Paolo Petroni
Visto al Teatro India di Roma

Il Casanova deluso

Federico Tiezzi e Sandro Lombardi (regista e interprete) riscrivono per la scena il capolavoro di Schnitzler, "Il ritorno di Casanova”: uno spettacolo dove la filosofia si scontra con la vita

Uno spettacolo di grande raffinatezza e una davvero straordinaria prova d’attore questo Ritorno di Casanova di Arthur Schnitzler visto a Roma all’India, portato in scena da Federico Tiezzi e interpretato da Sandro Lombardi, ritratto di un Settecento antilluminista in cui si sfiora l’assoluto nel gioco in bilico tra l’eros come sentimento d’eternità, momento di oblio, […]

continua »
Paolo Petroni
Ancora su “Beauty Dark Queen”

Vaudeville a Troia

Come si può far rivivere i classici? Stefano Napoli, storico animatore dell'underground teatrale romano, mescola le carte del mito, della seduzione della cultura pop

Un Eros senza freccia e senza arco, disarmato è il simbolo che passa di mano in mano, sparisce ma poi sempre ritorna di questo nuovo spettacolo di Stefano Napoli, Beauty Dark Queen (Lo strano caso di Elena di Troia) e questo amore che non ferisce, che non può colpire, è il segno di rapporti senza […]

continua »
Paolo Petroni
Uno spettacolo “educativo"

Scene dal disagio

Ne "La classe” di Vincenzo Manna (diretto da Giuseppe Marini) c'è una rappresentazione cruda e limpida del disagio giovanile a tutte le latitudini. Un lavoro che induce a riflettere sulle nostre vite

Le notizie su abitudini e caratteristiche della vita delle galline, chiose alla vicenda e ai personaggi fatte da Albert, giovane e precario professore, sembrano ricordare il fortunato titolo di un libro di Anthony De Mello e voler dire che i suoi alunni sono aquile che si sentono polli, incapaci di volare. Sono un gruppo di […]

continua »
Paolo Petroni
Memoria e memorie/2

Comici nei lager

Antonella Ottai ha scritto “Ridere rende liberi”, una ricostruzione fedele dell'attività teatrale dentro ai lager. I reclusi "celebri" erano costretti a esibirsi per le Ss: un misto di orrore e assurdo

Oggi lo sappiamo bene ed è tutto documentato: nei lager nazisti si disegnava, si scriveva, si faceva e componeva musica, ma questo libro di Antonella Ottai, Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti (Quodlibet, pp. 234, 18,00 euro) ci ricorda e testimonia che vi sopravviveva anche il teatro comico, il cabaret. La comicità nei luoghi […]

continua »
Paolo Petroni
A proposito di "Io sono con te"

L’odissea di Brigitte

Melania Mazzucco racconta la storia di una donna congolese vittima di violenza e indifferenza nel suo paese come in Italia. Una vicenda drammatica dalla quale è difficile, poi liberarsi

Si sottointitola “Storia di Brigitte” questo nuovo libro di Melania Mazzucco, Io sono con te (Einaudi, pp. 260, 17,50 euro), storia di un’infermiera congolose, Brigitte Zebè Ku Phakua, che è arrivata a Roma, senza saper nemmeno dove sia, e ha perso tutto (tutto nel senso più completo e letterale), dopo aver passato esperienze terribili prima di riuscire avventurosamente […]

continua »
Paolo Petroni
Visto all'Eliseo di Roma

Gli italiani di Mamet

Sergio Rubini aggiorna "Americani" di David Mamet dandogli una coloritura tutta italiana: anche da noi la crisi ha devastato i rapporti interpersonali come in America...

È un’umanità di individui alla deriva quella che ci propone David Mamet sin dall’inizio, dagli anni ’80, quando vinse un Pulitzer con “Glengarry Glen Ross”, che fu visto, nel suo iperrealismo, come un figlio di Tennessee Williams e Arthur Miller, mentre più lo si vede (e direi ascolta) più appare evidente che il suo lavorare […]

continua »
Paolo Petroni
Il dizionario del presente

La lingua bullizzata

Antieuro, Bancare, Bullizzare, Cattivista, Disidentità, Ecoreato, Euroburocrazia, Foreign Fighter, Mediocrazia, Svuotacarceri, Trollare: sono alcune delle nuove parole dello Zanichelli 2017. Che racconta un'Italia in grande movimento

Che ritratto dell’Italia d’oggi esce dalle nuove parole accolte quest’anno nel vocabolario Zingarelli 2017 appena uscito, nuove forme di espressione, modi di dire, sinonimi che arricchiscono il nostro linguaggio e entrano così a pieno titolo nella lingua italiana, andando a sommarsi alle oltre 145mila voci, 380mila significati di questa edizione? Ecco che sempre più gente, […]

continua »
Paolo Petroni
Festa in onore del Premio Nobel

Il secolo di Dario Fo

Dario Fo compie novant'anni. Nella travagliata storia del suo teatro c'è la parabola di un'Italia che si nasconde le verità per poi riscoprirle e celebrarle. Insomma, un vero e proprio "Mistero buffo”

«No che non esiste». Sicuro? «Non c’è, non esiste, non ci credo. Però…». Però cosa? «Che invenzione. Come diceva Voltaire, Dio è la più grande invenzione della storia. E quel che più conta, ha fatto tutto da solo,  si è inventato da sé». È l’inizio del libro dialogo di Giuseppina Manin con Dario Fo su […]

continua »
Paolo Petroni
Un saggio sui linguaggi vecchi e nuovi

Dal teatro a Wapp

Ha ancora senso difendere il teatro di fronte all'enormità sociale di Youtube o Whatsapp? Forse sì. Perché solo nel rapporto tra scena e platea scorre un flusso vitale pieno

“Cinema è Teatro” sarà il titolo di un festival che si dovrebbe svolgere tra fine Settembre e inizio Ottobre 2016 a Salerno, promosso dal Cos-Consorzio Operatori dello Spettacolo al Teatro delle Arti con le sue varie sale e spazi, ma anche aprendosi alla città o al porto, oltre a guardare, almeno in futuro, a una […]

continua »
Paolo Petroni
Al Napoli Teatro Festival

Un Goldoni in nero

Maurizio Scaparro ripropone “La bottega del Caffè” di Goldoni con Pino Micol e Vittorio Viviani. Un testo durissimo sulla borghesia, sui suoi affari e la sua dubbia morale

Un bar per sfaccendati accanto a un locale bisca dove la gente si rovina giocando con le macchinette, spaccato di una società in crisi che deve trovare in sé la forza di reagire, un po’, possiamo pensare, come la Venezia settecentesca spensierata e mercantile al culmine del suo sviluppo ma allo stesso tempo viziosa all’inizio […]

continua »