Giuseppe Grattacaso
A proposito di “Lacci“

L’amore è una bugia

Il nuovo (bel) film di Daniele Luchetti, tratto dal romanzo di Domenico Starnone, è una riflessione amara sulla vita di coppia: uno spazio nel quale la luce della verità non arriva, o affoga nel grigio dei compromessi

Uno degli enigmi che ci arrovella e può determinare la nostra infelicità è rappresentato dal confine, che non è nemmeno tanto sottile, ma che troppe volte non riusciamo ad inquadrare, tra l’amore e il suo scivolamento verso una routine che genera mancanza di fiato, dalla linea certo non priva di curve ma sicuramente visibile, oltre […]

continua »
Alessandro Boschi
Visioni contromano

Buonisti anni ’70

"Anni felici", il nuovo film di Daniele Luchetti, ha una scrittura fin troppo agile e dà sempre la sensazione di rimanere in superficie. E alla fine si perde nelle contraddizioni dell'Italia del 1974. Senza mordere...

Che bel titolo sarebbe stato quello scelto da Daniele Luchetti per il suo ultimo film: Storia mitologica della mia famiglia. Invece, dopo una riflessione con la produzione (Cattleya e Rai Cinema), il regista si è dovuto arrendere, o meglio, si è trovato d’accordo con il suggerimento di usare Anni felici, meno criptico, pensa tu, e […]

continua »