18
dicembre
2018

spettacoli

Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

Sorelle taglia e cuci

Tornano a teatro le Sorelle Materassi, le signorine tumistufi nate dalla penna di Palazzeschi e approdate sulla scena grazie alla collaborazione di Geppy Gleijeses e Ugo Chiti e all’interpretazione di Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati. Sobrio e pacato, mai esilarante o fuori le righe, come l’ironia di Palazzeschi

Fare taglia e cuci: dicesi dell’attività di una persona pettegola, incapace di non esprimere maldicenze, commenti, malignità gratuite sugli altri. Nella estrema ricchezza e versatilità delle combinazioni della lingua italiana, l’espressione “fare taglia e cuci” si presta particolarmente a dare uno schizzo di situazioni e temperatura emotiva dello spettacolo andato in scena al Teatro Quirino […]

continua »
Sergio Buttiglieri
Al Teatro Grassi di Milano

Lezione da Servillo

Torna in scena "Elvira", la lezione/spettacolo di Toni Servillo dedicata all'arte dell'attore, alla verosimiglianza e allo scavo interiore dei personaggi. Seguendo la scia di Louis Jouvet e Giorgio Strehler

Sentire applausi così caldi e prolungati alla fine della nuova fortunata impresa teatrale di Toni Servillo – Elvira, omaggio a Louis Jouvet nuovamente in scena a Milano al Teatro Grassi fino al 22 dicembre – con il testo di Brigitte Jaques tratto da Elvire Jouvet 40, è un chiaro segnale che anche questa volta l’attore e regista campano ha trovato […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Studio “E. Duse” di Roma

Il sogno del teatro

Francesca Caprioli firma e porta in scena l’adattamento teatrale de “La casa del sonno” di Jonathan Coe: “È un continente perduto”. Intenso, vibrante, autentico. Il progetto vince la menzione speciale del Premio di Produzione Carmelo Rocca 2018, premio indetto dall’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” con il contributo di SIAE e sarà presentato a Spoleto 61 completo di una seconda parte

Quello tra il sogno e il teatro è un legame antico, dalle crudeli manipolazioni in La vita è sogno di Calderón, al mortifero sonnambulismo di Lady Macbeth fino al recente Freud o l’interpretazione dei sogni di Stefano Massini. Finge, il teatro, allude e illude, come i sogni. Crea rebus di riferimenti scenografici, sonori e verbali […]

continua »
Luca Zipoli
Dalla Carnegie Hall di New York /3

Un ritorno trionfale

In occasione del ritorno del tenore peruviano Juan Diego Flórez al Carnegie Hall, dialogo a quattro mani tra Luca Zipoli, PhD in Letteratura Italiana alla Normale di Pisa e già autore per “Succedeoggi”, e Max Matukhin, PhD in Letterature comparate alla Princeton University. La musica che fa parlare, la musica che unisce

Max, spiegaci perché il concerto di Flórez al Carnegie Hall del 18 novembre era davvero un evento imperdibile. Dopo più di tre anni di assenza, il tenore peruviano Juan Diego Flórez è tornato il 18 novembre a New York, questa volta per un recital al celebre Carnegie Hall, accompagnato dal pianista Vincenzo Scalera. Per più […]

continua »
Paolo Petroni
Due appuntamenti con il teatro internazionale

Il teatro è nudo?

Due coppie a letto: il nudo, il voyerismo e la mediazione cinematografica. Due registi di grande fama internazionale, Katie Mitchell e Milo Rau, partono dallo stesso presupposto: il teatro non basta a se stesso

Due spettacoli che arrivano a Roma assieme, scuramente una coincidenza, ma che non può non far riflettere visto che tutti e due pongono il problema dell’uso dei nudi e delle riprese cinematografiche in scena: il primo è La maladie de la mort, come il racconto di Marguerite Duras da cui è liberamente tratto da Katie […]

continua »
Sergio Buttiglieri
Al Centro Dialma Ruggiero di La Spezia

Manfredini o Bacon?

Torna in scena, dieci anni dopo, “Al presente” di Danio Manfredini: un doloroso monologo che mescola le memorie personali a quelle dei pazienti di un ospedale psichiatrico

Il Centro Dialma Ruggiero di La Spezia ha inaugurato la sua Stagione teatrale con lo spettacolo Al presente di Danio Manfredini: uno struggente, doloroso monologo che nel 1999 vinse il premio Ubu. L’autore/attore entra in una scena algida – che tanto ricorda gli ospedali psichiatrici dove lui per anni ha lavorato – vestito di bianco con […]

continua »
Ilaria Costabile
Intervista a Marianna Miozzo

Riempire i vuoti

Allo Spazio Fattoria di Milano prende vita “La Vedova” di Marianna Miozzo: nell’ambito della rassegna completamente al femminile, Th!nk P!nk, un performing project di teatro danza per fare il punto sul ruolo della donna e della danza

Nell’ambito della rassegna completamente al femminile, Th!nk P!nk, ideata da Francesca Penzo, una delle anime della compagnia di teatro danza Fattorie Vittadini, il 25 Novembre scorso in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, nello Spazio Fattoria di Fabbrica del Vapore nel cuore di Milano, si è esibita per la prima volta sulla […]

continua »
Alessandra Pratesi
Visto al Teatro Quirino di Roma

La nuda verità

Dopo aver inaugurato la 60° stagione del Teatro Stabile di Catania, i “Sei personaggi in cerca d’autore” di e con Michele Placido arrivano al Teatro Quirino di Roma. Il dramma della Figliastra (Dajana Roncione) e della “vita vera” riempiono la sala

Si spengono le luci, si apre il sipario, si sente un rumore di passi in platea: che lo spettacolo sia cominciato? Dubbio lecito. Con Sei personaggi in cerca d’autore, d’altronde, non è mai detta l’ultima parola. Quando è di casa il metateatro, non c’è confine che non si possa superare. E la quarta parete in […]

continua »
Luca Zipoli
Dalla Carnegie Hall di New York /2

Un’orchestra su tastiera

Noto in tutto il mondo sia come interprete sia come compositore, il pianista canadese Marc-André Hamelin ha fatto il suo atteso ritorno sul rinomato palco newyorkese. Agli spettatori è stato offerto un programma ricco e insolito, che ai grandi classici della tradizione pianistica ha affiancato brani meno noti e sperimentali

Alla Carnegie Hall tradizione fa da sempre rima con innovazione. Anche forme di concerto ormai collaudate e classiche, come un recital pianistico o un’esecuzione orchestrale, in questa sala lasciano sempre spazio a sperimentazioni interessanti che le rendono esperienze musicali diverse e peculiari. Nei programmi di sala, accanto ai nomi dei giganti della musica da camera […]

continua »
Luca Zipoli
Dalla Carnegie Hall di New York /1

A Different Kind of Orchestra

Ospiti fissi della celebre sala da concerto newyorkese, ancora una volta i New York Pops hanno riscosso uno straordinario successo di pubblico. Il loro sforzo di avvicinare due mondi lontani, la musica classica e i più acclamati brani pop, si conferma una scelta vincente, capace di accontentare cultori della tradizione sinfonica e appassionati di musica leggera

Maria Callas, New York Philharmonic, Luciano Pavarotti, American Symphony Orchestra… sono questi alcuni dei più celebri nomi storicamente associati alla Carnegie Hall, il palcoscenico di musica classica e lirica più rinomato d’America. Non tutti sanno, però, che questa istituzione non ospita solamente serate dedicate al grande repertorio tradizionale, ma rinnova da diversi decenni degli appuntamenti fissi […]

continua »