14
dicembre
2018

reportage

Luca Fortis
Mangiare e vivere nella Bekaa

Il Libano dei mezzè

Anche in Medioriente la cucina è cultura. Dietro ai mezzè o ai distillati aromatici c'è lo stile di vita delle comunità. Come ci racconta Laurence Khayat, maestra di ospitalità a Zahle

Le decine di piatti pieni di cibi colorati sparsi sulla tavola potrebbero essere una perfetta metafora del mosaico culturale libanese. I mezzè consistono in una cinquantina di antipasti che vengono serviti in ogni convivio che si rispetti. Secondo alcuni studiosi l’origine di questa tradizione è da ricercarsi a Zahle, nelle valle della Bekaa non lontano […]

continua »
Jolanda Bufalini
Roma, una città immobile

Sfida a Tor di Valle

Tra costruire con criterio per il bene comune, cercando di evitare sprechi, e saper dire solo di no c'è una bella differenza. Come dimostra la storia del possibile, nuovo stadio (privato) della Roma

Tor di Valle è percorsa da una rete di strade asfaltate, che portano alle scuderie, a casupole, intorno c’è un verde intricato e selvaggio, in una radura si erge ancora, nella desolazione, la tribuna coperta del vecchio ippodromo abbandonato. Dieci, forse quindici anni fa, ci fu uno spettacolo con i cavalli di Bartabàs, ma già […]

continua »
Pierre Chiartano
Il caso Jakarta

Lampi sull’Indonesia

La più grande manifestazione di piazza degli ultimi tempi da parte delle organizzazioni islamiche è un campanello dall'allarme per il presidente Jokowi: anche qui la situazione sta diventando esplosiva

Venerdi mattina, ore 11.30. Sono nel traffico di Depok a sud di Jakarta vicino alla University of Indonesia. Il mio Go-Jek, moto-taxi che funziona con una app, va come una scheggia. Slalom continuo nel traffico mattutino, che a Jakarta significa intasamento costante (macet). Un’amica dell’ambasciata italiana mi ha avvisato che stanno chiudendo le strade intorno […]

continua »
Lorena Piras
Una (atipica) passeggiata romana

Da Faranda a Farouk

La via Veneto di Faranda e Morucci, l'omicidio Faorouk, le bombe sovietiche al Café de Paris e quelle all'Hotel Flora: viaggio nella Roma del crimine. Quello internazionale...

Immaginate di sovrapporre la foto in bianco e nero di una strada a ciò che quella strada è diventata oggi. Passato e presente in un’unica sequenza spazio temporale, vecchi negozi accanto ad automobili moderne, cabine telefoniche dove ora c’è il wi-fi. Palazzi, finestre, quelli di un tempo, ora custodiscono i segreti e l’intimità di nuove […]

continua »
Nicola Bottiglieri
Una domenica a Salerno

Gesù e le melanzane

Mentre mia sorella frigge le melanzane per la parmigiana, il diacono con occhi intensi mi guarda dicendo che abbiamo sul tavolo il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe…

A Salerno, a casa di mia sorella Juanita, vive mia madre di 96 anni. Poiché la nostra “matriarca” non riesce più a camminare per andare in Chiesa la domenica, il diacono Luigi viene a portarle la comunione. Di solito arriva a mezza mattinata, quando in casa fervono i preparativi per il pranzo. Domenica 2 ottobre […]

continua »
Anna Camaiti Hostert
Cartolina americana

I volontari di Hillay

Un pomeriggio nella sede di Chicago del comitato elettorale di Hillary Clinton. A far volontariato insieme agli americani "qualunque" che vedono «a rischio il futuro di questo Paese»

Le 4 e 10 del pomeriggio, a Winnetka nel Northshore di Chicago, in una sede locale del Partito Democratico, un giorno dopo il primo dibattito nazionale tra Hillary Clinton e Donald Trump che ha avuto più di 80 milioni di spettatori. E che trova quasi tutti d’accordo, eccetto i fedelissimi di Trump, incapaci di incassare […]

continua »
Nicola Fano
Viaggio al cuore del Rinascimento

Sabbioneta, Italia

Sabbioneta, con le sue meraviglie “patrimonio dell'umanità" è la dimostrazione pratica di come in Italia sia difficile conservare la memoria e la cultura. Malgrado la tenacia di chi le amministra

Intorno al Po, l’acqua che esce dai rubinetti ha un profumo inconfondibile. Un misto di antichità e fogna, natura sovrastante e canali sporchi. Avete presente Venezia? Avete presente quell’odore che si nota solo appena arrivati e poi diventa parte integrante dell’aria? Lo chiamano bottino, nel senso del fondo delle botti. Di quello stiamo parlando: se […]

continua »
Vincenzo Nuzzo
Una domenica mattina fuori dal folklore

Napoli senza vicoli

Edifici Belle Èpoque, casermoni di tufo giallo senza intonaco e senza tempo, e orripilanti palazzoni multicolori anni '60-'70. Ecco la Napoli di sempre: una cartolina a rovescio

Napoli, domenica mattina dell’undici di settembre. Via Pier delle Vigne. No, falso! Non può essere. Il nome è del tutto ingannevole, perché in realtà siamo nel quartiere San Carlo all’Arena dietro Piazza Carlo III e non lontani da Piazza Ottocalli. La più vetero-Napoli mai possibile. Dunque, più Napoli e più antica questa non potrebbe essere. […]

continua »
Biagio Guerrera
Un viaggio tre letterario e antropologico

Lamento per il Mediterraneo

Tre giorni a Mussomeli, nel cuore della Sicilia, cercando voci, cori e poesia. Tre giorni consumati in mezzo a storie antiche e una (eterna) grande umanità

I miei cari morti e i miei cari vivi vivono ai lati opposti dello stesso sogno Jaroslaw Mikolajewski ENTROTERRA. La Sicilia dell’interno è una miniera ricca di giacimenti nascosti e preziosi. Uno di questi è sicuramente il canto devozionale, legato principalmente ai Riti della Settimana Santa, studiato dai grandi etnomusicologi degli anni 60 è ben […]

continua »
Selene Baiano
Tra il mito e la sorpresa

Le lame d’Irlanda

Joyce e la Guinnes, la natura possente e i turisti vocianti; echi di letteratura e sconcerti del vento e delle onde. Cronaca (personale) di un viaggio fatto in Irlanda in cerca di pioggia

Eh, la mia Irlanda è stata… tantissimo! Si è presentata come un mosaico di tasselli verdi squadrati e ripetuti, sotto un cielo azzurro e limpidissimo. Mi ha fatto acclimatare concedendomi due giornate a Dublino di tempo meravigliosamente soleggiato e terso. La capitale è magica. È colorata, caotica ma precisa, varia ma costante, allegra ma malinconica. Ti […]

continua »