Danilo Maestosi
Al Museo del Corso di Roma

Ennio Calabria, l’eretico

Una grande mostra ripercorre la lunga parabola artistica di Ennio Calabria: dall'eresia comunista alla ricerca affannosa dell'essenza dell'uomo. Il percorso affascinante e inquietante di un grande maestro

Verso il tempo dell’essere. A sessant’anni dalla sua prima personale, e ad oltre 30 dall’ultima antologica a Castel S.Angelo, una grande retrospettiva appena inaugurata e in cartellone fino al 12 gennaio al museo romano del Corso ci consente di ripercorrere l’intero arco della lunga carriera di Ennio Calabria. E di restituirgli la corona di gran […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria comunale di Roma

La ruggine dell’Ilva

Un’installazione in dieci opere di Antonio Bernardo Fraddosio sul caso Ilva, «Le tute e l’amianto», impone allo spettatore una riflessione dura sul conflitto tra salute e lavoro: un fantasma di ferro e piombo

Con il via libera del nuovo governo, il caso Ilva sembra destinato a scivolar via dalla luce dei riflettori sigillato da un accordo che sancisce il passaggio a una multinazionale indiana: contenuti tagli del personale, impegni di riconversione che puntano a ridurre nel tempo i livelli d’inquinamento urbano. Promesse che allontanano e declassano l’emergenza. I […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Nazionale di Roma

La città di Rotella

Una grande mostra (160 opere) celebra il mito di Mimmo Rotella: il suo occhio informale fissò i confini delle nuove metropoli, fatte di pubblicità e consumo, di miti e passioni volatiti. Prima della Pop art

La grande sala alle spalle dell’ingresso trasformata in una sorta di piazza, le opere ammassate l’una contro l’altra lungo grandi pannelli che recintano tutte le pareti. Così la Galleria nazionale d’arte moderna ha deciso di rendere omaggio nel centenario della nascita a Mimmo Rotella (1918-2006), maestro del Novecento consacrato da fama internazionale, accogliendo 160 lavori […]

continua »
Danilo Maestosi
Alle Scuderie del Quirinale di Roma

Il mondo di Ovidio

Una sontuosa mostra racconta l'arte nata dalla poesia di Ovidio e dalle sue provocazioni: la banale normalità del male, la mitologia come un infinito labirinto di inganni, il piacere sempre accompagnato dall’ombra del dolore

Mancava da tempo a Roma una mostra che, sconfinando oltre le dogane dell’archeologia, facesse da ponte tra il mondo antico e la sensibilità contemporanea. Un vuoto che le Scuderie del Quirinale colmano con una mostra in cartellone fino al 20 gennaio che chiama in scena, nel bimillenario della morte, uno dei più grandi autori della […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Museo del Vittoriano di Roma

Pollock e il caos

Accanto a Rothko, De Kooning e tutti gli altri, una grande mostra rende omaggio alla "scuola di New York”, il gruppo eterogeneo guidato da Jackson Pollock (che però qui appare con una sola tela...)

Il Whitney museum porta in trasferta nella sale del Vittoriano di Roma un ricca antologia di autori americani protagonisti della rivoluzionaria stagione dell’informale che, a cavallo degli anni Cinquanta, spostò Oltroceano il baricentro del sistema dell’arte. Jackson Pollock e la scuola di New York è il titolo della mostra che resterà in cartellone fino al […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Palaexo di Roma

Universo Pixar

Come si fa a dare un'anima a un oggetto? La mostra dedicata alla Pixar lo spiega: servono un'intuizione geniale e un grande tecnica digitale. Così è nata la rivoluzione dei "cartoni animati"

Forse doveva essere un’ambientazione più anonima da ufficio open space ad incorniciare la intrigante mostra, appena inaugurata al Palaexpo di Roma, dove terrà cartellone fino al 20 gennaio, che ripercorre la storia della Pixar, quei trent’anni di prestigiosa carriera che hanno rivoluzionato il mondo dei cartoni animati. Perché è proprio in uno dei tanti capannoni spuntati […]

continua »
Danilo Maestosi
Il nuovo corso dell'arte a Roma

Macro senza museo

Apre il Macro targato Giorgio de Finis. Quasi una festa popolare nella quale la provocazione si mescola all'approssimazione. Davvero ha senso un "museo" che abdica alla propria memoria?

Ottomila persone, forse più. Un bagno di folla ha battezzato l’avvio del Macro Asilo, il museo d’arte contemporanea di Roma Capitale in via Nizza rimesso in moto e rimodellato da Giorgio de Finis come centro di riflessione e confronto aperto a tutti. Ed è sicuramente una partenza incoraggiante, che in qualche visitatore over sessanta ha […]

continua »
Danilo Maestosi
Un nuovo spazio culturale a Roma

Fantasma Farinacci

Con una fallimentare rassegna di performance selezionate dal Maxxi, apre Villa Farinacci. Un luogo della storia e della (cattiva) memoria del fascismo. Quello che i più si impegnano a "normalizzare"

Riapre dopo venti anni Villa Farinacci a Roma, una palazzina anni quaranta nel cuore di un parco che dà respiro all’intero quartiere di Monte Sacro. E che la gente della zona ha ribattezzato la Torre, per via di quello stretto ma imponente bastione, invenzione di un architetto razionalista d’epoca, Lorenzo Chiaraviglio, che, aggiunto come una […]

continua »
Danilo Maestosi
All'Accademia di Belle Arti e al Vittoriano

Archetipo Mariani

Con due mostre, Roma rende omaggio a Marcello Mariani, uno degli ultimi maestri dell'arte astratta, scomparso un anno fa. Nelle sue tele dedicata alla tragedia del terremoto dell'Aquila il tentativo estremo di tornare all'essenza dell'uomo

A un anno dalla scomparsa, Roma rende omaggio a Marcello Mariani (1938-2017), uno dei più singolari interpreti europei della pittura astratta, con due mostre in sequenza: la prima già in corso e in cartellone fino al 29 settembre in una sala dell’Accademia di Belle Arti, la seconda che si inaugura il 2 ottobre e si […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Festivaletteratura di Mantova

La resistenza dei libri

Il bilancio della kermesse dei libri è sicuramente positivo, in termini di numeri; ma i sintomi dell'inciviltà, dell'imbarbarimento delle attese sociali sono arrivati anche qui. E non è un bel segno

Centoventimila spettatori in cinque giorni di programmazione. Per oltre metà paganti. Più o meno, gli stessi delle ultime edizioni. Quasi tre volte gli abitanti di questa città: si conferma che il richiamo del festival della Letteratura di Mantova è fenomeno nazionale che continua a superare i confini della Regione. Il responso dei numeri è che […]

continua »