

Teatri paralleli

Due spettacoli con stili e motivazioni opposte: “Il borghese gentiluomo" di Venturiello e Tosca, e "Amleto?" della Macelleria Ettore. Due modi diversissimi di emozionare. Due pubblici entusiasti ma lo stesso problema: la carenza di spazi e attenzioni istituzionali

Provate a immaginare due spettacoli teatrali agli antipodi che pure hanno problemi simili: a me è successo in poche ore di avere davanti agli occhi questa fotografia gioiosa e dolente del nostro teatro. I due spettacoli che ho visto praticamente in sequenza sono: Il borghese gentiluomo di Molière con Massimo Venturiello e Tosca e le […]

continua »