17
luglio
2019

memorie&archivi

Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Castro Pretorio in 3D

Documentata virtualmente attraverso un’installazione multimediale, l’evoluzione dall’antichità al XXI secolo del rione di Roma, ricco di storia, arte, tradizioni ignorate dai più. Un suggestivo viaggio nel tempo reso possibile (su prenotazione) dalla collaborazione tra il Museo Nazionale Romano e l’Hotel The St. Regis

Il caos della Stazione Termini che oscura e deturpa con sporcizia, bivacchi di sbandati, smercio di droga, bancarelle, ambulanti, la rarità delle Mura Serviane (le più antiche dell’Urbs), l’eleganza di Palazzo Massimo, una delle sedi del Museo Nazionale Romano, ricchissima di reperti ancorché troppo poco visitata; ma anche il viavai incessante di automobili e autobus […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

I Castelli con gli occhi degli scrittori

L’abbazia di San Nilo a Grottaferrata, Palazzo Chigi ad Ariccia, la Villa Aldobrandini a Frascati. Nonostante i guasti moderni non è difficile scovare ai Castelli Romani luoghi di grande pregio e bellezza. Più facile ancora grazie a un baedeker che ci orienta nei borghi sulle orme di celebri passi

Di Grottaferrata e della sua ultracentenaria Fiera di marzo (dal 23 al 31 prossimila 419.a edizione, che celebra la terra, dalle macchine per lavorarla ai prodotti e al modo di cucinarli) Richard Voss – scrittore tedesco che visse con la moglie a Frascati, nella Villa Falconieri, dal 1880 al 1905 – annota: «In questa contrada […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

L’eterna vita della Curia Iulia

“Mythologica” e i “Giovedì del ParCo”: appuntamenti bisettimanali con archeologi, storici della romanità, esperti stranieri nella sede del Senato Romano, voluto da Giulio Cesare ma inaugurato da Augusto, ora restaurato e aperto al pubblico

Cesare la volle, Cesare le diede il nome, ma non fece in tempo a vederla. La Curia Iulia, il severo, compatto edificio che scorgiamo al culmine del lato breve del Foro Romano, fu infatti inaugurata da Augusto, quindici anni dopo che il più celebre condottiero dell’Urbs con mire dittatoriali era stato trucidato a pugnalate, nelle […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Effetti speciali a. C.

Un tuffo nel Lazio arcaico, a Lanuvio, zona Pantanacci (Colli Albani), dove si venerava Giunone Sospita e si ci bagnava nelle acque miracolose della Grotta del Serpente. Oggi reperti conservati al Museo Civico Lanuvino ci raccontano quei riti amministrati dai sacerdoti per alzare l’audience

Impastavano la farina di farro con l’acqua, sulla pietra cuocevano le focacce, poi in corteo, velate e bendate, le recavano alla Grotta del Serpente, dove sgorgava un’acqua miracolosa, non lontano dal tempio della dea più rispettata dalle donne, Iuno Sospita, Giunone Propizia. Il rito poteva concludersi festoso ma anche in modo nefasto. Perché se una […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Monti ieri e oggi

Nell’intrico di vicoli, saliscendi, case ammucchiate del Rione Primo, il più antico di Roma, che possiede tre dei sette Colli, due delle quattro basiliche patriarcali e tre dei sei Fori Imperiali. Con la guida sicura del “Dizionario” di Willy Pocino, che ci racconta quel che c’è, ma anche che cosa non c’è più

Il Colosseo che si scorge all’improvviso, scendendo da Colle Oppio, capace di suscitare stordimento da Sindrome di Stendhal; la facciata cesellata di Santa Maria Maggiore, che pare un enorme “soprammobile” in un salotto principesco; il mosaico di Santa Pudenziana, il più vetusto in una chiesa romana; i Giardini e la severa Manica Lunga del Quirinale; […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di Festa

Noi e il Gil

L’edificio che ospitava la Gioventù Italiana del Littorio viene restituito ai romani che potranno riscoprire un esempio alto di architettura del ‘900 assistendo a spettacoli ed eventi in programma fino a marzo. In attesa che venga messo a punto il polo culturale che il WeGil si propone di essere

La Festa del Cinema di Roma vi ha tenuto uno dei più spumeggianti party, in chiave swinging London e colonna sonora dei Beatles; dall’8 dicembre vi sono esposte le fotografie di Massimo Sestini, vincitore nel 2015 del World Press Photo con l’immagine-simbolo della carretta del mare rimpinzata di migranti. E da quel giorno mostre, spettacoli, […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Presepi a Roma

Quattro Natività da ammirare: quella di piazza San Pietro, dove la sabbia, essenza dell’effimero, è plasmata per celebrare l’eternità. Quella del maestro lucano Franco Artese ospitata al Quirinale. L’emozionante Presepe della Guerra al Museo della Repubblica Romana e quello firmato da Giulia Napoleone alla Galleria Nazionale d’arte Moderna

Il più sensazionale è quello del Vaticano, il più spettacolare quello del Quirinale, il più povero quello del Museo della Repubblica Romana, il più simbolico quello della Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Nell’antologia di presepi che Roma sciorina in questi giorni – Natività medievali e barocche, popolari e pittoresche – questi quattro che vi raccontiamo sono […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

L’ebreo “romanus”

Omaggio a Ludwig Pollak, studioso d’archeologia e mercante d’arte, che scovò il braccio del Laocoonte. La Città Eterna fu la sua fortuna ma anche il luogo della fine: dal Ghetto fu deportato ad Auschwitz. Roma gli rende onore con due mostre

Gli capitò un giorno del 1905, passeggiando a Colle Oppio, di entrare nella bottega di uno scalpellino. Rovistò con l’occhio esperto e scovò un frammento, un troncone di braccio piegato all’altezza del gomito. Lo acquistò, se lo portò a casa, lo studiò e non ebbe dubbi: era il braccio del Laocoonte, il gruppo scultoreo che […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Grandezza dei Severi

Una sontuosa mostra che si snoda tra il Colosseo e una serie di tappe nel Foro Romano rende omaggio all’ultima (e poco conosciuta, se non fosse per Settimio Severo) stirpe di regnanti dell’impero romano. Di origine africana, risollevarono l’Urbs impoverita dalle insensatezze di Commodo

I Severi furono l’ultima grande stirpe dell’impero romano. Eppure i loro nomi sono sfocati nella conoscenza più diffusa, se si eccettua Caracalla, identificato sbrigativamente per le Terme grandiose, peraltro sfondo delle stagioni estive del Teatro dell’Opera. Va un po’ meglio a Settimio Severo, l’iniziatore della dinastia, per quell’arco a tre fornici che s’acquatta nel Foro […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Un fiore per Fadilla

Da dicembre verranno aperti al pubblico una volta al mese i due mausolei di Saxa Rubra (uno amorevolmente dedicato a una moglie) che raccontano il tempo degli imperatori Antonini. Un’ulteriore testimonianza dello sterminato patrimonio da valorizzare nel suburbio di Roma

Chiusi da quindici anni, circondati da condomini e attività commerciali, attigui al traffico della via Flaminia. Eppure capaci di raccontare la Roma degli imperatori Antonini. Sono i due mausolei di Saxa Rubra che hanno riaperto le loro porte in occasione delle Giornate del Patrimonio, dopo restauri attuati dalla Soprintendenza Speciale di Roma per una spesa […]

continua »