Giuliano Compagno
Covidiario di un contagioso/12

Filippini e l’amore

«Per giorni il pensiero corrente ha prodotto il riflesso di dolore delle mie piccole figlie al momento di sapere quel che avrebbe ecceduto i limiti della loro comprensione. Il dolore che avrebbero provato solo al ricordo e in mancanza dei nostri baci...»

 In una fotografia di qualche anno  fa venni così fuori fuoco da dubitare che qualcuno l’avesse scattata per davvero. La medesima sensazione la provavo ogni qual volta, stanco, salutavo Irene e Sabina dopo un periodo trascorso insieme. Mi sarei coricato, avrei assaporato quell’inerzia tanto agognata, dopo di che mi sarei sorpreso in uno stato di […]

continua »
Nicola Fano
Skira ripubblica un bel libro dimenticato

Max Frisch e la storia

"Guglielmo Tell per la scuola" è un gioco letterario, pieno di ironia, che insegue la storia e la rilegge di sbieco: una vera lezione di scrittura

Immaginate di vedere la storia dal buco della serratura. Non per voyeurismo, ma per scelta ideologica: il punto d’osservazione deve essere asimmetrico rispetto all’oggetto osservato. È quello che fanno gli scrittori, specie quelli grandi. Prendete il libricino di Max Frisch Guglielmo Tell per la scuola tradotto negli anni Settanta da Enrico Filippini e appena tolto […]

continua »