Lidia Lombardi
“Versi di note” al Gemelli di Roma

Poesia come cura

Da Danilo Rea a Silvia Bre, da Peppe Servillo a Claudio Damiani… Si è conclusa la bella iniziativa che ha portato nella hall dell’ospedale capitolino poeti e musicisti jazz che hanno regalato a un pubblico inconsueto un po’ di leggerezza

La hall del Policlinico Agostino Gemelli di Roma è un’autostrada per pedoni. Camici bianchi e verdi, studenti e infermieri, malati vestaglia e pantofole diretti nell’ala giornali-bar, bambini, vecchi col bastone, parenti di infortunati, pazienti degli ambulatori. Tutti rapidi, tutti concentrati sul loro impegno o sul loro cruccio. All’improvviso il non-luogo diventa il contrario. Arriva una […]

continua »
Simona Negrelli
Visto all’Università della Calabria

La parola Napoli

Toni e Peppe Servillo stanno girando l'Italia con uno spettacolo di poesie e canzoni dedicato alle contraddizioni di Napoli, una città/universo sospesa tra elegia e emarginazione

L’anima di Napoli viene fuori per frammenti, per scorci illuminati. Bella e violenta, misera e selvaggia, gioiosa e sporca. Tutto tenuto insieme dalla musicalità della parola, il filo sottile che intesse una trama fatta di poesia, teatro e note. Un concetto che per i simbolisti francesi dell’Ottocento si applicava unicamente al verso poetico ma che […]

continua »
Simona Negrelli
All'Auditorium dell’Università della Calabria

Due Servillo in canto

La nuova stagione del teatro di Cosenza parte con un bello spettacolo musicale di Toni e Peppe Servillo: poesia per Napoli, da Eduardo fino a Mimmo Borrelli

La nuova stagione del Teatro Auditorium dell’Università della Calabria sceglie di andare “Oltre la scena”. Un titolo e una dichiarazione programmatica insieme, sia perché il teatro interagisce con musica, letteratura, cinema e arti figurative, sia perché il cartellone comprende, insieme alle performance vere e proprie, anche laboratori, seminari e mostre. Si parte domani, martedì 19 […]

continua »
Erminia Pellecchia
La rassegna in Costiera

L’inverno di Ravello

Da Peppe Servillo a Raiz, da Modugno a De Andrè: il festival di Ravello quest'anno raddoppia in inverno. E diventa una grande vetrina di nuova (e antica) musica

Amore travolgente, passione estrema, voluttà, forza, istinto e voglia di libertà. Fragile e volubile sarà la caliente Rossella Brescia a riscaldare l’inverno della divina costa a passo di danza. Con la Carmen, allestita dal coreografo Luciano Cannito sulla colonna sonora delle musiche di Georges Bizet riadattate da Marco Schiavoni, si apre il minifestival targato Fondazione […]

continua »
Erminia Pellecchia
Verso il "Ravello Festival"

Elegia napoletana

«Una città, fatta di vizi e pregi, che vogliamo raccontare»: così Toni e Peppe Servillo presentano il loro nuovo recital, «Cantami una poesia», che debutterà il 29 dicembre

Più di un concerto, più di un reading, più di un recital: è una dichiarazione d’amore, una festa di musica, versi e canzoni, l’emozionante Cantami una poesia, che i fratelli Peppe e Toni Servillo hanno dedicato alla loro Napoli, «una città, fatta di vizi e pregi, che vogliamo raccontare attraverso gli occhi, le parole e i sentimenti di quelli che […]

continua »
Gianni Cerasuolo
A proposito delle "Voci di dentro"

Il naso dei Servillo

I due fratelli che interpretano Eduardo recitano uniti come se volessero proteggersi, sorreggersi, quasi fondersi in un unico personaggio: menecmi moderni destinati a separarsi piuttosto che a ritrovarsi

Sulla scena quasi si sovrappongono, stanno appiccicati l’uno sull’altro, l’uno accanto all’altro, il profilo dell’uno che combacia con il profilo dell’altro se si prendono i loro nasi come punto di riferimento: due propaggini uguali. E soltanto alla fine si staccano, uno in un angolo, l’altro nell’angolo opposto, una diagonale geometrica e ostile. Una specie di […]

continua »