24
febbraio
2018

arti

Danilo Maestosi
Al Chiostro del Bramante di Roma

Arte & Amore

Danilo Eccher ha riunito in una sola mostra tutte le iconografie dell'amore. Dalla Marilyn di Warhol alle zucche di Yayoi Kusama. Passando per pittura, scultura e, naturalmente, i selfie

L’amore come traguardo di un gioco interattivo di ruolo. E le opere d’arte come caselle di un tabellone che dettano il ritmo del percorso, le tappe in cui fermarsi. È la curiosa formula di Love, la mostra appena inaugurata al Chiostro del Bramante dove terrà cartellone fino al 19 febbraio. Un’antologia che chiama in scena […]






continua »
Danilo Maestosi
Al museo delle Terme di Roma

Arp, l’equilibrista

Omaggio a Hans Arp, artista capace di oscillare senza cadute tra Eraclito e Parmenide, di cucire con uno stesso filo il furore innovatore dell’avanguardia e l’estasi della forma pura

«Un’opera che non ha radici nel mito, nella poesia, che non partecipa alla profondità dell’universo non è che un fantasma». È uno dei pensieri di Hans Arp stampato sulla parete a chiudere il percorso della mostra, in scena fino al 15 gennaio, che a cinquanta anni dalla morte il museo delle Terme dedica a questo […]






continua »
Danilo Maestosi
Una mostra all'aperto nel cuore di Roma

Ritorno a via Margutta

Pericle Fazzini, Arnaldo Pomodoro, Pietro Consagra, Arturo Martini, Giacomo Manzù... Gabriele Simongini ha allestito un percorso tra memoria e arte per cercare di riportare Via Margutta ai fasti del passato

Maledetti, benedetti ricordi. Distorcono la vista, offuscano il presente come il velo di una cataratta. Guardar troppo all’indietro ci impone una postura sbagliata. Non si vive di ricordi, ma senza ricordi si muore anzitempo. Se si tiene a bada la nostalgia, la memoria è invece una bussola preziosa. Anche per chi governa una città. Specie […]






continua »
Alberto Fraccacreta
L'artista oggi sarà premiato all'Ateneo

Metafisica di Urbino

«Dico sempre che se un quadro dà qualcosa, è perché ci somiglia. Non bisogna mai fermarsi all’apparenza; è necessario, invece, un colloquio con l’opera d’arte»: incontro con Mario Logli

Mario Logli riceve oggi dal Rettore Vilberto Stocchi il Sigillo d’Ateneo dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Classe ’33, ha frequentato l’Istituto di Belle Arti nella città montefeltresca, apprendendo le tecniche grafiche e di incisione, e specializzandosi in litografia sotto la guida di Carlo Ceci. Dopo il diploma, ha insegnato disegno ornamentale nella medesima […]






continua »
Erminia Pellecchia
Da oggi a Modena, Carpi e Sassuolo

La Filosofia in piazza

Da Platone agli "intonarumori", ossia quando il pensiero fa spettacolo. Comincia la kermesse sulla filosofia con Bodei, Cacciari, Recalcati, Cantarella, De Monticelli, Curi... e tanti altri. Fino a Julio Velasco

Bombardamenti poetici al grido iconoclasta di “lasciateci divertire” daranno il segnale alla pacifica invasione del popolo dei pensatori in una Modena che per tre giorni si trasformerà in un “agòn” creativo, un’olimpiade della mente, un luogo di trasmissione di conoscenze e passioni, di strumenti per interrogarsi e capire il difficile mondo che ci circonda. Ma […]






continua »
Elisa Campana
Da fine settembre al Petit Palais

Wilde in mostra

Parigi dedica una grande mostra al talento e all'ispirazione di Oscar Wilde. Manoscritti, fotografie, opere d'arte: un percorso per cogliere il segreto di un dandy malinconico

Parigi si prepara alla prima grande mostra francese consacrata allo scrittore Oscar Wilde, rendendo così omaggio al celebre dandy irlandese che con il suo carisma, la sua satira pungente e la sua conversazione witty e brillante divenne una delle personalità più eclettiche e interessanti della letteratura mondiale. Oscar Wilde fu un ardente francofilo, parlava fluentemente […]






continua »
Luca Fortis
Ritorna il festival “Memorie Urbane”

Iranian Street Art

La sperimentazione in Iran mescola l'antica calligrafia e l'arte della ceramica e del tappeto con i graffiti metropolitani. Ne parliamo con due protagonisti di questo fenomeno: Nafir e FRZ. Alla vigilia di una loro mostra in Italia

Nel 2016 è partita la quinta edizione del festival di Street Art “Memorie Urbane”. Negli anni, il festival è diventato il più grande d’Italia, con oltre 30 artisti invitati provenienti da tutto il mondo. L’evento ha coinvolto i comuni di Gaeta, Terracina, Fondi, Formia, Itri, Valmontone, San Cosma e Damiano, Arce, Caserta, Cassino, Ventotene. Si […]






continua »
Jolanda Bufalini
Fino al 27 novembre, 100 opere in mostra

Macro Memorie

Il Macro di Roma rende omaggio all'avanguardia artistica anni Sessanta: la pop art di Tano Festa, Franco Angeli e Mario Schifano. Una stagione feconda di relazioni tra nuovo e antico nel segno di una città da recuperare

Gran godimento al Macro di via Nizza dove sono esposte fino al 27 novembre 100 opere 1960-1967 (ma si potrebbe dire 1958-1968) degli artisti romani detti, con invenzione critico-giornalistica dell’epoca, “la scuola di piazza del popolo”, approssimazione ironica per quello che era piuttosto un gruppo di amici allora intorno ai 30 anni. Si incontravano da […]






continua »
Danilo Maestosi
Un mondo sempre più in crisi

Povera arte romana!

Dopo il Vittoriano, le Scuderie del Quirinale: gli spazi espositivi della Capitale perdono identità e autonomia. Mentre la Gnam organizza l'ennesima rivoluzione in un bicchier d'acqua

La rete culturale di Roma Capitale continua a perdere pezzi. Un guaio in più per la giunta Cinque stelle che il nuovo sindaco Raggi si appresta a costruire. Ora sotto minaccia di esproprio sono le Scuderie del Quirinale, il contenitore più quotato della Capitale. E qualche mese fa era toccato al Vittoriano, lo spazio espositivo più grande […]






continua »
Nicola Fano e Mario Felici
Alla Galleria Porta Latina di Roma

Testo a Fronte, due!

Ieri si è aperta la mostra che espone le opere e i racconti della seconda serie di Testo a fronte. Ecco lo scritto che introduce il catalogo (con tutti i testi e tutti i dipinti) che si può acquistare in galleria

Nulla è più come prima: c’è la crisi. Non è (solo) una questione di numeri e di economie, ormai la faccenda riguarda la percezione stessa della realtà: le privazioni sono più delle libertà; il già fatto è più di quel che si può fare; il passato è meno preoccupante del futuro. Una condizione alla quale […]






continua »