Lorena Piras
Incontro con Michele Navarra

Gordiani e la colpa

Parla l'inventore di Alessandro Gordiani: «Ogni essere umano, giudici e avvocati compresi, ha una propria personalissima visione di ciò che è giusto e di ciò che non lo è. Questa visione naturalmente non potrà mai essere oggettiva»

Una suggestione osservando un murale, a Fonni. Uno di quei dipinti che segnano nella pietra volti che dalla pietra sembrano scavati, solidi in un tempo immobile: il nero del lutto avvolge una donna accanto a un bambino e di lato, come racchiusi in una foto, una famiglia in costume tradizionale. L’uomo è seduto su un […]

continua »
Lorena Piras
Visto all'Off-Off Theatre di Roma

Il teatro che libera

Sasà Striano racconta i sogni (teatrali) fatti in carcere contro la segregazione e la burocrazia. Con l'aiuto di Shakespeare e della sua poesia che libera l'uomo dalla galera del tempo e dei falsi sentimenti

Non importa dove avvengono gli incontri, conta la capacità di coglierne il valore. Che avvengano per strada, in un locale. O in un carcere. Nel 1957, nel penitenziario di Saint Quentin, un ergastolano, Rick Cluchey, “incontra” Beckett e con Beckett, il teatro. Rappresentavano Aspettando Godot. L’impatto fu detonante. Andava in scena l’attesa, in un carcere. […]

continua »
Lorena Piras
Una (atipica) passeggiata romana

Da Faranda a Farouk

La via Veneto di Faranda e Morucci, l'omicidio Faorouk, le bombe sovietiche al Café de Paris e quelle all'Hotel Flora: viaggio nella Roma del crimine. Quello internazionale...

Immaginate di sovrapporre la foto in bianco e nero di una strada a ciò che quella strada è diventata oggi. Passato e presente in un’unica sequenza spazio temporale, vecchi negozi accanto ad automobili moderne, cabine telefoniche dove ora c’è il wi-fi. Palazzi, finestre, quelli di un tempo, ora custodiscono i segreti e l’intimità di nuove […]

continua »
Lorena Piras
Nell’ambito del festival “Time in jazz”

Il corpo del poeta

Nel cuore della Sardegna, a Berchidda, grazie alle celebri immagini di Dino Pedriali una mostra ricostruisce il tormentato rapporto tra creazione e corpo in Pier Paolo Pasolini

Andare a Berchidda, nel nord della Sardegna, significa percorrere strade che conducono oltre il confortante percorso tracciato dalle cartoline, quelle che rappresentano l’isola del mare e delle spiagge. Significa entrare nella regione del Monteacuto e arrivare sino alle pendici del monte Limbara in un alternarsi di alture e zone pianeggianti, rocce e macchia, boschi di […]

continua »
Lorena Piras
Una piccola sala al Tuscolano

Le faremo sapere

Michele Vargiu e Giulio Federico Janni portano a Roma uno spettacolo sulla precarietà, «Delirium vitae». Perché solo nei sogni la vita è "attesa"...

«L’attesa è il risultato, il retroscena /di questa nostra vita troppo piena /è un andar via di cose dove al loro posto c’è rimasto il vuoto». Così, il signor G, sull’attesa, “Curiosità dell’anima”, desiderio che si nutre di speranza. Ed è proprio l’attesa la protagonista intangibile, sfuggente, informe ma presente dello spettacolo che Michele Vargiu e Giulio […]

continua »