Alessandra Pratesi
Visto al Teatro dell’Opera di Roma

Quale gobba?

“Rigoletto” apre la stagione lirica 2018-2019 del Teatro dell’Opera di Roma. Il classico verdiano è affidato alla regia di Daniele Abbado e alla sapiente bacchetta di Daniele Gatti: se con il primo si resta in punta di piedi e non si osa, con il secondo si riscoprono le pieghe più intime della partitura verdiana

Lo abbiamo aspettato, lo abbiamo apprezzato, lo abbiamo applaudito: è il Rigoletto che ha aperto la stagione lirica 2018-2019 del Teatro dell’Opera di Roma. In scena dal 2 al 18 dicembre, Rigoletto è stato spettatore privilegiato degli ultimi avvicendamenti teatral-musicali romani. Conferenza stampa il 26 novembre; anteprima giovani il 30; doppio incontro preliminare con il […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Eliseo di Roma

Lunare Salomè

Debutta al Teatro Grande di Pompei, arriva al Teatro Eliseo di Roma: la “Salomè” di Oscar Wilde diretta da Luca De Fusco con Gaia Aprea nel ruolo eponimo ed Eros Pagni nel ruolo del tetrarca della Galilea al tempo di Gesù. Drammaturgia attraversata in profondità, recitazione curata nei dettagli, impianto visivo essenziale ed evocativo

Nessun sipario, una scena geometrica, essenziale, distopica. Lunare. Come quel cerchio ampio e imponente che campeggia obliquo al centro della scena e che diventa osservatore e osservato speciale dell’azione drammaturgica. Succede nella Salomè di Oscar Wilde portata in scena da Luca De Fusco. Dopo il debutto estivo alla rassegna Pompei Theatrum Mundi 2018, viene proposto […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

Sorelle taglia e cuci

Tornano a teatro le Sorelle Materassi, le signorine tumistufi nate dalla penna di Palazzeschi e approdate sulla scena grazie alla collaborazione di Geppy Gleijeses e Ugo Chiti e all’interpretazione di Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati. Sobrio e pacato, mai esilarante o fuori le righe, come l’ironia di Palazzeschi

Fare taglia e cuci: dicesi dell’attività di una persona pettegola, incapace di non esprimere maldicenze, commenti, malignità gratuite sugli altri. Nella estrema ricchezza e versatilità delle combinazioni della lingua italiana, l’espressione “fare taglia e cuci” si presta particolarmente a dare uno schizzo di situazioni e temperatura emotiva dello spettacolo andato in scena al Teatro Quirino […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Studio “E. Duse” di Roma

Il sogno del teatro

Francesca Caprioli firma e porta in scena l’adattamento teatrale de “La casa del sonno” di Jonathan Coe: “È un continente perduto”. Intenso, vibrante, autentico. Il progetto vince la menzione speciale del Premio di Produzione Carmelo Rocca 2018, premio indetto dall’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” con il contributo di SIAE e sarà presentato a Spoleto 61 completo di una seconda parte

Quello tra il sogno e il teatro è un legame antico, dalle crudeli manipolazioni in La vita è sogno di Calderón, al mortifero sonnambulismo di Lady Macbeth fino al recente Freud o l’interpretazione dei sogni di Stefano Massini. Finge, il teatro, allude e illude, come i sogni. Crea rebus di riferimenti scenografici, sonori e verbali […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

La nuda verità

Dopo aver inaugurato la 60° stagione del Teatro Stabile di Catania, i “Sei personaggi in cerca d’autore” di e con Michele Placido arrivano al Teatro Quirino di Roma. Il dramma della Figliastra (Dajana Roncione) e della “vita vera” riempiono la sala

Si spengono le luci, si apre il sipario, si sente un rumore di passi in platea: che lo spettacolo sia cominciato? Dubbio lecito. Con Sei personaggi in cerca d’autore, d’altronde, non è mai detta l’ultima parola. Quando è di casa il metateatro, non c’è confine che non si possa superare. E la quarta parete in […]

continua »
Alessandra Pratesi
Pillole rossiniane

Rossini, uno di noi

Da Rossini alla contemporaneità e ritorno: uno schizzo per riflettere sulla scia del tempo e sulle note di Rossini. Degustazione poliartistica e polifunzionale per una fenomenologia dell’ascolto: "Gazza ladra", "Guglielmo Tell", “Cenerentola” e “Zelmira"

Ingredienti: prosecco e purea di fragola, fresca e gustosa ironia, genuino e vibrante sentimento, espressioni multiformi e variopinte della natura umana. Chiamalo se vuoi Rossini, Gioachino Rossini (Pesaro, 29 febbraio 1792 – Passy, Parigi, 13 novembre 1868). A 150 anni dalla morte del compositore pesarese la sua musica continua a parlare, il suo nome continua […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro India di Roma

La scena scortecata

Emma Dante è capace di appropriarsi di una fiaba antica e di estrarne l’essenza, letteraria e antropologica. Lo dimostra ancora una volta con "La Scortecata", dopo il 60° Festival di Spoleto arriva al Teatro India di Roma

«Fulmineo / precipita il frutto di giovinezza, / come la luce d’un giorno sulla terra. / E quando il suo tempo è dileguato / è meglio la morte che la vita». Che Gioventù e Amore fossero i volti della stessa medaglia Mimnermo lo credeva, e lo temeva. Il poeta elegiaco nel VI secolo a.C. si […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Eliseo di Roma

Festa con Cyrano

Luca Barbareschi è Cyrano de Bergerac per inaugurare la stagione del centenario del Teatro Eliseo. Regia di Nicoletta Robello Bracciforti e scene di Matteo Soltanto per uno spettacolo che voleva essere estroso ed è stato turbinoso

Personaggio che sa cavalcare la cresta dell’onda, attore regista e produttore (come si definisce nella sua pagina web), un’esperienza parlamentare alle spalle, un’educazione cosmopolita tra vecchio e nuovo continente, precursore di un’imprenditoria ragionata sull’informatica e internet, Luca Barbareschi è uomo che tiene ben saldi i piedi a terra. E in scena. Baldanzoso viene alla ribalta, […]

continua »
Alessandra Pratesi
Intervista a Giuseppe Grattacaso

Parliamo di noi

“Parlavano di me”, di Giuseppe Grattacaso: da racconto a spettacolo teatrale. Uno schizzo di genesi ed esegesi del progetto con l’autore del testo da cui è tratto lo spettacolo teatrale di Marco Zingaro con Francesca Nerozzi

Giuseppe Grattacaso ce l’ha nel DNA. Raccontare per lui è vitale. Docente di lettere per professione, autore di poesie per passione (le ultime raccolte, Confidenze da un luogo familiare e La vita dei bicchieri e delle stelle, le ha pubblicate nel 2010 e nel 2013), nel 2016 pubblica con la casa editrice Effigi Parlavano di […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

Nobili Miserabili

Tappa romana per “I Miserabili” di Franco Però. La sfida della riduzione da feuilletton a pièce teatrale è brillantemente superata da Luca Doninelli, mentre Franco Branciaroli dà prova di nobile semplicità e quieta grandezza nel ruolo del galeotto redento

Quando nelle barricate di Parigi Jean Valjean lo libera, il suo mondo di rettitudine e saldi principi crolla: «Un galeotto benefattore che restituisce il bene per il male, che preferisce il perdono alla vendetta? Non è scritto in nessun codice! – esclama l’Ispettore Javert con la sorda voce incrinata della disperazione – Che fine ha […]

continua »