24
febbraio
2018

arti

Erminia Pellecchia
Da non perdere a Palazzo dei Diamanti

La città metafisica

Una bella mostra racconta i tre anni folgoranti di De Chirico a Ferrara, quelli dell'assurdità della guerra, del rifugio nelle forme e nella cabala. E nella nascita della Pittura Metafisica

Bella e malinconica. Appare così Ferrara in un tardo pomeriggio di gennaio, il silenzio assordante della nebbia, lo stupore lacerante, straniante, dell’essere proiettati, all’improvviso, in un non luogo, in una dimensione sospesa fuori dal tempo e dallo spazio. Effetto metafisico. Il prolungamento emotivo della visione di una delle più belle mostre realizzate in Italia in […]






continua »
Daniele Pischedda
Una riflessione a due voci

La tata con la Rolleiflex

Una mostra rende omaggio a Vivian Maier, la fotografa che ha fatto della "semplicità" la sua chiave di lettura del mondo. Ce la raccontano due "colleghi", Daniele Pischedda e Alessandro Marongiu: uno con le parole l'altro con le immagini

La mostra dedicata dal Man di Nuoro a Vivian Maier dal 10 luglio al 18 ottobre dello scorso anno, curata da Anne Morin e realizzata in collaborazione con diChroma Photography, è stata la prima personale della «tata con la Rolleiflex» a venire ospitata in un’Istituzione pubblica del nostro Paese. Ed è stata senz’altro un successo […]






continua »
Luca Fortis
Statue, avori e bassorilievi

Il volto dell’Africa

Al Mudec di Milano, la mostra “Africa, la terra degli spiriti” racconta come la cultura europea ha assorbito quella tradizione. Fatta di corpi, illusioni e misticismo primordiale

Curare una mostra sull’arte africana è sempre molto complesso. L’accusa di avere una visione colonialista è dietro l’angolo. Eppure ormai non dovremmo più cadere in certi tranelli e lasciare le riflessioni sul colonialismo agli storici. Un incontro tra popoli, anche se avvenuto sotto l’egida del più brutale colonialismo, rimane pur sempre un incontro. Se molti […]






continua »
Erminia Pellecchia
Al Marte di Cava de' Tirreni

La danza e l’ombra

Omaggio a Alessio Buccafusca, il grande fotografo di scena che ha immobilizzato l'arte magnifica degli dei della danza, da Rudolf Nureyev a Maurice Bèjart a Carla Fracci

Ce qui la mort me dit, Ballet du XXe siècle, 1980, Teatro San Carlo, Napoli. Corpi intrecciati, una linea curva che disegna un solo corpo nella densa impalpabile materia dello spazio, la luce caravaggesca che esalta il pathos della coreografia di Maurice Bèjart, la sua anima di filosofo, il suo cuore di poeta. Un rapido, […]






continua »
Erminia Pellecchia
La manifestazione di Paestum

La storia in vetrina

La “Borsa mediterranea del Turismo archeologico” è un'occasione annuale per capire come l'Italia mette in mostra i suoi tesori. Da Expo al Giubileo, sarà l'anno della svolta?

La svolta di Paestum: si può riassumere così il bilancio della Borsa mediterranea del Turismo archeologico svoltasi, come da tradizione, nella quinta suggestiva ed evocativa dell’antica Posidonia. E non solo per i diecimila visitatori che, malgrado il maltempo, hanno hanno affollato dal 29 ottobre al primo novembre i cento stand (venti quelli esteri, Paese ospite, […]






continua »
Elisa Campana
Cartolina da Londra

Visita a Banksyland

Sabato scorso, sulle coste del Somerset, in Inghilterra, ha aperto il parco anti-fiaba di Banksy, il più celebrato divo della street art: un luogo volutamente tetro, contro l'ordine e l'happy end

L’elegante carrozza con la quale Cenerentola va incontro al suo principe è distrutta, il cavallo stramazzato al suolo, il fiabesco castello di Walt Disney è abbandonato, i visitatori devono superare scrupolosi controlli di sicurezza in stile aeroportuale. Questo è il nuovo parco tematico pensato e progettato da Banksy, l’universalmente noto street artist, che fa parlare […]






continua »
Erminia Pellecchia
Dal 9 maggio parte la kermesse veneziana

Rivoluzione Enwezor

Dall'elogio di Karl Marx alla denuncia del regime di Fidel Casto; da Boltanski a Marlene Duma, da Fabio Mauri a Georgia Baselitz: è la prossima Biennale Arte di Okwui Enwezor

Capitolo primo, ILLUMination: la conoscenza intuitiva e il pensiero illuminato quali mezzi per affinare la percezione. Secondo, Il Palazzo Enciclopedico, la creazione artistica nella sua genesi primaria, le forze interiori che spingono l’uomo e l’artista a dare vita a rappresentazioni. Firmati Bice Curiger (2011) e Massimiliano Gioni (2013), punti di vista diversi, unico comune denominatore […]






continua »
Tina Pane
A Napoli, a Palazzo Zevallos Stigliano

Consenso di guerra

Una mostra molto documentata ricostruisce la parabola della propaganda del governo italiano durante la Prima guerra mondiale. Al grido di «Date denaro per la Vittoria: la Vittoria è la Pace»

In che modo, durante la prima guerra mondiale, le autorità italiane si rivolsero alla popolazione civile? Come cercarono di instillare nelle persone, angosciate per i congiunti o gli amici che avevano al fronte, un sentimento di partecipazione per le vicende belliche? E soprattutto, come convinsero la gente a fornire supporto economico per il bene della […]






continua »
Silvio Perrella
Uno scrittore in visita

Gabbie a Milano

Chagall, Van Gogh, Giacometti, Bramante: a zonzo per le mostre della città. E alla fine un solo elemento unifica tutti gli sguardi, tutti gli artisti. Al di là dei tempi e degli stili. Forse, il problema, è proprio nel «guardare»

1. Inizio d’anno. A Milano. Giornate senza pioggia, non freddissime, luce geometrica. Si va a passeggio con gli occhi che cercano dettagli. Comparazione di Gallerie: quella di Napoli ha un’ariosità maggiore in alto; questa meneghina è più risolta in basso, e inoltre è stata fatta atterrare tra le due maggiori piazze della Città: tra il […]






continua »
Luca Fortis
Cartolina dal Libano

Le gru di Beirut

Incontro con la celebre fumettista libanese Raphaelle Macaron: «Il mistero della mia città sta nel suo morire e rinascere continuamente. Come fosse un perenne cantiere in cerca di nuova vita»

Il vento accarezza le teste, i riflessi della luna fanno assumere strani colori ai bicchieri colmi di vino rosé della valle della Bekaa. Mentre le voci dei ragazzi libanesi riempiono l’aria del roof top del Centro Culturale Arabo Saifi Urban Garden, Beirut in tutte le sue multiformi anime si stende fino al mare. La città […]






continua »