Ilaria Palomba
A proposito del "Muggito di Sarajevo"

Sarajevo grunge

Il nuovo romanzo di Lorenzo Mazzoni mette a confronto culture, rabbie e delusioni nella Sarajevo sconvolta dalla guerra del 1993. Una storia sospesa tra il rock e le bombe

Il muggito di Sarajevo di Lorenzo Mazzoni (Spartaco, 2016, pp. 254, 11 euro) è un romanzo corale, estremo per molti versi, ambientato in una Sarajevo in piena guerra dei Balcani, nel 1993. I protagonisti sono molteplici, in ogni capitolo ne vediamo in azione uno differente, e ciascuno è a suo modo protagonista di una vicenda […]






continua »
Ilaria Palomba
A proposito di “Ammettiamo che l'albero parli”

L’inferno di Giosuè

Claudio Marrucci racconta la storia di una follia (apparente?): una discesa agli inferi di Enea e di Dante, dove si lotta contro i propri stessi demoni rivivendoli nella memoria del mondo

Ammettiamo che l’albero parli di Claudio Marrucci (Fahrenheit 451, 2016, pp. 240, 13 euro), è la storia di Giosuè, giovane scrittore e appassionato di storia, filosofia, letteratura e mitologia, il quale uccide la madre nel bel mezzo di un delirio. Tale evento diviene la chiave di volta dell’intero romanzo, che è poi un libro-mondo, in […]






continua »
Ilaria Palomba
Ritorno di un celebre diario americano

L’America di Rosselli

“La mia America e la tua” di Aldo Rosselli racconta un continente lontano e vicino al tempo stesso: un catalogo di passioni, azzardi, arte e letteratura scritto dall'erede di una grande famiglia

La mia America e la tua di Aldo Rosselli, ripubblicato di recente da Antonio Veneziani per Fahrenheit edizioni, nella collana Narraitalia (Fahrenheit, 2016, pp. 158, euro 15), è un particolarissimo diario scritto con una lingua colta e densissima, a tratti lirica, colma di metafore e di quel senso del narrare in cui non è importante […]






continua »
Ilaria Palomba
Un viaggio nella terra e nello spirito

Perdersi in Nepal

«Penso di perdermi per la città e di ritrovarmi chissà dove, a celebrare chissà cosa, con chissà chi. E sento che solo perdendomi potrò vivere davvero un altrove. Finché resterò nei ranghi resterò europea e tutta questa bellezza sarà una chimera impenetrabile»

Sono partita per il Nepal in un viaggio di ricerca. Sono cieca ai luoghi ma vedo oltre le cose. Durante i viaggi ciò che vedo, l’esperienza che ne faccio, abita dentro e non ha nome. Posso dire che allo scalo di tre ore tra Roma e Kathmandu, ad Abu Dhabi, ho visto una coppia piangere, […]






continua »
Ilaria Palomba
Un libro di poesia da leggere

Le vite degli altri

Giusy Del Salvatore nella sua raccolta “Criptica come la luna" affronta temi intimisti che hanno a che fare con l'immagine e la percezione del sé, con l'identità e la ricerca delle identità

Criptica come la luna di Giusy Del Salvatore (AlterEgo Edizioni, 2016, pp. 75, euro 15) è un libro di poesie illustrate dall’artista Ettore Dicorato. Le illustrazioni sono veri e propri disegni che ricordano per certi versi la street art dei migliori writers e richiamano alla mente emozioni che attingono alla sfera del profondo. Le poesie […]






continua »
Ilaria Palomba
Due volumi delle Nuove Edizioni Aldine

Poesia come rivelazione

Le più recenti raccolte di Antonella Rizzo e Agostino Raff: due autori legata a una poetica dal ritmo incalzante, che fa del corpo e dei sensi il proprio baluardo

Nuove Edizioni Aldine è una casa editrice diretta da Antonio Veneziani e legata alla Cooperativa Utopia 2000: una onlus nata nel 1999 con lo scopo di integrazione e recupero di cittadini più deboli. La stessa cooperativa era già attiva in ambito letterario attraverso la rivista “Noi/Altri”. Ora avvia una vera e propria casa editrice con […]






continua »
Ilaria Palomba
Una raccolta fuori dal comune

Poesia performance

«Miles, poesie in presa diretta» di Claudio Marrucci è un testo molto particolare in quanto scaturito direttamente dal Festival di Performazione Nostos: tra parole e azione

Miles, poesie in presa diretta di Claudio Marrucci (Fusibilialibri, 2016, pp. 77, euro 13), è un testo molto particolare in quanto scaturito dal Festival di Performazione Nostos, organizzato dall’artista-attore-performer Antonio Bilo Canella, nel contesto del Festival Line 0 presso La Rampa Prenestina, nel febbraio 2015. Ero personalmente presente all’evento e ricordo il clima di connessione […]






continua »
Ilaria Palomba
Una riflessione amara sulle dipendenze

Il sogno e l’incubo

Se i modelli sociali sono il self made man, il tronista di “Uomini e donne”, i personaggi di “Gomorra“, chi la svolta facile e riesce a fregare tutti, cosa ci aspettiamo che inseguano i ragazzi abbandonati a se stessi in quartieri brutti come incubi fantascientifici?

Ultimamente proliferano overdose di minorenni: penso alla morte della sedicenne Sara Bosco al Forlanini di Roma, che aveva concesso il suo corpo in cambio di una dose. Ma anche ai recenti arresti a Tor Bella Monaca, sempre a Roma, dove un gruppo di spacciatori di coca era capitanato da un pusher appena ventiquattrenne. Poi, arriva […]






continua »
Ilaria Palomba
A proposito di “Un tango per Victor”

Il tango di Pinochet

Lorenzo Mazzoni ha costruito una storia d'amore e di precarietà interiore che mescola il Cile e l'Europa mettendo a confronto la Storia con l'attualità

Un tango per Victor, pubblicato per la prima volta da La carmelina-linea Bn edizioni nel 2007 e ripubblicato ora da Edicola (2016, pp. 103, euro 11), di Lorenzo Mazzoni, è un romanzo breve. Il protagonista, Denil, è un italo cileno trapiantato ad Amsterdam, dove di giorno lavora in un coffie-shop e di notte fa il […]






continua »
Ilaria Palomba
A proposito de “La sesta beatitudine”

Storie di Hannah

Invito alla rilettura di Radclyffe Hall. Qui racconta la storia di una donna difficile, che non riesce a scendere a patti con la vita. E che a trent'anni sembra già vecchia

La sesta beatitudine di Radclyffe Hall (Fandango, 2016, pp. 205, euro 16,00), è  un romanzo apparso per la prima volta nel 1936, in cui emerge la forza eroica e commovente della femminilità esplorata all’estremo della vita vissuta. Hannah e la sua famiglia, i Bullen, abitano a Rother, tra l’oceano e la palude di Romney, in […]






continua »