Gabriella Sica
Ricordo del giovane poeta scomparso

Lo stile nuovo di Gabriele Galloni

Lo esercitava, nella sua troppo breve ma potente vicenda esistenziale e letteraria, percorrendo (insieme all’amico Giorgio Ghiotti) “la via semplice” della scuola romana di poesia. Leader di una nuova generazione di poeti a Roma, torna ora allegro e implacabile, con “Bestiario dei giorni di festa”

Asciutto e spiazzante, potente e visionario. Così era il giovane talentuoso Gabriele Galloni che a venticinque anni ha già compiuto la sua opera di vita e di poesia, come una stella cometa nel cielo di Roma. Se n’è improvvisamente andato il 6/9/2020, un inverso parziale del 9/6/1995 natale, dove i numeri sono multipli del 3, […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart

La cosa più bella

Misurarsi con la traduzione di poeti, facendo proprio il loro canto a più voci, «creando un libro nuovo» nella propria lingua. È quello che tenta di fare Roberto Mussapi nello scegliere e tradurre i suoi ideali Lirici Greci. Dal libro in uscita da Salani, ecco Saffo ispirata da Eros, da Amore…

Sto correggendo i miei Lirici Greci, che tra pochi giorni consegnerò all’editore, Salani. Ne avevo tradotti, specie per Salani, per un volume in cui proponevo mie versioni di poeti greci e latini. Qui è un’altra cosa. Ho scelto e tradotto un mio libro ideale di Lirici Greci, uno dei momenti magici della poesia universale, con i […]

continua »
Lidia Lombardi
Lo scaffale degli editori

Per non dimenticare

“I libri sono la luce” ricorda la protagonista de “La biblioteca di Parigi”. Uno dei titoli in uscita per il Giorno della Memoria. Alcuni necessari, come il dialogo tra Liliana Segre e Gherardo Colombo, insieme ad altri destinati a suscitare polemiche, come quello che accende dubbi su Bartali eroe

«Auschwitz? Quando, anni dopo, studiai Dante mi resi conto che eravamo delle dannate, condannate con delle pene. Entrando lì, pensai di essere impazzita. Era un luogo progettato a tavolino da persone stimate nel loro mondo, un luogo che avevano pensato per l’“altro”…». Liliana Segre, la senatrice novantenne, dialoga con Gherardo Colombo, il magistrato del caso […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my heart

Quel messaggero da Rilke a Wenders

Non ci sarebbe stato nel ’900, secolo della desacralizzazione, “Il cielo sopra Berlino” e tanta altra presenza angelica, se non ci fosse stata l’unica poesia dedicata all’Annunciazione dal poeta boemo. Una sola poesia che pareggia i conti con secoli di pittura dedicata allo stesso tema

Una sola poesia sull’Annunciazione colma il silenzio quasi assoluto della poesia sul tema primo e principe della nascita di Cristo e della figura di Maria. Celebrata in almeno due secoli di grande pittura italiana, tema di musica importante in area tedesca, l’Annunciazione non è tema frequente nella poesia. Fino al Novecento, quando il poeta che […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

I fori riunificati

Conclusi gli scavi del primo tratto della Via Alessandrina. Ora, con la “spianata” del Foro di Traiano, costruito per celebrare la vittoria sui Daci, si ricompone un’altra sezione del “mosaico delle antichità” nel cuore della Roma imperiale

Un grande catino, una gigantesca piazza di quasi duemila anni fa. Appare così adesso la “spianata” del Foro di Traiano, all’ombra dei Mercati Traianei, maestosi nel rosso dei mattoni e armoniosi nel loggiato. Sì, perché da una manciata di settimane si sono conclusi gli scavi del primo tratto della Via Alessandrina, che di fatto tagliava […]

continua »
Luigi Saitta
Un romanzo di Daniela Tagliafico

Il virus del potere

Toni da thriller nell’accurata ricostruzione dell’universo della politica e dell’informazione in “Le coniugazioni del potere”. Come se l’autrice, dietro il velo del racconto sveli la sua sapienza giornalistica nell’offrire una precisa analisi critica dell’eterno “non detto” italiano

Confesso di aver avuto sempre una certa ritrosia nel recensire libri (soprattutto romanzi) scritti da colleghi giornalisti. Questo perché ritengo che quella dello scrittore e quella del giornalista siano delle professioni distinte, non in conflitto, ma certamente distinte. Ci sono tuttavia delle eccezioni, soprattutto quando l’idea di partenza, l’approccio, la qualità del libro in questione […]

continua »
Lidia Lombardi
Lo scaffale degli editori

Tutto Dante

Edizioni critiche, ricostruzioni biografiche, letture geografiche, ricognizioni nel presente e proiezioni nel futuro. A sette secoli dalla morte, l’offerta editoriale sul Divino Poeta e la sua opera è variagata, invitante e ambiziosa. Non resta che scegliere…

Di titoli sui quotidiani, iniziative culturali, giorni dedicati Dante Alighieri ne ha avuti a iosa nell’anno del Covid appena archiviato. E che ha spesso relegato in streaming gli incontri sul Sommo Poeta, quasi un purgatorio in attesa della gloria, se non un inferno… Ma è il 2021 l’anno dantesco: segna i sette secoli dalla sua […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my life

Il mantra dell’amore

Che questi versi di John Keats rivolti all'amata ci aiutino a reagire all’anno orribile appena trascorso. A ripartire, riconoscendoci non solo «feriti e impauriti, ma anche affratellati». Se l’amore vive, fa vivere… «E la morte non avrà dominio»

Reazione a tutti coloro che da tempo parlano solo di virus, di pandemia. Reazione a tutti coloro che vedono morire migliaia di persone, chiudere negozi e attività, spegnersi i teatri che sono la voce del mondo. Reazione a tutti coloro che vivono nel dolore di questa sventura. Io per primo.Reazione a me stesso, innanzitutto, e […]

continua »
Roberto Mussapi
Every beat of my life

L’assoluto e l’asino

Irruzione improvvisa la Vigilia di Natale dell’anno del Covid: una poesia inedita, ispirazione di quel giorno - che Roberto Mussapi regala a Succedeoggi. Un’immersione nel Presepe, nel suo senso che tutto si riassume nello sguardo dell’asino

Niente accade per caso. Giovedì 24 dicembre, vigilia di natale atipica, come per tutti, ma con previsto festeggiamento comunque, ben prima del suo inizio, ben prima dell’aperitivo e della musica, alle 18 salivo sullo stepper per la mia oretta su quell’amato obliante attrezzo. Come con ogni altro esercizio, da tempo, palestre chiuse, faccio tutto in […]

continua »
Lidia Lombardi
Itinerari per un giorno di festa

Resistere con le rose

L’Orto Botanico di Roma, accoccolato ai piedi del Gianicolo, accoglie i visitatori con la fioritura di Rose Tè, fiore che viene dall’Oriente e che sboccia anche a gennaio. Simbolo di resistenza a cui Nicoletta Campanella ha dedicato un libro

Aspettando il risveglio. Della Natura, di un’umanità addormentata da un virus. Il simbolo della resilienza può essere un fiore, la rosa Tè. Che riesce a sbocciare anche a gennaio, basta un raggio di sole che tocchi l’angolo di giardino dov’è piantata. Ce ne sono all’Orto Botanico di Roma, le loro corolle hanno accolto i visitatori […]

continua »