Nicola Fano
L'estetica e il materialismo

Mila, Verdi e Totò

L'editore Manni pubblica le lezioni di Massimo Mila su "Le opere brutte di Giuseppe Verdi”. Uno splendido esempio di genialità critica contro la moda del trash

C’è stato un periodo (intorno alla metà dello scorso secolo) in cui i critici – gli studiosi di qualunque materia dell’arte, della società e della cultura – si attenevano scrupolosamente a ciò che era dentro l’oggetto dei loro studi. C’era poco da volare, poco da fare illazioni, poco da smarcarsi dalla realtà: l’analisi doveva limitarsi […]






continua »
Tina Pane
Un convegno di studi a Napoli

Eredità Pino Daniele

Oggi all'Università Suor Orsola Benincasa si parlerà del grande cantautore scomparso e della sua funzione di «bene culturale». Così la sua città lo elegge a mito che va oltre la musica

Già lo scorso 19 marzo, giorno in cui l’artista napoletano avrebbe compiuto 60 anni, il ricordo di Pino Daniele si è di nuovo fatto onda ed è tornato sui giornali, sui post nei social, nelle chiacchiere al bar e per la strada. In quella giornata i tanti fans napoletani del cantautore hanno potuto testimoniare il […]






continua »
Nicola Bottiglieri
Canto (secolare) all'estate

Beatrice al sole (mio)

Nelle pieghe della nostra canzone più famosa nel mondo, «'O sole mio», c'è l'essenza delle contraddizioni della nostra identità: luce e buio, aria fresca e tempesta, creatività e arte di arrangiarsi. Perché l'Italia è una canzone

Forse la canzone italiana più conosciuta all’estero è O sole mio, e forse proprio per questo la storia della sua nascita e del suo successo è tipica del nostro paese. Nacque nel 1898 a Napoli, nello stesso anno in cui vide la luce l’attore comico Antonio De Curtis, detto Totò ed ambedue, la canzone e […]






continua »
Alberto Fraccacreta
Omaggio al Boss che ha compiuto 65 anni

Amore è libertà

Rilettura filosofica di una canzone di Bruce Springsteen priva di orpelli e strizzate d'occhio, che suona come un appello ad amare in modo adulto, nella reciproca comprensione, nell'accettazione dell'altro per come è. Così “Lift me up” evoca Dante, Simone Weil, Erich Fromm...

«Lift me up, darling, lift me up and I’ll fall with you lift me up, let your love lift me up». Un insolito, pettinato Bruce Springsteen avvolto da giacca di pelle American Graffiti e paesaggio scandinavo, senza traspirazioni da backstage, né voce roca, né micidiale tempra, canta in falsetto – con insperata dolcezza – versi […]






continua »
Lidia Lombardi
Un “inedito” al Festival intitolato al musicista

Giallo Prokof’ev

Sapeva dare la giusta tonalità musicale a una tonalità di colore. Così affermò Ejzenstein che affidò le immagini del suo “Ivan il Terribile” alla colonna sonora del compositore russo. Riproposta all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Niente grande schermo, niente fotogrammi sul telone bianco, con le loro ombre lunghe, inquietanti come solo l’espressionismo di Ejzenstein sa fare. Ma per tre sere all’Auditorium Parco della Musica di Roma è stato come veder proiettata la magniloquente pellicola del maestro sovietico, Ivan il Terribile, uscita nel 1944 e insignita del Premio Stalin. E infatti […]






continua »
Paolo Petroni
Una mostra a Roma

Mistero Edith Piaf

Cent'anni dopo, il mito di Edith Piaf è intatto. Nella sua voce c'è il segreto di una donna capace di affascinare il mondo con la sua personalissima concezione del dolore. Nella vita come nell'arte

Di Edith Piaf oggi resiste e affascina ancora l’aspetto anticonvenzionale, l’artista ribelle e dalla vita tragica che non dava peso alla fama o al denaro, trovando se stessa solo sulla verità della scena e nei rapporti d’amicizia e amore. Oggi, 19 dicembre, avrebbe compiuto cento anni e se la Francia l’ha celebrata a Parigi con […]






continua »
Simona Negrelli
La rassegna "La Sila suona bee"

Mannarino ai monti

Alessandro Mannarino suonerà sul Monte Curcio, nel parco nazionale della Sila cosentina, in Calabria, a 1.800 metri d’altezza: un rito che va oltre la musica

Ha cantato nelle bettole, per le strade, nei teatri, gli mancava solo la cima di una montagna, evocata, tra l’altro, dal titolo del suo nuovo album, Al monte. Alessandro Mannarino porterà, domenica prossima, 13 settembre, il suo folk-rock, la sua poesia e visionarietà su Monte Curcio, nel parco nazionale della Sila cosentina, in Calabria, a […]






continua »
Silvio Perrella
Grande evento al teatro Diego Fabbri

Il mito Henry Cow

A Forlì, per un concerto eccezionale organizzato da “Area sismica”, ha suonato il mitico gruppo degli anni Settanta di “rock intellettuale”. E non è stata solo una goduria per nostalgici

Henry Cow è stata la più bella famiglia musicale – a capotavola sedeva il grande Robert Wyatt – che potesse incontrarsi negli anni Settanta. Una famiglia nomade e sempre pronta ad acquisire nuovi membri e a confrontarsi con altri musicisti. Se ne andava in giro riproducendo sul palco un ambiente illuminato da lampade un po’ […]






continua »
Erminia Pellecchia
Dopo Ravello, oggi concerto a Roma

Generazione Francesco De Gregori

Schivo e riservato, Francesco De Gregori accompagna gli spettatori in un lungo pellegrinaggio nel proprio repertorio. Alla ricerca delle radici comuni

Pezzi di sorriso, pezzi di lacrime, pezzi di canzone, pezzi di storia, pezzi di vita che diventano viaggio… Nella scaletta del concerto che Francesco De Gregori ha tenuto lo scorso 10 luglio a villa Rufolo non compare, tra i tanti brani cult evocati, Vai in Africa Celestino. Eppure le parole-immagini di quella ballata del 2005 […]






continua »
Elisabetta Torselli
Imparare la musica/1

Musica senza parole

A Firenze, la didattica musicale dell'Orchestra delle Piagge (inseguendo il Sistema Abreu) mette in comunità bambini di tutte le lingue e tutte le culture. Inizia da qui una nostra inchiesta sulle scuole italiane

Musica: la cenerentola della scuola italiana, secondo la vulgata più corrente. E invece vogliamo cominciare a raccontare alcune esperienze positive, e partiremo da Firenze, ma da una Firenze diversa da quella delle rotte turistiche. L’8 giugno 2012 al circolo Arci di via di Brozzi assistemmo al battesimo del fuoco dell’orchestra delle Piagge. Bambini della prima, […]






continua »