Loretto Rafanelli
Ricordo del poeta improvvisamente scomparso

La luce di Toni

Nella sua poesia, ha scritto Roberto Mussapi, si evidenzia una «bellezza misteriosa e sfuggente, una bellezza che si manifesta naturalmente». Un giudizio da sottoscrivere perché, nel sottile andamento dei versi di Alberto Toni si comprende come la verità del poeta coincida spesso con la verità della vita

Arriva improvvisa la notizia su Fb, attraverso il partecipato e sensibile dire di due amici scrittori, Andrea Di Consoli e Mauro Fabi, che postano una foto di pochissimi giorni fa dove, nel corso della presentazione del libro di poesia dello stesso Fabi, si vedono con Alberto Toni. E la notizia lascia increduli, perché dice della […]

continua »
Loretto Rafanelli
L’esordio di Elisabetta Pigliapoco

Puri moti dell’anima

Una raccolta pensata in anni di lavoro e di riflessione sulla scrittura e sul pensiero di moderni e contemporanei. “La luce di taglio” dell’autrice marchigiana, docente di letteratura italiana, ha ora preso forma, ed è una prova di sicuro valore che segna una nuova presenza nell’universo poetico

La poetessa Elisabetta Pigliapoco, quarantenne marchigiana di Monsano, dopo molti lavori critici e una collaborazione con Umberto Piersanti all’Università di Urbino, ha pubblicato infine il primo libro di poesia: La luce di taglio, con l’editore milanese Archinto. Ne diamo volentieri conto e rileviamo subito che è una prova di sicuro valore, una nuova preziosa presenza […]

continua »
Loretto Rafanelli
“Folla delle vene. Il museo che di me affiora”

Iacuzzi: il colore rosa e schegge di vita

Si presenta domani a Roma la quinta stazione del racconto in versi e a colori che il poeta toscano tesse, tra invenzione e biografia, nelle sue raccolte. Un libro, questo, che «invoca un riscatto, una innocenza, un riconoscimento a un’esistenza lieve, una partecipazione alla vita fuori dalle violenze e dalle malattie del nostro tempo»

Una «salmodia di voci rese fraterne da un comune retaggio di sofferenza e dolore» diceva Giovanni Giudici riguardo la poesia di Paolo Fabrizio Iacuzzi, folgorante e preziosa indicazione su una scrittura che ci appare, appunto, segnata da una traccia indelebile di anfratti e distese di ferite antiche e rinnovate. Una poesia che, ancora una volta, […]

continua »
Loretto Rafanelli
“Dalle fondamenta” di Paolo Lisi

I crediti della poesia

Un flusso di immagini e di visioni, un linguaggio lineare e diretto. La nuova raccolta del poeta siciliano si caratterizza per una sapiente leggerezza, capace di confrontarsi con la realtà. Nella consapevolezza che l’arte poetica non deve avere pretese pur essendo destinata al riconoscimento

Paolo Lisi, poeta siciliano, di Catania, cinquantenne, medico e organizzatore di eventi culturali (“Isolapoesia”, “L’Isola delle Scritture”, “L’autore per cena” presso il catanese Sheraton, hotel assai sensibile alla cultura), giunge con Dalle fondamenta, al sesto libro di versi, raccolta affidata alle buone cure de Le farfalle, la raffinata casa editrice siciliana diretta dal poeta Angelo […]

continua »
Loretto Rafanelli
Presto alla Biennale Arte

La poesia del vetro

L'artista Marco Nereo Rotelli è al lavoro per la Biennale Arte di Venezia 2019 con un progetto che fonde arte e artigianato, arte e poesia: libri di vetro in "Poetry: a Glass Garden"

Le fiamme che fondono il vetro sono volute fantastiche di mille colori che si inseguono e incantano. Le fiamme rendono malleabile il pesante materiale che lavorato lentamente dai maestri vetrai prende la forma di un libro. E io guardo rapito questo mutarsi della materia. La mia è una partecipazione sentita e piena di ammirazione verso […]

continua »
Loretto Rafanelli
Ancora su “Lungara 29”

Lo stile Piccioni

Si presenta a Firenze e a Roma il libro che raccoglie le lettere di Leone a suo fratello Piero detenuto nel carcere di Regina Coeli per il “caso Montesi”. Una vicenda da cui ancora si possono trarre efficaci insegnamenti «per quest’oggi così turbolento e incerto, così fragile nelle sue guide politiche, prive di idee e di adeguata umiltà»

Sarebbe istruttivo proporre nel corso di Educazione civica, laddove fortunatamente sia previsto, la storia di Piero Piccioni. Questo almeno per tre motivi: descrivere il livello di bassezza a cui può arrivare una certa immoralità politica; ricordare la superficialità a cui a volte si esprime il potere giudiziario; dire della faziosità di certa stampa. Aggiungerei però […]

continua »
Loretto Rafanelli
A proposito di “Novilunio”

Broggiato, la felicità da uno spioncino

Nella nuova raccolta dell’autore vicentino si confermano l'indubbia vocazione e la fede assoluta nella parola poetica. In ogni poesia c’è l’impronta della necessità e, insieme, la rivelazione di un filo nascosto, di un segreto da tracciare, l’affacciarsi di una verità impossibile. C’è una nuova consapevolezza…

Seguo da tempo il percorso poetico di Tiziano Broggiato e rilevo che nei recenti libri la sua scrittura sia andata sempre più affinandosi e arricchendosi, raggiungendo passo dopo passo una raffinata “solidità”. C’è, è evidente, una continua ricerca e un incessante impegno che accompagnano l’indubbia vocazione e la fede assoluta riguardo la parola poetica; il […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart

Un Requiem per il nuovo millennio

Già 14 anni fa, in seguito a un naufragio in cui persero la vita un numero imprecisato di migranti liberiani, la voce poetica di Loretto Rafanelli, con pietas premonitrice, coglieva il senso di una tragedia poi diventata epocale

Nella nota a questa lirica (da Il tempo dell’attesa, Jaca Book, 2007) l’autore scrive: «Su una misera imbarcazione un numero imprecisato di migranti liberiani naufragò nel 2003 presso le coste della Sicilia; furono trovati sulle rocce alcuni cadaveri, consumati dal sale e dal sole». Il poeta Loretto Rafanelli coglieva subito, 14 anni fa, il senso […]

continua »
Loretto Rafanelli
Incontro sul libro di Leone Piccioni

Le parole di Montale

“Ossi di seppia”: gli impervi passaggi, i gorghi, gli enigmi poetici e linguistici, i vortici esistenziali affrontati dal critico letterario nelle lezioni tenute allo IULM. E domani al Gabinetto Vieusseux di Firenze si proietta anche l’intervista fatta da Piccioni al poeta in occasione dei suoi 70 anni

Domani, 30 ottobre, a Firenze, alle 17,30, al Gabinetto Vieusseux (Piazza Strozzi 1), Marino Biondi, Giuseppe Conte, Giuseppe Grattacaso, Sivia Zoppi Garampi presentano il libro di Leone Piccioni,“Com’è tutta la vita e il suo travaglio. Lezioni su ‘Ossi di seppia’ di Eugenio Montale” (Libreria Dante & Descartes). Dopo gli interventi, grazie alla disponibilità delle Teche […]

continua »
Loretto Rafanelli
“N’zuppilu n’zuppilu” di Giuseppe Condorelli

Invocazione in Sicilia

Versi che scavano nella memoria e si inoltrano nei sentimenti attraverso i cortili, le vie del paese, i suoni del dialetto che si impone nel canto come una necessità. Una raccolta che permette di riprendere le tracce di un autore di valore

È un libretto esile N’zuppilu n’zuppilu di Giuseppe Condorelli (Le Farfalle editore), ma assai intenso, con poesie che scavano nella memoria, e si inoltrano nei sentimenti di tanti anni. È il barometro di un sentire che oscilla tra l’amore e l’assenza, tra l’inoltrarsi nelle sofferenze dei lutti familiari e la storia quotidiana della sua terra, […]

continua »