Paola Benadusi Marzocca
Una biografia di Caterina I

La Cenerentola di tutte le Russie

Un solido materiale storico supportato da efficaci elementi d’invenzione rendono avvincente il romanzo di Ellen Alpsten che ricostruisce la vicenda della seconda moglie di Pietro il Grande, una zarina illuminata che aggiunse umanità al consorte-titano

La figura dello zar Pietro il Grande come tutti i personaggi dotati di vero carisma continua ancora oggi ad affascinare i posteri anche se sono passati molti anni dal kolossal televisivo statunitense a lui dedicato con l’indimenticabile interpretazione di Maximilian Schell. Ma nessuno scrittore a parte alcuni storici si è mai dedicato alla biografia della […]

continua »
Alberto Fraccacreta

Pietroburgo, una chimera

Adelphi ripropone il romanzo di Andrej Belyj nella luminosa traduzione di Angelo Maria Ripellino. Ambientato nell’epoca della rivoluzione del 1905, le sue pagine - dove tutto si afferma e tutto si nega - sono tra le più suggestive e folli della Russia letteraria

«Se poi ci si ostina a convalidare l’assurda leggenda che Mosca abbia una popolazione d’un milione e mezzo di abitanti, bisognerà riconoscere che la capitale sia Mosca, perché solo le capitali hanno una popolazione d’un milione e mezzo di anime, mentre le città provinciali non hanno, non hanno avuto e non avranno mai una popolazione […]

continua »
Francesco Arturo Saponaro
Ultima replica all’Opera di Roma

Due russi in gioco

È dal 1956 che nella Capitale non si rappresentava “La Dama di picche” di Čajkovskij ispirata al racconto di Puskin. Dirige con mano sicura James Conlon alla guida di un cast vocale formidabile

Quasi sessant’anni di assenza. Strano. L’unico allestimento precedente de La dama di picche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, all’Opera di Roma, è infatti datato addirittura al febbraio 1956. E fu presentato come “novità per Roma”, tradotto in italiano come da noi usava, allora e per molti anni ancora, per le opere in lingua straniera. Eppure, dal […]

continua »