25
febbraio
2018

arti

Ella Baffoni
Una mostra nell'Asilo occupato dell'Aquila

Gli occhi dell’Aquila

La fotografa Claudia Pajewski ha raccontato la ricostruzione della città ferita dal terremoto. Mettendo insieme le memorie, le ferite, i cantieri e gli uomini che li popolano

Il passato dell’Aquila – città ferita e non solo dal terremoto ma anche dall’improvvido intervento del governo berlusconiano e dalle passerelle mediatiche sulle macerie – lo sappiamo bene. Dal 2014 qualcosa s’è mosso, però, e la zona rossa si è aperta a una selva di gru. Di cantiere in cantiere già si vede il risultato, […]






continua »
Lidia Lombardi
Memorie del Novecento

«Imparate l’arte»

Storie di conflitti (antichi) tra collezionisti privati e musei pubblici: colloquio con Fabrizio Russo, gallerista antiquario, nume tutelare della memoria futurista

Fabrizio Russo, gallerista antiquario, espone nelle vetrine e nelle sale – in via Alibert, cuore della Roma degli artisti – “gioielli” futuristi. Ma è attento anche ai contemporanei, come i sette giovani artisti che animano la rassegna Shakespeare in Rome appena inaugurata, che, con il patrocinio del British Council, celebra i quattrocento anni dalla morte […]






continua »
Danilo Maestosi
Quando l'arte diventa commercio

Mucha e Barbie

Due mostre parallele, il consumo liberty (Adolphe Mucha) e il giocattolo di consumo (Barbie), il Paradiso e l'Inferno illuminano il nuovo corso del Vittoriano di Roma

Adolphe Mucha e Barbie. Una grande firma del liberty e un’icona del giocattolo. Curiosa l’accoppiata di mostre che sigilla la nuova stagione dell’Ala Brasini del Vittoriano, passata dalla gestione ventennale di Alessandro Nicosia a quella della società Arthemisia, un’azienda che punta alla leadership del settore espositivo. Diversi i protagonisti chiamati in scena, diverse le organizzazioni […]






continua »
Danilo Maestosi
Due mostre a Palazzo Reale

Nuovo miracolo a Milano

Un omaggio a Studio Azzurro e un'opera del gruppo moscovita «AES+F» ripropongono (direttamente e indirettamente) l'impegno e il realismo magico del film di De Sica e Zavattini

Riemergo dalla sbornia di sensazioni di un week end in questa Milano di inizio aprile, straripante calderone e labirinto di eventi e mostre d’arte contemporanea, trascinandomi appresso come fili d’Arianna gli echi forti di due sogni. Bussole preziose i sogni, belli o brutti che siano, perché dei sogni e dell’universo cifrato in cui ci proiettano, […]






continua »
Erminia Pellecchia
Al padiglione 3 di Fieramilanocity

Rinascimento milanese

Grande successo per "Miart", la Fiera d'arte contemporanea che Vincenzo De Bellis ha letteralmente rianimato mescolando sperimentazioni e suggestioni. E rilanciando il mercato

Una sorpresa. Una piacevole sorpresa la ventunesima edizione di Miart che ha occupato con i suoi stand alveari – logo l’apicoltura ad indicare la laboriosità di artisti e galleristi – il padiglione 3 di Fieramilanocity. Risultato? Un miele di qualità, complice la sapiente miscela dei bouquet di questo felice giardino dell’arte fiorito all’ombra della Madonnina. […]






continua »
Ella Baffoni
Le polemiche sulla mostra di Bologna

Un urlo sui muri

Di qua l'esigenza di auto-rappresentazione di una comunità (incarnata dagli street artist) e di là la tentazione commerciale di vuol dare un prezzo alla street art: due mondi inconciliabili

Ora che, passati i fasti dell’inaugurazione, si è un po’ placata la polemica sulla mostra “Street Art-Bansky & Co. L’arte allo stato urbano” (di cui Erminia Pellecchia ha parlato a lungo qui su Succedeoggi: clicca qui per leggere l’articolo) può essere il momento giusto per tentare qualche riflessione. Vogliamo conservare, restaurare, tramandare quel che di […]






continua »
Erminia Pellecchia
A Napoli, a Villa Pignatelli

L’arte di Batman

Una mostra tra arte e fumetto racconta la trasformazione dei supereroi, da bambinoni perfetti e campioni dell'incertezza. Anche i cartoon, a volte, inseguono la realtà...

«I sogni ci salvano. I sogni ci elevano e ci trasformano. E sulla mia anima giuro che finché il mio sogno di un mondo dove dignità, onore e giustizia diventino la realtà che noi condividiamo, non smetterò mai di combattere. Mai». «Ho fatto una promessa ai miei genitori. Liberare questa città dal male che stroncò […]






continua »
Danilo Maestosi
All’Istituto nazionale per la Grafica

L’apocalisse di Velly

Una mostra a Roma riporta l'attenzione su Jean Pierre Velly, artista francese trapiantato in Italia, che ha raccontato la vita come "vuoto a perdere". A cui comunque rendere omaggio senza distinguere tra le mille forme della Natura

«La vita è una cosa meravigliosa che finisce terribilmente male». La pensava così Jean Pierre Velly (1943-1990). E senza saperlo probabilmente riassumeva in una frase la sua stessa biografia. Un inizio folgorante: borsa di studio a villa Medici negli anni d’oro della direzione Balthus, premio che lo incorona maestro dell’incisione, decisione di restare a vivere […]






continua »
Erminia Pellecchia
A Bologna, a palazzo Pepoli

Street art smurata

Il mondo della street art italiana è in guerra contro una mostra (mal riuscita) che ha tolto le opere dalle strade per cercare di storicizzarle. Un'operazione sbagliata, stigmatizzata da Blu che ha "cancellato" una sua opera

«Se è legale non è writing»: è il Vangelo secondo Sniper, il writer senza volto protagonista del libro Il cecchino paziente di Arturo Pérez Reverte. Alfiere dell’antisistema, combatte a colpi di graffiti la sua guerriglia urbana «per lanciare sulla città dubbi come se fossero bombe. L’arte attuale è una frode gigantesca e sono i corvi […]






continua »
Luca Fortis
A Salerno in mostra la collezione Esposito

L’arte dei diritti

Mariangela Levita ci parla della sua opera, «Dog Gay Pride 2000-2016», presente alla mostra “Face To Face“, un'iniziativa che apre al pubblico parte della collezione di Ernesto Esposito

Fino al primo maggio si terrà a Salerno, la mostra Face To Face. La cornice è quella di Palazzo Fruscione e della cappella inferiore del Complesso di S. Pietro a Corte a Salerno. La mostra permette al pubblico di vedere una selezione di opere di artisti internazionali emergenti dalla collezione personale di Ernesto Esposito, noto […]






continua »