Marco Fiorletta
Un libro da rileggere

La storia di Bulow

Nel vuoto di memoria della politica italiana di oggi, vale la pena recuperare la storia di Arrigo Boldrini, il Comandante Bulow, eroe della Resistenza e dell'etica pubblica

Ha senso parlare oggi del Comandante Bulow? Ha senso parlare di Arrigo Boldrini? Se mi lascio andare al disgusto della politica odierna, direi di no. Ma forse, proprio perché questa politica mi provoca un senso di repulsione, parlare delle sue memorie ha un significato. Arrigo Boldrini, il mitico Comandante Bulow della Resistenza, era un ravennate che scelse, […]

continua »
Paolo Bonari
Un libro pubblicato da Archinto

Caro La Capria…

Lo scrittore, l'aspirante e l'amante: sembra un triangolo da romanzo e invece sono i personaggi che si muovono nella raccolta di lettere tra Raffaele La Capria e un suo lettore affezionato

Scrivere un libro a due mani è complicato, a meno che uno non utilizzi la sinistra e l’altro non impieghi tutte le risorse della propria destra: che uno dei due non soverchi l’altro, gli imponga i propri ritmi e lo costringa al ruolo del gregario, cioè. Più paritario, il corrispondersi delle lettere, e più soddisfacente, […]

continua »
Andrea Carraro
Ancora su "Passaggio in Sardegna"

Ritratto di Sardegna

Il nuovo libro di Massimo Onofri è il suo migliore: l'autore racconta come un romanziere una terra mitica fatta di cose belle e cose brutte e perfino orride

Forse questo Passaggio in Sardegna (Giunti, pp.279, 12 euro), nuovo libro di Massimo Onofri ospitato nella bella collana Italiani di Benedetta Centovalli, è il migliore che ha scritto il critico-saggista viterbese (da molti anni professore all’università di Sassari) nella sua ormai lunga carriera di critico e saggista, comunque quello che a noi è piaciuto di […]

continua »
Marco Fiorletta
Riletture postume: Vasco Pratolini

L’Italia di Pratolini

Tra i tanti memorabili romanzi di Vasco Pratolini vale la pena tornare a "Un eroe del nostro tempo" dove la storia si mescola alle psicologie e il confine tra bene e male è sempre labile

In Un eroe del nostro tempo di Vasco Pratolini, ri-letto in edizione Oscar Mondadori del 1975, tutto gira intorno a Sandrino, giovane, poco più che adolescente, bello, seduttore, cattivo, violento, manipolatore e pure seguace del fascismo – insomma un perfetto eroe negativo – a cui è stato introdotto dal padre morto volontario in Africa con una lettera […]

continua »
Pier Mario Fasanotti
Consigli per gli acquisti

Torbido Simenon

Un assassino turco per il grande Simenon; la fanciullezza di Dante per Marco Santagata e le oscurità della Roma bene per Letizia Muratori: tre "indagini" atipiche

Il fuggiasco. Non c’è storia di Georges Simenon che abbia una falla nella trama. Una delle caratteristiche più frequenti dei suoi romanzi è il ritratto di un uomo, o di una donna, che improvvisamente ha uno “scatto”, nel senso che devia improvvisamente dai binari della sua quotidianità, di solito ripetitiva o anche umiliante, e imbocca […]

continua »
Marco Fiorletta
Premi & Letteratura

Il caso Ferrante

Roberto Saviano ha candidato la scrittrice misteriosa al Premio Strega. Davvero è un'operazione di politica editoriale o è solo una trovata che gioca sul giallo dello pseudonimo?

L’appello a partecipare al Premio Strega che Roberto Saviano ha fatto a Elena Ferrante (per altro subito accolto dall’interessato/a) dà nuova linfa al fenomeno della scrittrice senza volto. Ma perché Ferrante è diventata un caso? Una storia al limite del giallo dove tutti sono tesi a scoprire l’identità e, principalmente, il sesso di chi ha […]

continua »
Erika A. Savio
Uno sguardo diverso su Torino

Ode a Mirafiori

Non solo fabbrica, ma occhi, ricordi, corse in bicicletta, cumuli di neve, odori di sugo e profumo di tiglio: la vita di Mirafiori raccontata da chi vi vive (e gli ha dedicato un bel libro)

Sono nata e cresciuta a Mirafiori Sud, Torino, il quartiere che, in Italia, per decenni è stato solo e sempre sinonimo della Fiat, mentre negli stessi anni, a Torino, è stato spesso e sempre ricordato quale dormitorio operaio e ricettacolo di drogati e delinquenti. Stiamo parlando degli anni Settanta/Ottanta/Novanta, fino al drastico cambiamento che ha […]

continua »
Ilaria Palomba
Nuova narrativa

L’inferno quotidiano

"Le Malebolge” di Alexandro Sabetti è una raccolta di racconti che mettono in luce gli aspetti diabolici delle nostre esistenze, dai broker ai centri sociali

Le Malebolge di Alexandro Sabetti, (Tempesta Editore, 2014, 171 pp.) è un libro dantesco sull’inferno contemporaneo. Nove racconti con personaggi pienamente attuali e verosimili, quali: manager, broker, ragazzi da centro sociale. Un testo politically scorrect dove attualità, insegnamenti di marketing, personaggi del mondo calcistico, fatti di cronaca, si fondono. Il libro è diviso in due […]

continua »
Ilaria Palomba
La "Puglia crudele" pubblicata da Marsilio

Gioventù di niente

Giuliana Altamura nel suo romanzo «Corpi di Gloria» racconta una società che non ha più ragioni per sognare. Tra sesso e omicidi, anche i miti scolorano nella vanità del presente

Corpi di Gloria di Giuliana Altamura (Marsilio) è un romanzo su una Puglia crudele. Siamo nell’ambito borghese delle grandi ville con piscina, dei ricchi villaggi nei dintorni di Bari. Il libro è scritto in modo fruibile ma non scarno, presenta una dolcezza che tende al poeticismo e in un certo senso proprio una fragilità, che […]

continua »
Paola Benadusi Marzocca
“Bambini di cristallo” di Kristina Ohlsson

Billie e i fantasmi

Un avvincente romanzo dell’autrice svedese, pensato per gli adolescenti ma adatto anche a un pubblico adulto. Una storia da brivido dallo stile rapido e avvolgente

Spiriti e fantasmi in agguato, scricchiolii inspiegabili, passi leggeri sul pavimento, impronta di una mano di un bambino impressa sulla polvere che si è accumulata su un tavolino. Come non spaventarsi? Ma ciò che soprattutto colpisce Billie, la ragazzina dodicenne protagonista dell’avvincente romanzo Bambini di cristallo della svedese Kristina Ohlsson (Salani, trad. Silvia Piraccini, 169 […]

continua »