Loretto Rafanelli
“Il paese nascosto” di Luca Nicoletti

Il piccolo guardare

Spazi del cuore, luoghi che nel battito di uno sguardo vivono in un respiro comune … Firenze, la riviera adriatica, la Valconca. La poetica dell’autore si nutre di tutto ciò che lo abita, di illuminanti scenari, persone, percorsi di vita. E il minuto si fa universale, alla ricerca di una armonia superiore

Con il libro la Comprensione del crepuscolo del 2015, Luca Nicoletti aveva evidenziato sicure qualità. Ora, con la raccolta Il paese nascosto, peQuod editore, la sua maturità poetica ci appare più delineata, nel senso di un passo in avanti, stilistico e tematico. Una maturità sicuramente derivata da approfondite riflessioni sul fare poesia, favorite anche dall’incontro con […]

continua »
Giancarlo Pontiggia
“Tutti i frutti del Ceppo” /2

Ode ai frutti d’oro

Da Virgilio a Quasimodo. Oggi a Buggiano Castello si leggono versi ispirati alla natura e agli agrumi. Il poeta Giancarlo Pontiggia, vincitore del Premio Ceppo Selezione Poesia 2019, è l’autore di una lecture dedicata a duemila anni di tradizione letteraria su questo tema. Eccone un brano…

In occasione del secondo evento di “Tutti i frutti del Ceppo”, intitolato “Poeti italiani nati negli anni 50 e 60” (a cura di Paolo Fabrizio Iacuzzi) nell’ambito della biennale “La campagna dentro le Mura” a Buggiano Castello (Pistoia), che si svolge oggi 5 maggio 2019, pubblichiamo un estratto dalla “Seconda Ceppo Poesia Arte Natura Lecture […]

continua »
Giancarlo Pontiggia
Autoritratto in tre parole /1

Cosmo cose anime

I poeti finalisti del Premio Ceppo 2019 si raccontano attraverso la loro opera in concorso. Così Giancarlo Pontiggia spiega che ne “Il moto delle cose” la sua visione si è espansa e che la raccolta altro non è che una discesa nella materia scura dell’universo, che è quella di cui siamo fatti

A partire da oggi e con un appuntamento bisettimanale, i poeti finalisti del Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia, Selezione Poesia 2019 (che verrà assegnato il prossimo 24 marzo) si raccontano attraverso la loro ultima opera, in una rubrica curata da Paolo Fabrizio Iacuzzi, presidente e direttore del Premio. Inaugura la serie Giancarlo Pontiggia in concorso […]

continua »
Loretto Rafanelli
L’esordio di Elisabetta Pigliapoco

Puri moti dell’anima

Una raccolta pensata in anni di lavoro e di riflessione sulla scrittura e sul pensiero di moderni e contemporanei. “La luce di taglio” dell’autrice marchigiana, docente di letteratura italiana, ha ora preso forma, ed è una prova di sicuro valore che segna una nuova presenza nell’universo poetico

La poetessa Elisabetta Pigliapoco, quarantenne marchigiana di Monsano, dopo molti lavori critici e una collaborazione con Umberto Piersanti all’Università di Urbino, ha pubblicato infine il primo libro di poesia: La luce di taglio, con l’editore milanese Archinto. Ne diamo volentieri conto e rileviamo subito che è una prova di sicuro valore, una nuova preziosa presenza […]

continua »
Giuseppe Grattacaso
A proposito del "Moto delle cose"

Pontiggia allo specchio

Nella sua nuova raccolta poetica, Giancarlo Pontiggia quasi dialoga con se stesso alla ricerca di un introvabile senso delle cose. Che poi è il senso della vita stessa

Procedendo nella sua maniera pacata e estremamente controllata, disegnando in maniera netta e senza sbavature ogni singolo verso, come ci ha abituati nelle precedenti raccolte, Giancarlo Pontiggia in Il moto delle cose, pubblicato nella collana mondadoriana dello Specchio, si muove nell’ostinata, a tratti commossa, ricerca di un senso che possa spiegare l’esistenza e il suo […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Marco Vitale

Elegia canaglia

Baudelaire diceva che gli elegiaci sono delle canaglie, ricorda il poeta napoletano autore di una poesia, appunto, “elegiaca”. Ma la sua delicata poetica sta nel solco della vita, coi suoi dolori, le perdite, il senso di precarietà… oltre all’amore

Nato a Napoli ma residente a Milano, Marco Vitale è autore di varie raccolte poetiche, tra le quali segnaliamo Canone semplice (2007) e Come da un lungo sonno (2009). Saggista e traduttore dal francese, Vitale ha pubblicato nel 2016 la silloge Diversorium (100 pagine, 12 euro) per le Edizioni Il Labirinto che si configura come […]

continua »
Pasquale Di Palmo
La voce del poeta: Giancarlo Pontiggia

Cieli senza dèi

Nella parola moderna, nella sua irrequietudine c’è qualcosa di fatalmente tragico. Per il poeta lombardo solo la grande poesia classica (Foscolo e Leopardi compresi) costituisce un antidoto al precipizio scuro che ci riserva la modernità. Così nei suoi versi le parole si fanno mito…

Giancarlo Pontiggia ha sempre pubblicato con estrema parsimonia. Nonostante il suo nome circoli sin dalla fine degli anni Settanta, Pontiggia ha dato alle stampe soltanto due raccolte poetiche: Con parole remote (1998) e Bosco del tempo (2005). Nel 2015 è uscita per Interlinea Origini. Poesie 1998-2010 (Interlinea, 2015, 248 pagine, 24 euro) che raccoglie tutta […]

continua »
Alberto Fraccacreta
Ancora sul “Trittico del Distacco”

Di Palmo&Bacon

Nella sua raccolta poetica Pasquale Di Palmo procede sulla “via negationis”, dove l’affermazione avviene per negazione, l’assenza come presenza, il dolore come ricordo di quando si era felici. Ma in questo procedere, la privazione si fa ricchezza. Così viene in mente un altro celebre Trittico…

Qualche anno fa, a Rimini, in una mostra memorabile a Castel Sismondo, assieme al Canaletto, Kandinskij, Picasso, Degas e molti altri, esponevano il celebre Trittico di Francis Bacon, «Three Studies for Figures at the Base of Crucifixion». Ricordo che, dopo l’estasi del Semeur di Millet, il Trittico, con i suoi rossi sanguigni, i suoi grigi […]

continua »
Giuseppe Grattacaso
È uscita la raccolta "Origini"

Armonia Pontiggia

Interlinea ha raccolto le poesie di Giancarlo Pontiggia: un movimento armonico continuamente aggredito dal male che segna la condizione umana

La poesia di Giancarlo Pontiggia è costantemente tesa alla formulazione di un dettato preciso e nitido, alla traduzione del pensiero, anche quando questo comporti un forte sentimento di inquietudine, una profonda apprensione, in un ritmo pacato e fortemente controllato. Fin dagli esordi, avvenuti negli anni Settanta sulle pagine della rivista Niebo e all’interno della fortunata […]

continua »
Loretto Rafanelli
“Lo stadio di Nemea” di Giancarlo Pontiggia

Sull’esser poeta

Grande conoscitore e divulgatore della cultura classica oltreché poeta lui stesso, l'autore dedica una preziosa riflessione ai nodi teorici cruciali che sono alla base del dire poetico: un esercizio che sgomenta, rasserena, alimenta tutto...

La riflessione sulle tante questioni che attengono la poesia pare sempre più rara, disattesa ormai dai poeti più importanti e quasi sconosciuta nei poeti più giovani. E l’ostinazione di alcuni a confrontarsi ancora con i nodi teorici cruciali che sono alla base del dire poetico, è un dono di incalcolabile valore. Per questo vogliamo parlare […]

continua »