25
maggio
2018

arti

Lidia Lombardi
Memorie del Novecento

«Imparate l’arte»

Storie di conflitti (antichi) tra collezionisti privati e musei pubblici: colloquio con Fabrizio Russo, gallerista antiquario, nume tutelare della memoria futurista

Fabrizio Russo, gallerista antiquario, espone nelle vetrine e nelle sale – in via Alibert, cuore della Roma degli artisti – “gioielli” futuristi. Ma è attento anche ai contemporanei, come i sette giovani artisti che animano la rassegna Shakespeare in Rome appena inaugurata, che, con il patrocinio del British Council, celebra i quattrocento anni dalla morte […]






continua »
Danilo Maestosi
Quando l'arte diventa commercio

Mucha e Barbie

Due mostre parallele, il consumo liberty (Adolphe Mucha) e il giocattolo di consumo (Barbie), il Paradiso e l'Inferno illuminano il nuovo corso del Vittoriano di Roma

Adolphe Mucha e Barbie. Una grande firma del liberty e un’icona del giocattolo. Curiosa l’accoppiata di mostre che sigilla la nuova stagione dell’Ala Brasini del Vittoriano, passata dalla gestione ventennale di Alessandro Nicosia a quella della società Arthemisia, un’azienda che punta alla leadership del settore espositivo. Diversi i protagonisti chiamati in scena, diverse le organizzazioni […]






continua »
Danilo Maestosi
Due mostre a Palazzo Reale

Nuovo miracolo a Milano

Un omaggio a Studio Azzurro e un'opera del gruppo moscovita «AES+F» ripropongono (direttamente e indirettamente) l'impegno e il realismo magico del film di De Sica e Zavattini

Riemergo dalla sbornia di sensazioni di un week end in questa Milano di inizio aprile, straripante calderone e labirinto di eventi e mostre d’arte contemporanea, trascinandomi appresso come fili d’Arianna gli echi forti di due sogni. Bussole preziose i sogni, belli o brutti che siano, perché dei sogni e dell’universo cifrato in cui ci proiettano, […]






continua »
Erminia Pellecchia
Al padiglione 3 di Fieramilanocity

Rinascimento milanese

Grande successo per "Miart", la Fiera d'arte contemporanea che Vincenzo De Bellis ha letteralmente rianimato mescolando sperimentazioni e suggestioni. E rilanciando il mercato

Una sorpresa. Una piacevole sorpresa la ventunesima edizione di Miart che ha occupato con i suoi stand alveari – logo l’apicoltura ad indicare la laboriosità di artisti e galleristi – il padiglione 3 di Fieramilanocity. Risultato? Un miele di qualità, complice la sapiente miscela dei bouquet di questo felice giardino dell’arte fiorito all’ombra della Madonnina. […]






continua »
Ella Baffoni
Le polemiche sulla mostra di Bologna

Un urlo sui muri

Di qua l'esigenza di auto-rappresentazione di una comunità (incarnata dagli street artist) e di là la tentazione commerciale di vuol dare un prezzo alla street art: due mondi inconciliabili

Ora che, passati i fasti dell’inaugurazione, si è un po’ placata la polemica sulla mostra “Street Art-Bansky & Co. L’arte allo stato urbano” (di cui Erminia Pellecchia ha parlato a lungo qui su Succedeoggi: clicca qui per leggere l’articolo) può essere il momento giusto per tentare qualche riflessione. Vogliamo conservare, restaurare, tramandare quel che di […]






continua »
Erminia Pellecchia
A Napoli, a Villa Pignatelli

L’arte di Batman

Una mostra tra arte e fumetto racconta la trasformazione dei supereroi, da bambinoni perfetti e campioni dell'incertezza. Anche i cartoon, a volte, inseguono la realtà...

«I sogni ci salvano. I sogni ci elevano e ci trasformano. E sulla mia anima giuro che finché il mio sogno di un mondo dove dignità, onore e giustizia diventino la realtà che noi condividiamo, non smetterò mai di combattere. Mai». «Ho fatto una promessa ai miei genitori. Liberare questa città dal male che stroncò […]






continua »
Danilo Maestosi
All’Istituto nazionale per la Grafica

L’apocalisse di Velly

Una mostra a Roma riporta l'attenzione su Jean Pierre Velly, artista francese trapiantato in Italia, che ha raccontato la vita come "vuoto a perdere". A cui comunque rendere omaggio senza distinguere tra le mille forme della Natura

«La vita è una cosa meravigliosa che finisce terribilmente male». La pensava così Jean Pierre Velly (1943-1990). E senza saperlo probabilmente riassumeva in una frase la sua stessa biografia. Un inizio folgorante: borsa di studio a villa Medici negli anni d’oro della direzione Balthus, premio che lo incorona maestro dell’incisione, decisione di restare a vivere […]






continua »
Erminia Pellecchia
A Bologna, a palazzo Pepoli

Street art smurata

Il mondo della street art italiana è in guerra contro una mostra (mal riuscita) che ha tolto le opere dalle strade per cercare di storicizzarle. Un'operazione sbagliata, stigmatizzata da Blu che ha "cancellato" una sua opera

«Se è legale non è writing»: è il Vangelo secondo Sniper, il writer senza volto protagonista del libro Il cecchino paziente di Arturo Pérez Reverte. Alfiere dell’antisistema, combatte a colpi di graffiti la sua guerriglia urbana «per lanciare sulla città dubbi come se fossero bombe. L’arte attuale è una frode gigantesca e sono i corvi […]






continua »
Luca Fortis
A Salerno in mostra la collezione Esposito

L’arte dei diritti

Mariangela Levita ci parla della sua opera, «Dog Gay Pride 2000-2016», presente alla mostra “Face To Face“, un'iniziativa che apre al pubblico parte della collezione di Ernesto Esposito

Fino al primo maggio si terrà a Salerno, la mostra Face To Face. La cornice è quella di Palazzo Fruscione e della cappella inferiore del Complesso di S. Pietro a Corte a Salerno. La mostra permette al pubblico di vedere una selezione di opere di artisti internazionali emergenti dalla collezione personale di Ernesto Esposito, noto […]






continua »
Danilo Maestosi
A Sant'Andrea della Valle di Roma

L’arte del dolore

Per il Giubileo Ennio Calabria ha reinterpretato la rappresentazione della passione di Cristo. E ne ha tratto un Crocifisso che scava nel dolore concreto e nel mistero dell'uomo di oggi e sempre

Umano. Troppo umano, forse. Ma chi ha detto che per riallacciare il filo del rapporto tra l’arte e il sacro da troppo tempo spezzato non si debba ripartire proprio da li: dall’uomo, dalle sue debolezze che gli hanno impedito di difendersi da chi gli stava sottraendo il senso di sé? Chi ha detto che la […]






continua »