Raoul Precht
Periscopio (globale)

Doppio Hofmannsthal

Doppia edizione per "Andrea o i ricongiunti" di Hugo von Hofmannsthal: due traduzioni, una classica e una inedita mostrano due modi diversi di leggere un classico. Un modo per entrare nell'officina di scrittura del grande autore

Con la mia recensione arriverò probabilmente buon ultimo, stavolta, ma non importa. Quel che conta è parlare dei libri che hanno una loro rilevanza specifica, a prescindere dal fatto che siano appena usciti o già, come in questo caso, da qualche mese. Qui il libro è uno e trino, in verità: abbiamo l’originale, l’Andreas oder […]

continua »
Raoul Precht
Castelporziano/6

Le valigie di Evtušenko

«Al suo arrivo a Roma – vero atto di lesa maestà – Evtušenko s'era ritrovato senza valigie, e chissà se nel frattempo gli organizzatori erano riusciti a recuperarle, fra Mosca e Fiumicino, dovendo mediare fra due inefficienze, quella sovietica e quella democristiana»

Riassunto delle puntate precedenti: il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi dei poeti tedeschi presenti al Festival di Castelporziano. Nella sezione precedente, mentre tutti attendevano l’arrivo provvidenziale di Patti Smith, il protagonista ha avuto modo di conoscere meglio un altro dei “suoi” poeti, Volker Von Törne. * * * In […]

continua »
Raoul Precht
Casteporziano/5

L’Hotel Enalc

«Arrivai al famigerato albergo nel primo pomeriggio, domandandomi come potesse mai un hotel, per scalcinato che fosse, chiamarsi Enalc, prendere cioè come nome la sigla dell’ente che l’aveva fatto edificare»

Riassunto delle puntate precedenti: il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi dei poeti tedeschi presenti al Festival di Castelporziano. Nella sezione precedente il protagonista ha fatto una lunga e istruttiva passeggiata con Erich Fried. * * * Ma a ripensarci adesso, a ritroso, non è forse un caso se già […]

continua »
Raoul Precht
Castelporziano/4

Quella stentorea Pleiade

«L’importante era che glieli cedesse senza fare il prezioso, che potessero pubblicarli insieme a quelli di tutti gli altri, la stentorea pleiade dei vari Ginsberg Evtušenko Ferlinghetti Orlovsky...»

Riassunto delle puntate precedenti: il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi dei poeti tedeschi presenti al Festival di Castelporziano. Nella sezione precedente il protagonista ha avuto un primo contatto con il folle ambiente dei poeti e cominciato il suo lavoro. * * * Mentre camminavamo con il sole negli occhi, […]

continua »
Raoul Precht
Castelporziano/3

Le poesie di Gerald

«Quando Erich riuscì finalmente a liberarsi di quel­la stretta, non so in che modo, visto che da parte mia, essendo impegnato a disquisire con Gerald, non avevo potuto seguire più di tanto il loro scambio, sgattaiolò subito da noi»

Riassunto delle puntate precedenti: il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi dei poeti tedeschi presenti al Festival di Castelporziano. Nella sezione precedente il protagonista ha incontrato tutti e quattro i poeti che dovrà tradurre nonché il germanista che lo ha invitato, e ha cominciato a rendersi conto di quanto improvvisata […]

continua »
Raoul Precht
Periscopio (globale)

Le lotte di Celan

Ricordo di Paul Celan, a cinquant'anni da suo drammatico suicidio nella Senna. La sua è la parabola di un poeta solitario e costantemente in lotta con la vita e il destino. Per questo le sue ricercate parole non hanno tempo

Un combattente. Ecco, malgrado la sua assoluta mitezza, la prima immagine che mi si affaccia alla mente nel pensare a Paul Celan, morto suicida nella Senna mezzo secolo fa, il 20 aprile del 1970. Un combattente che, arrivato a quasi cinquant’anni di vita – in novembre celebreremo infatti anche il centenario della nascita -, non […]

continua »
Raoul Precht
Castelporziano/2

Johannes e Volker

«Mi prese subito in simpatia, Johannes, o sotto la sua ala protettrice, per così dire, mi parlò di Natascia, la compagna di viaggi e bevute ed esaltazioni cui aveva dedica­to una poesia che avrebbe voluto leggere quella sera»

Riassunto: il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi dei poeti tedeschi presenti al Festival di Castelporziano. Nella puntata precedente, il protagonista è stato convocato all’albergo Enalc di Ostia e ha conosciuto il primo dei poeti che tradurrà, Johannes Schenk. * * * Ma non precorriamo i tempi. La conversazione con lo […]

continua »
Raoul Precht
Un romanzo a puntate/1

Castelporziano

Da oggi pubblichiamo, in dieci puntate, un romanzo inedito dedicato alle avventure ormai mitiche del Festival dei poeti di Castelporziano del 1979. La storia di un traduttore che si aggira tra i "giganti" della poesia dell'epoca

Pubblichiamo qui a puntate, con scadenza bisettimanale, il lunedì e il giovedì, un romanzo di Raoul Precht intitolato Castelporziano e dedicato al Festival dei poeti svoltosi sulla spiaggia di Ostia nel giugno 1979. Il romanzo segue le avventure di un giovanissimo traduttore chiamato a occuparsi in particolare dei poeti tedeschi presenti al Festival, e tocca argomenti […]

continua »
Raoul Precht
Periscopio (globale)

Istanbul a Roma

Si può parlare di una mostra chiusa per coronavirus? Sì, se per raccontare la Istanbul di Ara Güler ci si può appellare al libro di Orhan Pamuk che alle immagini del grande fotografo fece quasi da controcanto

Di passaggio per Roma, nelle scorse settimane sono riuscito davvero per un caso fortunato a vedere, al Museo di Roma in Trastevere, le suggestive fotografie di Istanbul scattate da Ara Güler durante la sua lunga carriera di fotografo. In altri tempi, voler condividere l’esperienza con il lettore sarebbe stato un riflesso normale. Ma, abbrancati dalle […]

continua »
Raoul Precht
Periscopio (globale)

L’azzardo di Vian

L'esordio da grande promessa, il successo popolare (enorme) con un giallo durissimo, poi l'ostracismo della società letteraria e editoriale francese: storia di Borsi Vian, a cent'anni dalla nascita

Chi ha abbastanza immaginazione e audacia da introdurre in un romanzo, come se nulla fosse, un pianoforte perfettamente funzionante che, al di là delle sue normali prestazioni sonore, è anche in grado di preparare dei cocktail in base alla melodia suonata? Per essere più esatti, in questa creazione fantastica, denominata “pianocktail”, a ogni nota corrisponderebbe […]

continua »