16
novembre
2019

arti

Danilo Maestosi
Due esposizioni in conflitto, a Roma

Maxxi energia Ceca

Alla scoperta dell'arte della Repubblica Ceca al Maxxi, tra sorprese e conferme. Tutto il contrario di un'altra mostra nello stesso museo, quella che rende omaggio a Lara Favaretto

Una mostra da non perdere quella che porta in scena nell’ala distaccata del Maxxi diciassette giovani artisti della Repubblica Ceca. Perché serve a capire che in campo artistico la creatività non conosce più in Europa distanze, ritardi, barriere: l’aria che circola, l’uso dei linguaggi, la difficoltà di emergere e trovar senso per le nuove generazioni […]

continua »
Danilo Maestosi
Alla Galleria Studio S di Roma

Ritratto d’un critico

Una bella mostra rende omaggio a Domenico Guzzi, un critico che ha accompagnato mezzo secolo di arte romana, da Carrà e De Chirico fino a Mulas e Calabria

Fa vibrare le corde della commozione la mostra che la Galleria Studio S di via della Penna a Roma tiene in cartellone fino a tutto gennaio. E fa già quasi evento, perché è raro che l’arte di oggi, così avvitata su se stessa, così irrazionalmente razionale, anteponga il pathos al logos, la rivisitazione del passato […]

continua »
Danilo Maestosi
Al Macro di Via Nizza

Clonare, fotografare

Dura fino a gennaio il Festival internazionale di Roma della fotografia. Ci sono sperimentatori e maestri, sempre all'inseguimento del trucco pittorico e solo di rado in contatto con la realtà

Un’atmosfera di mesto, cerimonioso congedo accompagna la visita della mostra con cui nel grande salone del Macro di via Nizza il Festival internazionale di Roma della fotografia presenta fino al 17 gennaio la sua quattordicesima edizione. Trascinata dal titolo e dal tema che la rassegna si è scelto, «Il presente», la fotografia sembra qui invitarci […]

continua »
Danilo Maestosi
Al castello del Buon Consiglio di Trento

Il mistero di Dossi

In un quadro del grande pittore quattrocentesco, “Giove dipinge le farfalle”, tutto il senso del mistero che l'arte può interpretare, senza mai poterlo decifrare

Può bastare una frase per promuovere un saggio, un romanzo tra i libri che illuminano la vita: spronato da Italo Calvino, continuo a precipitare all’inferno per cercare tracce del paradiso perduto che imprigiona. Una sequenza per fare di un film la misura del tempo alle spalle: ogni volta che evoco il Sessantotto mi riesplode dentro […]

continua »
Danilo Maestosi
Una mostra da non perdere a Roma

Taccuini d’artista

La galleria “Arti e pensieri“ espone i disegni, gli improvvisi e i paesaggi di un grande architetto: Franco Purini. Sono opere spontanee e quasi casuali di un visionario molto razionale

Anche l’architettura, arte della razionalità e del pensiero, si nutre d’inconscio. Ce ne offre intrigante testimonianza una mostra in scena fino all’8 maggio nella galleria “Arti e pensieri” di via Ostilia 3 a Roma, a due passi dal Colosseo, che chiama in passerella un architetto di rango come Franco Purini: 73 anni, ciociaro trapiantato a […]

continua »
Enrica Rosso
Al Chiostro del Bramante

Intorno a Cleopatra

Focus sui rapporti tra la mitica regina d'Egitto e Roma. Nella mostra a lei dedicata che attraverso i 180 capolavori arrivati dai più prestigiosi musei del mondo riesce a incantare lungo tutto il ricchissimo percorso espositivo

Dopo 13 anni Roma ospita di bel nuovo la più famosa regina dell’antichità. Il già sublime Chiostro del Bramante si inorgoglisce di 180 pezzi provenienti dai più prestigiosi musei del mondo per rendere giustizia a Cleopatra VII Thea Philopatore, in arte soltanto Cleopatra. La mostra archeologica Cleopatra, Roma e l’incantesimo dell’Egitto (fino al 2 febbraio […]

continua »
Erminia Pellecchia
A novembre al Madre

Napoli secondo Amelio

Si prepara un grande omaggio a Lucio Amelio, gallerista, mecenate e intellettuale che contribuì - attraverso l'arte - alla rinascita di Napoli negli anni Ottanta

«Elegante, alto snello, gran naso che gli dava il profilo da nobiluomo spagnolo, soprattutto un seduttore dalla capacità affabulatrice rara. Parlava tedesco, francese, inglese, la padronanza delle lingue gli dava sicurezza nel rapporto non mediato con i galleristi e gli artisti europei e americani». Così Mario Franco, regista e storico del cinema, ricorda Lucio Amelio, […]

continua »
Danilo Maestosi
Una mostra al Pastificio Cerere di Roma

Memorie di Polonia

Dagli orrori nazisti all'illusione comunista, dalla lotta per la democrazia alla rinascita: la storia di un Paese (e delle sue città) vista attraverso la lente dell'arte conemporanea

Nell’iconografia dell’arte contemporanea la città è un punto di riferimento privilegiato. Perché prima ancora di uno spazio fisico rappresenta uno spazio mentale: una sponda perfetta per una creatività che tende a confrontarsi con la realtà usando un sillabario prevalentemente concettuale. Perché è un concentrato di segnali, facilmente tramutabili in segni. Di umanità in transito. Di […]

continua »
Erminia Pellecchia
Una mostra itinerante

A Oriente di Pasolini

Alla Milano Art Gallery sono esposte quaranta fotografie realizzate da Roberto Villa sui set del film del grande poeta e regista. A cominciare da quelle per le location del "Fiore delle MIlle e una notte"

«Ero lì di fronte con le fotocamere. Lo chiamo e, mentre gli porgo il ciak, gli dico “Pier Paolo… tieni un momento il ciak, faccio una foto”. Lui perplesso: “Ma è una finzione”. Io di rimando: “Beh, anche il cinema è finzione”. Allora mi guarda e sorride». Roberto Villa e Pier Paolo Pasolini, il fotografo […]

continua »
Tina Pane
Un appello ai "visitatori"

Salvate Capodimonte!

Lo scrigno meraviglioso dei tesori dei Borbone vive una stagione difficile: è quasi snobbato da napoletani e turisti. E il nuovo direttore Sylvain Bellenger lancia la sua sfida

«Capo de Monte, la reggia nuova de tata nostro»: con queste parole – messe in bocca al postiglione che conduce nella sua vettura la famiglia Pimentel Fonseca al suo arrivo a Napoli nel 1762 – viene presentata nel romanzo Il resto di niente di Enzo Striano la Reggia di Capodimonte. Voluta da Carlo di Borbone […]

continua »