Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Maria Grazia Calandrone

Le parole e i fossili

Una lirica che si muove sapientemente sul filo del rasoio che divide tradizione e modernità, affiancandosi (e affrancandosi) con colpi improvvisi di coda da una deriva piuttosto che da un’altra

Maria Grazia Calandrone, poetessa milanese che vive e opera e Roma, ha pubblicato varie raccolte, tra cui La scimmia randagia (2003), La macchina responsabile (2007) e Sulla bocca di tutti (2010), edite da Crocetti. Sempre per l’editore milanese è uscita nel 2015 Serie fossile (144 pagine, 14 euro) che conferma l’impressione di trovarsi di fronte […]

continua »
Giuseppe Grattacaso
A proposito di "Un punto di biacca"

Poesia del particolare

Con i suoi versi, Anna Elisa De Gregorio mira a raccontare, a volte a disegnare, il mondo, spesso facendosi attrarre dai piccoli eventi e dalle contraddizioni che lo caratterizzano

Un tratto ricorrente nei versi di Anna Elisa De Gregorio, raccolti nel volume Un punto di biacca, recentemente edito da La Vita Felice, è dato da una sottile vena di melanconia che pervade le liriche, che pare alimentata dalla ricerca di una ragione che possa dare conto della ragione che muove gli avvenimenti terreni e […]

continua »
Loretto Rafanelli
Tutto Giuseppe Conte

Le parole del mondo

Un prezioso volume raccoglie l’opera del poeta ligure. Oltre trent’anni di militanza poetica in difesa di un grande patrimonio di storia, tradizioni e pensieri, e continuamente alla ricerca del senso originale e autentico dell’esistenza

Per parlare dell’opera poetica di Giuseppe Conte, racchiusa in un Oscar (Poesie,1983-2015, Mondadori) pubblicato in occasione del compimento dei suoi 70 anni, è necessario, quasi come premessa, soffermarsi su alcuni temi che stanno a cuore all’autore, quelli del simbolico, dell’epico, del mito. Conte afferma che le Muse sono «correnti di energia vivente che ci richiamano […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Umberto Fiori

Uno come tutti

Individuo e comunità. Due termini da sempre alla ricerca di una definizione nella poetica naturalmente etica di Fiori. Dai tempi dell’esperienza politica degli anni Settanta. Poi c’è la questione della “voce”, strumento identitario per eccellenza…

Il percorso poetico di Umberto Fiori si snoda attraverso un tracciato urbano riconoscibile proprio nei suoi aspetti più degradati e comuni, una Milano che in realtà potrebbe essere qualsiasi altra metropoli o città, con squallide periferie e facciate di palazzi che nascondono ogni sorta di angherie ma anche inaspettate tenerezze, ridendo nel buio con gli […]

continua »
Ilaria Palomba
Un libro di poesia da leggere

Le vite degli altri

Giusy Del Salvatore nella sua raccolta “Criptica come la luna" affronta temi intimisti che hanno a che fare con l'immagine e la percezione del sé, con l'identità e la ricerca delle identità

Criptica come la luna di Giusy Del Salvatore (AlterEgo Edizioni, 2016, pp. 75, euro 15) è un libro di poesie illustrate dall’artista Ettore Dicorato. Le illustrazioni sono veri e propri disegni che ricordano per certi versi la street art dei migliori writers e richiamano alla mente emozioni che attingono alla sfera del profondo. Le poesie […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Vivian Lamarque

Un falsetto tutto suo

Toni leggeri ma temi controversi e spesso dolorosi. Favole e vita. Questa la cifra della poetessa che si annovera di diritto nella categoria degli «inconsolabili consolatori del mondo». Così, anche nella sua ultima raccolta “Madre d’inverno”…

Vivian Lamarque è una delle più apprezzate e conosciute autrici italiane, che con la sua opera è riuscita a conquistare una frangia di pubblico in genere refrattaria alla poesia. La sua lirica è immediata, diretta, non si esprime attraverso formule astratte o sibilline, ricorrendo spesso a uno stile semplice e a rime facili («m’incantò la […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Silvio Ramat

Il doppio mestiere

Razionalità equilibrata nell’esercitare il mestiere di critico, libertà giudiziosa nell’espressione poetica. Due tendenze che non devono ostacolarsi ma sostenersi producendo così un’energia speciale. È un’arte che l’autore di “Ellis Island” sa ben praticare…

La figura di Silvio Ramat è una delle più autorevoli della poesia italiana che ha all’attivo un congruo numero di sillogi, pubblicate dai più prestigiosi editori e raccolte nel 2006 nel volume Tutte le poesie 1958-2005, edito da Interlinea. Alla sua attività di poeta, Ramat affianca quella di studioso della letteratura italiana, con un occhio […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Maurizio Cucchi

Storie senza trama

Con il distacco di un semplice cronista che si avventura sul luogo di una tragedia, la poetica dell’autore milanese registra le suggestioni del quotidiano e le trasforma in metafisica. Superando ogni retorica e facile rassicurazione…

La recente pubblicazione delle Poesie (1963-2015) negli Oscar Mondadori (394 pagine, 13 euro), curata in maniera ragguardevole da Alberto Bertoni, ci dà l’opportunità di misurarci con una delle più significative opere poetiche dagli anni Settanta in poi, in cui la forte componente realistica – ma si tratta un realismo di tipo non naturalistico, «aperto ai […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart, la poesia

Che Billy sia con voi

Il monologo di Tatiana, regina delle fate, da “Sogno di una notte di mezza estate” con l’augurio che lo spirito del Bardo ci aiuti a guardare con simpatia ai nostri disturbi quotidiani. E anche con un po’ di poesia…

Parla Titania, regina delle fate: protesta, o battibecca, con il marito Oberon, loro re. Gelosie coniugali tra i due, tutte piuttosto fondate ma esilaranti, e rivelazioni sconvolgenti: nel Sogno di una notte di mezza estate Shakespeare comprende e svela come il mondo naturale della superficie (mare e maree, fiumi, campi, giardini, e con loro noi […]

continua »
Loretto Rafanelli
“Osare dire” di Cesare Viviani

Dei dolori degli altri

Nella sua ultima raccolta il poeta senese sussurra i modi per raggiungere una luminosa meta invisibile, consegnandoci alla nostra fragilità, alla dignità del cuore incrinato, dedicando attenzione piena alla vita, alla comprensione dell’altro. Non un’indicazione religiosa, ma spirituale…

Osare dire (Einaudi) è il nuovo libro di poesia di Cesare Viviani. Esce a distanza di quattro anni dalla pubblicazione di Infinita fine e ancora una volta il poeta senese si inoltra in nuovi spazi, come peraltro ci ha abituato, tanto da poter dire che mai si sia fermato allo stesso libro. Ma quali sono […]

continua »