Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

Perdersi in Angola

La nostalgia secondo José Eduardo Agualusa, scrittore angolano da scoprire. Poi la guerra di Ferruccio Parazzoli e i racconti d'aprile della Sellerio

Angola. Dalla penna di José Eduardo Agualusa (nato in Angola) che la critica annovera tra i migliori narratori portoghesi di oggi, un romanzo insolito (e ben venga!) e bellissimo: Teoria generale dell’oblio (Neri Pozza, 219 pag., 16,50 euro). Stravagante la trama, che si dipana tra il disordine che fa seguito al l’indipendenza dell’Angola; insolita la […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

Donne, arte e sangue

Tre "gialli" intorno a tre figure femminili: dalla biografia di Artemisia Gentileschi di Pietrangelo Buttafuoco, alla Venezia oscura di Paolo Forcellini, fino ai Krull di Georges Simenon

Quadri e amori. La grande pittrice Artemisia Gentileschi, artisticamente influenzata dai colori del Caravaggio, aveva una pessima reputazione. Nella Roma “che appartiene ai senza Dio”, la chiamavano “la colorara” e attorno a lei volteggiavano spudorate fantasie sessuali e pettegolezzi difficili da contenere, figuriamoci a smentirli. Il suo destino s’incrocia con Agostino Buonamici Tassi, tardo manierista […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
A proposito di «Panem et circenses»

A tavola coi romani

Che cosa mangiavano i romani antichi? E come? E dove? Un saggio storico (con tanto di ricette) di Alberto Jori ricostruisce tutto: dai banchetti ai pranzi quotidiani dei soldati

Viviamo ormai in un delirio gastronomico. Giornali, periodici, gare televisive con i blasonati e ricchissimi masterchef (accalappiati da qualsiasi tipo di pubblicità): ovunque si parla di fornelli, quasi ci muovessimo in un dopoguerra semi-affamato. Quel che però manca è l’aspetto storico del desinare, che è pur parte della nostra cultura. Una gradevolissima e documentatissima eccezione […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
A proposito di “Ti amo”

Pizzini d’amore

Simone Regazzoni ricostruisce la complessità dell'amore. E tutto ciò che lo rende un'esperienza difficile nella sua pienezza: «Abbiamo molte semplici avventure, per evitare l’avventura dell’amore».

Il poeta britannico Auden scriveva, o forse gridava: «La verità, vi prego, sull’amore». In quest’epoca chiamata sbrigativamente post-moderna, e in questo giorno dedicato a San Valentino, uno dei tanti trucchi ad usum mercatorum, l’amore rischia di essere ridotto a uno dei tanti giocosi giochi del cuore. Certo che oggi non rinunciamo all’amore, ma ne preferiamo […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Memoria e memorie/1

Storie dal ghetto

Il nazismo visto da Tadeusz Pankiewicz, farmacista "ariano" che scelse di restare fino alla fine nel Ghetto di Cracovia per cercare di aiutare in qualche modo gli ebrei

I nazisti non parlavano in modo normale. Urlavano. È questa una delle tante cose osservate e poi descritte dal polacco Tadeusz Pankiewicz, il farmacista ariano che volle rimanere nel ghetto di Cracovia, città che, assieme a Varsavia, fu il teatro della grande prova generale della reclusione, della deportazione degli ebrei da parte dei tedeschi invasori, […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

La Befana dei libri

Nella calza, per i bambini, quest'anno metteteci dei libri. Qui ve ne proponiamo alcuni meno consueti: da uno Shakespeare raccontato ai bambini all'infanzia di Albino Pierro. Dalle favole per ogni giorno alle meraviglie della natura da scoprire

Streghe. Certe tragedie di William Shakespeare possono davvero far paura. A meno che a presentarle ai ragazzi sia un abile divulgatore come Daniele Aristarco che, in Shakespeare in short, (Einaudi Ragazzi, 201 pag., 16,90 euro) riassume, con veridicità e delicatezza dieci opere del drammaturgo inglese. Gli ingredienti sono tanti: amore, intrigo, magia, passione, odio, amicizia, […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Un libro per Natale

L’anima di Emma

Rapiscono le pagine di “Madame Bovary” in cui Flaubert s’addentra nell’interiorità. Affilato, essenziale e modernissimo il pennello con cui tratteggia i moti del cuore della protagonista del suo celebre romanzo che impiegò otto anni a concludere

Per completare quel capolavoro che si chiama Madame Bovary, Gustave Flaubert (1821-1880) impiegò otto anni. Meticoloso, documentatissimo, procedeva lentamente, anche perché distratto da molti altri impegni e vittima di sporadici attacchi di epilessia (sua madre era nevrastenica). In una lettera all’amante Louise Colet confessa di essere ossessionato dalla perfezione: «Ci vogliono spesso molte ore per […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

Il surf e la Storia

La disperazione secondo Don Robertson, le Azorre di Niccolò Agliardi, il falconiere di T.H. White e il cuoco del passato di Andrea Biscaro: quattro storie da leggere

Disperazione. Settantenne, ex camionista, cittadino di un Texas rozzo e volgare, padre di un ragazzo di 17 anni per meningite spinale, perennemente al capezzale della moglie malata terminale di cancro. Peggio di così! Ecco Herman Marshall e così viene sempre chiamato dall’autore, Don Robertson, (1929-1999), osannato da Stephen King che lo considera il più grande […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

Tre gialli d’autore

Franck Bouysse, Andrea Camilleri, Henning Mankell: le "indagini" di tre narratori alla ricerca del mistero della vita. Tre libri non solo per gli appassionati del genere

Il segreto. Nella zona di Francia che vide il massacro dei calvinisti chiamati Ugonotti (70 mila morti nell’estate 1572), si svolge il romanzo di Franck Bouysse (Ingrossare le schiere celesti, Neri Pozza, 174 pag., 15 euro). Un noir ambientato ai nostri tempi nell’oggi rurale. Un colpo all’anima. Protagonisti in “una grande quiete bianca” sono il […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Dopo l'elezione di Trump

L’incubo americano

Un celebre giornalista francese, Michel Floquet, ha condotto una grande inchiesta sui vizi capitali degli americani. Razzismo, classismo, diseguaglianza, povertà eccessiva. Insomma, l'american dream si è rovesciato: nasce da qui la vittoria di Trump?

Ma che America si troverà a governare, Donald Trump? Avrà il coraggio di affermare che la nazione più potente del mondo è ancora “la terra delle opportunità”? E, soprattutto, quale America ha eletto Donald Trump? Chi ha seguito in tv e sui i giornali i raduni elettorali e le elezioni per la Casa Bianca avrà […]

continua »