Marco Ferrari
Un libro tra storia e fotografia

Passione Stromboli

Tornano in libreria le foto che Federico Patellani realizzò a Stromboli nel 1949 in margine alle riprese del film che consacrò l'amore tra Rossellini e la Bergman. Oltre alla vita del set, colpiscono i particolari di vita isolana da cui nacque il mito delle Eolie

«Caro Signor Rossellini, ho visto i suoi film Roma città aperta e Paisà e li ho apprezzati moltissimo. Se ha bisogno di un’attrice svedese che parla inglese molto bene, che non ha dimenticato il suo tedesco, non si fa quasi capire in francese, e in italiano sa dire solo “ti amo”, sono pronta a venire […]

continua »
Alessandro Boschi
Visioni contromano

Verità e Realismo

Torna nelle sale un capolavoro nato come un documentario e diventato subito lo specchio della rinascita italiana. Non perdetevi l'occasione di rivedere "Roma città aperta" di Rossellini!

La prima domanda che ci siamo fatti è stata se fosse possibile scrivere qualcosa di nuovo su Roma città aperta, il capolavoro di Roberto Rossellini appena tornato nelle sale grazie al restauro della Cineteca di Bologna compiuto con la collaborazione dell’Istituto Luce e della Cineteca Nazionale. La risposta più sincera ci è sembrata un “no”, […]

continua »
Lidia Lombardi
“Il cervello di Alberto Sordi”

Il partigiano Sonego

“Antifascista involontario”, lo sceneggiatore che ha stretto con Sordi un sodalizio professionale inimitabile, rifiutò sempre di esaudire un desiderio del grande attore: quello di interpretare Mussolini. Come racconta Tatti Sanguineti...

Alberto Sordi voleva interpretare Mussolini. Il Duce, che gli calzava a pennello nei tratti roboanti, non poteva mancare nella galleria di “mostri” che aveva fatto in decine e decine di film. Ma non gli riuscì di indossare su un set gli stivali neri dell’uomo di Predappio perché gli mancò la spalla. Anzi il suo cervello. […]

continua »