Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Il mostro e la sirena

“The shape of water”, il film di Guillermo Del Toro con Michael Shannon è una favola sull'amore e sulla paura del diverso. Con una musica insopportabile e un “messaggio” un po' eccessivo

A parte la geniale ripetitività e l’immediata riconoscibilità, la musica di Alexandre Desplat è così ridondante che rischia spesso di mettere in secondo piano il film stesso. È quello che accade a The shape of water di Guillermo Del Toro, proiettato alla sala Darsena, in concorso alla 74^ edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di […]






continua »
Alberto Crespi
Zattere agli Incurabili

Marameo al diavolo

Il nuovo film di William Friedkin (“L'esorcista") non è nemmeno un film: è il documento inquietante di un autentico esorcismo. Con il protagonista, Padre Amorth, che letteralmente fa marameo al maligno

Primo caso di VAR alla Mostra del cinema: il diavolo è uscito o non è uscito? Risposta non c’è, o forse chissà, come cantava il poeta: l’indemoniata si nega al telefono e non sapremo mai se l’esorcismo è andato a buon fine. Parliamo di Il diavolo e padre Amorth, sicuramente l’oggetto più inquietante visto quest’anno […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Epica di Lilliput

“Downsizing” di Alexander Payne con Hong Chau, Matt Damon, Christoph Waltz e Udo Kier apre la Mostra. Un film socio-ecologico su un mondo (quasi) perfetto perché piccolissimo...

Tutto il mondo è paese, piccolo, grande o ridotto che sia, ma vale comunque la pena di esserci. Questa, in estrema e miniaturizzata sintesi il senso di Downsizing, film di Alexander Payne (nella foto sotto) che inaugura, in concorso, la 74^ edizione della Mostra d’arte cinematografica di Venezia. Tutto parte in Norvegia, e dove sennò? Qui […]






continua »
Alberto Crespi
Zattere agli Incurabili

New Jersey chi?

Non sono Frank Sinatra o Bruce Springsteen, sono i "dissuasori", quei moloch di calcestruzzo che bloccano possibili attentati lungo i viali. Anche qui a Venezia, dove per la prima volta fa irruzione il terrorismo internazionale

Pare che faccia molto “fico” chiamarli New Jersey. Sta di fatto che al Lido sono ovunque, per ovvi (e sacrosanti) motivi di sicurezza. Così anche noi festivalieri possiamo sentirci, anziché in Veneto, nel “Garden State” che occupa la East Coast americana sotto New York. Il New Jersey è uno stato che ha dato molto al […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Un’altra Biennale…

Come sarà la Mostra che comincia oggi alla Biennale di Venezia? Alla fine, i festival si somigliano tutti: l'unica vera magia è quella del cinema. E dei grandi film che sanno smentire il disincanto dello spettatore abituale...

Brutta bestia, l’abitudine. Cominci che sei pieno di entusiasmo. Il tuo primo festival, la tua prima Biennale Cinema, i film che ancora nessuno ha visto, gli attori in carne ed ossa, le feste, i cocktail, i party, gli aperitivi (sono la stessa cosa ma detto in maniera più raffinata), le cene eleganti dove non si […]






continua »
Alberto Crespi
Zattere agli Incurabili

Var Venezia

Uno spettro di aggira per la Mostra del Cinema di Venezia: pare che il direttore Alberto Barbera voglia dare a tutti la possibilità di ricontrollare in video le scene clou dei film. Insomma, la Var del calcio è arrivata anche qui. Parte con questo scoop la rubrica di Alberto Crespi per Succedeoggi

Appena arrivati a Venezia, e dopo aver speso 51 euro di traghetto (la prossima volta useremo davvero la zattera), ci tuffiamo nell’atmosfera dell’incipiente Mostra del cinema e veniamo a conoscenza di un inquietante retroscena: lo svolgimento regolare della 74esima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica è ad altissimo rischio. E tutto a causa di un’innovazione tecnologica, […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Ultime da Venezia

In attesa dei Leoni, è tempo di bilanci. È stata una Mostra del Cinema in risalita. Con qualche scelta coraggiosa e un bel film in chiusura: "I magnifici 7” rivisto e corretto da Antoine Fuqua

Abbiamo appena visto il film più bello della Mostra di Venezia, The magnificent seven, I magnifici 7 riveduto e appena corretto da Antoine Fuqua, regista dal fisico gigantesco che ci ha abituato a cose terribili e ad altre, come in questo caso, divertenti. Questo è cinema di intrattenimento, che anche noi, normalmente intelligenti, possiamo apprezzare […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Ciao, Tommaso

Deludono Kim Rossi Stuart (con un "Tommaso" lento e autoreferenziale) e la Jackie di Pablo Larrain. Buona, invece, la deriva quasi documentaristica di Terrence Malick

Premesso che ci sentiamo in obbligo di confermarvi la nostra scarsa dotazione intellettiva in quanto non amanti di certi film, “che vengono realizzati per persone intelligenti”, passiamo a raccontarvi le ultime dal Lido. Iniziamo da Tommaso di e con Kim Rossi Stuart. Ebbene, pur con tutta la nostra buona volontà non ce la facciamo a […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Il cinema leggero

"Piuma” di Roan Johnson è un film che affronta con levità (troppa?) il conflitto tra le generazioni. Un piccolo esempio di come il cinema può far riflettere

Il film più leggero dell’anno, come recita il lancio del film Piuma, diretto da Roan Johnson e presentato, in concorso, alla Mostra dei Venezia, è davvero un film leggero, carino, ma non per questo solo leggero, solo carino. Dimostra anzi che gli anni non passano invano per il regista nato a Londra, si capisce dal […]






continua »
Alessandro Boschi
Il nostro inviato al Lido

Spira Inammirabilis

Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti presentato in concorso è un brutto film sperimentale. Molto, molto meglio lo scrittore politico di El ciudadano ilustre di Mariano Cohn e Gastòn Duprat

Oggi due film i concorso, entrambi diretti in coppia: Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, e El ciudadano ilustre, di Mariano Cohn e Gastòn Duprat. La doppia direzione è peraltro l’unico elemento in comune tra le due pellicole. La prima, italiana, è un tentativo tanto ambizioso quanto miseramente fallito, di descrivere attraverso una […]






continua »