Nicola Fano
Alla Sala Fontana di Milano

Girotondo Goldoni

Marco Lorenzi ha messo in scena “Gl'innamorati" di Goldoni; una storia di passione e gelosia, di delusioni e fallimenti. Una storia eterna, insomma, rivitalizzata da un'ottima compagnia di attori

Come mai non capita più spesso di vedere classici a teatro? Non dico quelli dei tromboni, dico i classici fatti da compagnie giovani, possibilmente piene di energia, di idee e rispetto. Credo dipenda da un duplice equivoco formativo. Da un lato, la scuola appiattisce i classici, li immusonisce, impedisce loro di mostrare ciò che li […]






continua »
Nicola Fano
A proposito della politica culturale italiana

Cultura a costo zero

Roma Capitale pubblica un avviso per acquisire (gratis) progetti e idee per il Teatro di Villa Torlonia. Ponendo vincoli burocratici e assicurativi. E sbagliando anche le date. È questo il rispetto che le amministrazioni hanno per la cultura e la creatività?

Qui non si fa politica, anche se distruggere con metodo la cultura potrebbe essere anche una questione politica. Comunque, se volete sapere come una prestigiosa amministrazione pubblica (quella di Roma Capitale, nel caso) leggete queste righe. Vi racconteremo un piccolo obbrobrio, non dissimile da tanti altri capitati qui o altrove, dello stesso segno. Ebbene, l’amministrazione […]






continua »
Nicola Fano
Visto alla Sala Uno di Roma

Lavorare uccide?

Luca Mazzone porta in scena “Contrazioni" del britannico Mike Bartlett: quasi una tragedia moderna sul lavoro senza umanità. Un gioco doloroso e perfetto per le due brave attrici: Viviana Lombardo e Silvia Scuderi

Fra le trasformazioni più profonde e odiose del dopo-2009 c’è il fatto che il lavoro è diventato un privilegio, non più un diritto. Ragione per la quale chi dà occupazione (e reddito) si sente in diritto di tenere in pugno il destino dei propri dipendenti; i quali sono disposti a fare di tutto, ma proprio […]






continua »
Nicola Fano
Visto al Teatro Vascello di Roma

L’Ibsen dimezzato

“Una casa di bambola” nella versione di Roberto Valerio, cambia il finale di Ibsen, vanificando il dramma di Nora. Ma è bravissima Valentina Sperlì a riscattare il cuore del dramma

Cominciamo dalla fine: se doveste andare a vedere Una casa di bambola di Ibsen con la bravissima Valentina Sperlì che si dà a Roma, al Vascello (e poi continuerà una lunga tournée), dovete sapere che il finale non è quello di Ibsen. Nel senso che qui il regista Roberto Valerio, anche in scena come Torvald, […]






continua »
Nicola Fano
Visto all'Astra di Torino

Da Büchner a Jarry

Cesare Lievi ripropone "Leonce e Lena” di Georg Büchner e ne fa una sorta di parodia di Amleto, rendendo omaggio alle avanguardie storiche (non solo teatrali), da Jarry a Malevic

Georg Büchner, lo scrittore tedesco morto a ventiquattro anni nel 1837, gode un improvviso ritorno di fama, qui da noi: lo scorso anno Mario Martone ha messo in scena il suo mastodontico, malfermo e irrisolto Morte di Danton allo Stabile di Torino, ora Cesare Lievi ripropone la favola di Leonce e Lena sempre a Torino, […]






continua »
Nicola Fano
Visto al teatro dell'Orologio di Roma

Un anti-Natale

«Porcomondo” di Francesca Macrì e Andrea Trapani è un apologo inquietante sull'Occidente precipitato nel vuoto, la notte di Natale... Un incubo del quale siamo tutti protagonisti

Una coppia normalmente alienata, la notte di Natale, mentre fuori nevica. Sono i protagonisti senza nome di Porcomondo, spettacolo di Biancofango (Francesca Macrì e Andrea Trapani) da anni in giro per l’Italia e ora a Roma, al Teatro dell’Orologio per una settimana di repliche. Uno spettacolo di forte impatto emotivo per via della inquietante, lineare […]






continua »
Nicola Fano
Visto al Teatro Olimpico di Roma

L’Italoamerimusical

Jerzey Boys, il musical sulla storia dei Four Season diretto da Claudio Insegno è una perfetta macchina da emozioni fatta di musica, ritmo, passioni classiche e soprattutto luci “parlanti“

Jerzey Boys, il musical diretto da Claudio Insegno che ha debuttato a Roma all’Olimpico, è una macchina perfetta. Due ore e mezzo di ritmo, emozioni, canzoni: quello che caratterizza qualunque spettacolo del genere, direte. Ma bisogna vedere come sono mescolati gli ingredienti per capirne l’efficacia. Qui, a farla da padrone, è il ritmo. Il ritmo […]






continua »
Nicola Fano
Dopo l'elezione di Trump

Il sole e la paura

Quel che è successo negli Usa è la fine di un cerchio, non un nuovo inizio. La paura ha messo in soffitta la ragione. Ma, come dice Obama, domani, comunque sia, sorgerà il sole. Cerchiamo di immaginare come e perché

«Non importa che cosa accadrà: comunque vada, domani sorgerà il sole». A Roma, oggi, dopo una settimana di pioggia e di grigio, splende il sole: aveva ragione Barack Obama. C’è sempre una buona ragione per essere ottimisti. Ma aveva ragione anche Beckett: «Come ogni giorno, il sole splende sul niente di nuovo» (è l’incipit di […]






continua »
Nicola Fano
Visto al Teatro Eliseo di Roma

L’uovo di Orsini

Umberto Orsini ripropone "Il giuoco delle parti" di Pirandello e lo costruisce come il ricordo ossessivo di Leone Gala, il protagonista, che da vecchio rivive all'infinito la sua storia. Insomma, un riverbero continuo di verità e follia. Molto pirandelliano

Umberto Orsini aveva interpretato Leone Gala, il protagonista de Il giuoco delle parti di Pirandello, nel 1996. Ma probabilmente ha visto anche la versione memorabile che di quel testo fecero Romolo Valli e Giorgio De Lullo nel 1965 (ripresa nel 1976, con Anita Bartolucci al posto di Rossella Falk nel ruolo di co-protagonista). Ebbene, ragionevolmente […]






continua »
Nicola Fano
Visto alla Cometa di Roma

Barberia Venturiello

Massimo Venturiello racconta la storia di una barberia di provincia mescolando (in musica) sogni, illusioni e delusioni. Un piccolo gioiello scenico che scoppia di ritmo popolare e vitalità

Delle vecchie barberie di paese un’immagine colpiva molto la mia fantasia: quel pentolino di acqua calda fumante che serviva a sterilizzare i ferri del mestiere e a riscaldare le pezze con le quali i barbieri ammorbidivano la pelle dei clienti prima di raderli. Massimo Venturiello ne ha messo in scena uno perfetto, di questi pentolini, […]






continua »