15
ottobre
2018

memorie&archivi

Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Maria dei bisognosi

Visita al suggestivo Santuario della Madonna del Monte, arroccata in un angolo di Abruzzo che assicura panorami mozzafiato. Pellegrinaggio laico o religioso che sia, è un punto di partenza per escursioni tra cielo e montagne alte più di 1800 metri

Piccola Italia del paesaggio, dell’arte, delle leggende, dei santi e dei miracoli. Un anfratto in Abruzzo (che conosce chi abita monti e valli intorno e non chi viene dalla vicina Roma) è il santuario della Madonna dei Bisognosi. Raggiungerlo è già un pellegrinaggio, laico o religioso che si voglia. Perché una strada sempre più stretta […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Le scampagnate di Alessandro Farnese

Riaprono al pubblico gli Horti Farnesiani, il “giardino segreto” del Palatino. Un percorso che stordisce per la bellezza, come già accadde a Goethe e a Turner. La storia di questo luogo simbolo della Roma rinascimentale e barocca in una mostra

«La sera, dopo aver osservato con tutto agio quelle belle cose, andammo nei giardini del Palatino, ameni spazi verdeggianti che riempiono gl’intervalli tra le rovine dei Palazzi dei Cesari. Là, su una grande terrazza aperta al pubblico, cinta di stupendi alberi sotto cui erano disseminati frammenti di capitelli scolpiti, di colonne lisce e scanalate, di […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

L’inedita Italia

Oggi e domani (24 e 25 marzo) porte spalancate per le “Giornate Fai di Primavera” sulle meraviglie del Belpaese, recuperate e protette dal Fondo Ambiente Italiano. Una nostra eccellenza da sostenere per piacere intellettuale e impegno civile

La bella stagione si mostra ancora lontana, invece sono puntuali come ogni anno le “Giornate Fai di Primavera”, l’appuntamento che dal 1992 spalanca le porte, nel primo week end dopo il giorno di San Benedetto, di mille luoghi italiani solitamente inaccessibili al pubblico. Sul sito del Fondo Ambiente Italiano, ideato da Giulia Crespi, presidente onorario […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Roma dall’altana

Passeggiare col naso all’insù per le vie della Capitale e scorgere quei vezzi architettonici che sono i belvedere sopra le terrazze, utili appunto a vedere senza esser visti. Da piazza Venezia a piazza di Pietra, da piazza Colonna a piazza di Spagna, da lungotevere a Prati al Coppedè…

Adesso che il cielo sta diventando azzurro primavera gli occhi li alziamo volentieri. E allora scopriamo scorci di Roma che abbiamo dimenticato nei mesi sotto l’ombrello. Capricci architettonici che identificano un palazzo, un angolo della città con tanto carattere da non poter mai trovare qualcosa di simile. Sono le altane questi vezzi di costruttori e […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

La spada di Achille

Continua a prender vita il racconto per immagini custodito nella Domus Aurea. Grazie ai restauri sostenuti dalla svizzera Fondazione Isabel e Baltz Baechi, è ora la volta della Sala di Achille a Sciro dove gli affreschi del valente pittore Fabellus narrano del Pelide e della furbizia di Ulisse

Un nuovo tassello si è rivelato e mostra la Domus Aurea com’era. Racconta del lusso che Nerone volle profuso nella sua reggia di rappresentanza, una sequenza di padiglioni aperti sul verde e su giochi d’acqua, di fronte il lago artificiale che in seguito Flavio riempì con il suo Anfiteatro, il Colosseo. Ecco un altro piccolo e […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

La scala a chiocciola

A Roma e dintorni sono quattro gli esemplari imperdibili di questo misterioso e funzionale elemento architettonico: quello di Bramante in Vaticano, del Vignola a Caprarola, del Mascherino al Quirinale e di Borromini a Palazzo Barberini. Da vedere

Il ritorno, dopo molti anni, al Palazzo Farnese di Caprarola riaccende lo stupore per un edificio che non comunica soltanto bellezza ma scienza e filosofia, nel ciclo degli affreschi manieristi ispirati da intellettuali come Annibal Caro e nei concetti nascosti all’interno delle soluzioni architettoniche ideate dal Vignola. Il fascino della dimora del cardinal Farnese è […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Quattromila secoli nel nome di Barracco

È un’emozione entrare nell’edificio, forse ideato da Antonio Sangallo il Giovane, che custodisce nel cuore di Roma la collezione di scultura antica donata dal barone calabrese al Comune della città eterna. Una sosta, trascurata dai turisti, che almeno ogni romano dovrebbe regalarsi

Il 13 novembre del 1948 – settant’anni fa – è la data che segnò la rivincita postuma del barone Giovanni Barracco. Quel giorno fu riaperta al pubblico la collezione di scultura antica che il nobile, morto nel 1914, aveva regalato a Roma. Una raccolta ospitata fino al 1938 in un palazzetto classicheggiante che Barracco aveva […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Con papi e cortigiane sulla Via Recta

Via dei Coronari, a Roma, voluta da Sisto IV nel ‘400 per far raggiungere più facilmente San Pietro, è uno scrigno di storie. Dalla “casa di Fiammetta”, a piazza Lancellotti, a San Salvatore in Lauro, dove in questi giorni, nel complesso della Confraternita dei Piceni, si celebra con una mostra il pontefice mecenate Clemente XI

Le giornate ancora corte si addicono a via dei Coronari. La notte scende presto e allora s’accendono i lampioni – ingabbiati nel ferro, come nell’Ottocento – e sulla strada lunga (mezzo chilometro) e stretta (si chiamava Via Recta) è come se si alzasse il sipario. I personaggi di una improvvisata commedia dell’arte sono i passanti […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Un bagno a Caracalla

Ricostruite in 3D le Terme frequentatissime dai Romani. Grazie a dei visori con uno specifico software, il visitatore vedrà virtualmente riprodotti i diversi ambienti nella loro originalità, basata su ricostruzioni filologiche. Un viaggio nel tempo…

«Un grande schiamazzo, se vuoi, ma dalle terme si esce risanati». Così Seneca il filosofo sui luoghi di svago più amati e frequentati dai romani. Proprio lui ci viene incontro e ci parla sullo sfondo del più grande complesso termale, inaugurato nel 216 dopo Cristo dall’imperatore Caracalla, figlio di Settimio Severo. Certo, si usa l’immaginazione […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Natale amiatino

Riunirsi intorno a cataste di legna ardenti disseminate per tutto il centro storico di Abbadia San Salvatore, pietra miliare della storia del Cristianesimo e della civiltà medievale. Così ai piedi dell’Amiata si celebra il giorno del Sol Invictus divenuto reale attraverso la nascita di Gesù

La chiamano “la città delle fiaccole” oppure “del Codice Amiatino”. E i due appellativi si incastrano nel suo cuore più significativo, l’abbazia del VIII secolo che le conferisce poi la denominazione ufficiale. Abbadia San Salvatore è tutta in quel convento dal quale si irradiò cultura e potere. E che fu carismatica tappa dei pellegrini incamminati […]

continua »