16
febbraio
2019

spettacoli

Mario Di Calo
Due spettacoli in scena a Roma

Iperurania Iodice

Davide Iodice mette in scena due testi di Lucia Calamaro e Nunzio Caponio: due apologhi sulla comunicazione che trasformano il futuro in un incubo insostenibile

Davide Iodice ha completato la sua formazione di regista a Roma (presso l’Accademia d’Arte Drammatica) ma è a Napoli che ha consolidato la sua presenza di artista e agitatore culturale. E a Roma è ritornato recentemente presentando due suoi spettacoli a poca distanza l’uno dall’altro: Urania d’agosto di Lucia Calamaro per Sardegna Teatro (nella foto […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro India di Roma

La scena scortecata

Emma Dante è capace di appropriarsi di una fiaba antica e di estrarne l’essenza, letteraria e antropologica. Lo dimostra ancora una volta con "La Scortecata", dopo il 60° Festival di Spoleto arriva al Teatro India di Roma

«Fulmineo / precipita il frutto di giovinezza, / come la luce d’un giorno sulla terra. / E quando il suo tempo è dileguato / è meglio la morte che la vita». Che Gioventù e Amore fossero i volti della stessa medaglia Mimnermo lo credeva, e lo temeva. Il poeta elegiaco nel VI secolo a.C. si […]

continua »
Valentina Di Cesare
Al via il Sulmona International Film Festival

Il cuore del cinema

Al via la 36° edizione del Sulmona International Film Festival. Nel cuore dell'Abruzzo per arrivare al cuore del cinema: tra grandi autori e nuovi talenti per celebrare il cinema internazionale

Celebrare il cinema internazionale, con un’attenzione particolare ai giovani registi italiani e stranieri: questo il leitmotiv del Sulmona International Film Festival. Aprirà i battenti mercoledì 7 novembre, per concludersi sabato 10, nel cuore dell’Abruzzo, un cuore pulsante delle maggiori manifestazioni culturali dedicate all’arte cinematografica e che di anno in anno cresce, ottenendo sempre più consensi. […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Eliseo di Roma

Festa con Cyrano

Luca Barbareschi è Cyrano de Bergerac per inaugurare la stagione del centenario del Teatro Eliseo. Regia di Nicoletta Robello Bracciforti e scene di Matteo Soltanto per uno spettacolo che voleva essere estroso ed è stato turbinoso

Personaggio che sa cavalcare la cresta dell’onda, attore regista e produttore (come si definisce nella sua pagina web), un’esperienza parlamentare alle spalle, un’educazione cosmopolita tra vecchio e nuovo continente, precursore di un’imprenditoria ragionata sull’informatica e internet, Luca Barbareschi è uomo che tiene ben saldi i piedi a terra. E in scena. Baldanzoso viene alla ribalta, […]

continua »
Tina Pane
A Castel dell'Ovo di Napoli

Modello De Filippo

Carolina Rosi e Tommaso De Filippo dedicano una grande mostra al mondo della più celebre famiglia del teatro italiano del Novecento. Un monumento (da visitare assolutamente) all'arte della scena

Il leggendario Castel dell’Ovo, che sorge sull’antico isolotto di Megaride, luogo del primo insediamento di Neapolis, è la sede individuata dal Comune di Napoli per ospitare la mostra monumentale I De Filippo, il mestiere in scena che, inaugurata alla fine di ottobre, darà vita alle antiche sale del complesso fino al 24 marzo. Curata da […]

continua »
Alessandra Pratesi
Intervista a Giuseppe Grattacaso

Parliamo di noi

“Parlavano di me”, di Giuseppe Grattacaso: da racconto a spettacolo teatrale. Uno schizzo di genesi ed esegesi del progetto con l’autore del testo da cui è tratto lo spettacolo teatrale di Marco Zingaro con Francesca Nerozzi

Giuseppe Grattacaso ce l’ha nel DNA. Raccontare per lui è vitale. Docente di lettere per professione, autore di poesie per passione (le ultime raccolte, Confidenze da un luogo familiare e La vita dei bicchieri e delle stelle, le ha pubblicate nel 2010 e nel 2013), nel 2016 pubblica con la casa editrice Effigi Parlavano di […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

Nobili Miserabili

Tappa romana per “I Miserabili” di Franco Però. La sfida della riduzione da feuilletton a pièce teatrale è brillantemente superata da Luca Doninelli, mentre Franco Branciaroli dà prova di nobile semplicità e quieta grandezza nel ruolo del galeotto redento

Quando nelle barricate di Parigi Jean Valjean lo libera, il suo mondo di rettitudine e saldi principi crolla: «Un galeotto benefattore che restituisce il bene per il male, che preferisce il perdono alla vendetta? Non è scritto in nessun codice! – esclama l’Ispettore Javert con la sorda voce incrinata della disperazione – Che fine ha […]

continua »
Chiara Ragosta
Intervista a Erika Janet Rinaldi

Teatro, dunque sono

Dal 31 ottobre al 2 novembre al Teatro di Documenti di Roma va in scena “IL CLAN. Settemilatrecento Lune”, di e con Erika Janet Rinaldi per la regia di Alejandro Radawski. Riflessione nuda e cruda sul significato di purezza e di appartenenza con gli attori di “YOSOY Compagnia Teatrale”

Germania, 1950: cosa nasconde una misteriosa e riservata famiglia, i cui membri femminili vivono reclusi all’interno delle quattro mura domestiche, senza possibilità di contatto con l’esterno? Un oscuro e incestuoso rito ventennale sta per ripetersi, frutto di un patto stretto tempo prima tra il capofamiglia Romero e il padre per salvaguardare la purezza della linea […]

continua »
Marco Ferrari
Al museo dell'Ara Pacis di Roma

Mastroianni d’Italia

Ritratti, cimeli, scritti, testimonianze, recensioni, locandine dei film e degli spettacoli: una bella mostra insegue il mito di Marcello Mastroianni, icona di un'Italia che non è più stata il nostro futuro

Con un nome così non poteva che essere bello e famoso: Marcello Mastroianni ha incarnato a lungo il fascino italiano con il suo carisma, lo sguardo profondo, la sua semplicità e la sua ironia sottile. Una voce indimenticabile che ha accompagnato la maturità del cinema italiano, dal neorealismo all’esistenzialismo, dalla commedia all’italiana al fenomeno felliniano. […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Argentina di Roma

La ballata Barry Lyndon

Le sfortunate vicende dell’arrivista e seduttore irlandese Barry Lyndon arrivano in scena, con una riduzione teatrale ed una regia firmate Giancarlo Sepe. Una sequenza di quadri per una danza macabra con la Fortuna e un elogio dell’immoralità

Non tutti, forse, conoscono la Sarabanda dalla Suite in Re minore HWV 437 di Händel per clavicembalo. Tutti, però, conoscono il main theme di Barry Lyndon di Stanley Kubrick. Ebbene, si tratta della stessa musica (anche se la seconda partitura risulta notevolmente migliorata dall’intervento di Leonard Rosenman sull’orchestrazione ampliata all’ensemble orchestrale). Poche musiche hanno avuto […]

continua »